Lo strano caso dei “fuori ruolo”: come approfittarne – Parte 2

Lo strano caso dei “fuori ruolo”: come approfittarne – Parte 2

Le differenze di ruolo di alcuni giocatori tra liste Gazzetta e calcio reale

di Francesco Spada, @MoradinGE

Se per i difensori  è più semplice capire chi può giocare più avanzato perché ha un vero e proprio ruolo nel modulo della squadra di appartenenza, per i centrocampisti il discorso si complica, infatti oltre a dover distinguere le liste classiche con le nuove di gazzetta magic+3, la differenza di posizione è derivata a volte dalla posizione stessa ( tipo un cc che gioca seconda punta), altre volte sta in quei 10-15 metri che distinguono un centrocampista da un trequartista. Attenzione, in quest’articolo non analizzaremo i top o possibili futuri top di reparto, bensì solo coloro che nella realtà giocano in una posizione diversa rispetto a quella della lista.

Magic +3 e lista classica: i punti in comune

Nonostante il gran numero di trequartisti presentato dalla rosea,  ci sono 3-4 nomi molto interessanti listati a centrocampo in entrambe le modalità. A Bergamo seppur con una concorrenza molto forte, un nome da tenere d’occhio è quello di Estigarribia ( FM 6,11 ma solo 9 presenze, 1 gol) fermato la scorsa stagione da un infortunio ma tatticamente molto duttile in gradi di dare supporto sia alle punte che al centrocampo. Nel neopromosso Carpi , seppur ancora tutto da scoprire, segnaliamo un nome arrivato quando la squadra  militava in serie D. Protagonista della cavalcata fino alla massima serie, con 174 presenze, Pasciuti (FM 6,52, 3 gol, 5 assist in B) con la sua duttilità può sia giocare mezzala di centrocampo sia nel tridente che Castori sembra intenzionato a proporre in questa avventura in A. I due nomi più succulenti però arrivano dalla Fiorentina, con il cambio di allenatore e di modulo  Mati Fernandez ( FM 6,55, 2 gol , 7 assist) e Borja Valero (FM 6,11, 2 gol , 4 assist) si giocano il posto da trequartista dietro la prima punta, con conseguente aumento delle possibilità di bonus. L’unico problema è che in quel ruolo potrà giocare solo uno per volta, quindi occhio al turnover.

Il trequartista, nuova figura in Magic +3

Con la nuova lista questi giocatori sono in bella mostra, mentre nella classica si “nascondono” pur facendo parte di una serie di nomi che possono dare lo sprinti decisivo alla fantasquadra.

Papu Gomez
A Bergamo sicuro del posto il ritorno di Alejandro Gomez (FM 6,52, 3 gol, 1 assist), schierato nel tridente e possibile seconda punta in un eventuale cambio di modulo lo rendono uno dei giocatori più ricercati. Brienza (FM 6,97, 5 gol, 3 assist) arriva a Bologna dopo l’ottima stagione con il Cesena, sarà il trequartista dietro le punte e il maggior indiziato per rigori e calci piazzati. Da una neopromossa all’altra, Di Gaudio (FM 7, 8 gol, 2 assist) si gioca il posto nel tridente di Castori, con le sue 155 presenze parte davanti nelle gerarchie ma se non dovesse convincere allora Matos potrebbe rubargli il posto. Un top per entrambe le liste è stato riconfermato dall’Empoli rifiutando offerte molto importanti. Parliamo di Saponara (FM 7,61, 6 gol, 2 assist), che agirà al fianco della prima punta,  rischiando di fare meglio della passata stagione.
Joaquin
Come per i suoi compagni citati sopra, anche Joaquin (FM 6,64, 2 gol, 4 assist) nel nuovo modulo di Sousa diventa interessante, infatti attualmente è l’unico in grado di giocare esterno alto a destra correndo per tutta la fascia. I suoi dribbling ubriacanti e il suo senso di squadra potrebbero risultare determinanti anche se l’età ci impone di pensare che subirà del turnover nel corso della stagione. Con il suo 3-4-3 Gasperini ha sempre offerto ottimi nomi per le fantasquadre. Se la conferma di Perotti (FM 6,94, 4 gol, 5 assist) non dovesse bastare, sull’altra corsia agirà il serbo Lazovic, arrivato dalla Stella Rossa con un curriculum che parla di 10 gol in 28 presenze. Nella mezza rivoluzione all’Inter, Hernanes (FM 6,71, 5 gol, 2 assist) verrà con tutta probabilità spostato dietro le punte, anche se nel caso di attacco a 3 il sacrificato sarebbe proprio lui. Alla Juventus si cerca un trequartista di livello europeo, ma Pereyra ( FM 6,58, 4 gol, 2 assist) scalpita e nel turnover che verrà effettuato durante la stagione potrebbe trovare posto proprio dietro le due punte o al massimo nei 3 di centrocampo. I due che saranno tra i più pagati militano nella medesima squadra, Candreva (FM 7,41, 10 gol, 8 assist) e F. Anderson (FM 7,53, 10 gol, 7 assist) hanno trascinato la Lazio in Champions. Mentre per il primo la fase di riconferma è stata superata a pieni voti, il brasiliano deve dimostrare che la passata stagione non è stata un caso,  con l’incognita del doppio impegno italiano e europeo. Nella rivoluzione offensiva del Milan, Jack Bonaventura (FM 6,65, 7 gol, 1 assist) mantiene il suo posto da titolare, spesso giocherà nei 3 di centrocampo ma se la partita lo richiederà agirà nuovamente avanzato dietro le due punte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy