Juventus, l’estro di Rabiot al servizio di Sarri e del Fantacalcio

Il centrocampista francese è l’ultimo acquisto bianconero. Scopriamo come s’inserisce al Fantacalcio e negli schemi di Sarri.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby
rabiot-juventus

Eleganza nei dribbling, precisione nei passaggi, determinazione nei tackle, velocità nel coast-to-coast e personalità da vendere. Adrien Rabiot si è presentato con questo bagaglio calcistico ai cancelli della Continassa, dove questa mattina ha sostenuto le visite mediche per diventare ufficialmente un calciatore della Juventus. Pertanto, dopo Aaron Ramsey e Luca Pellegrini, il centrocampista francese classe 1995 costituisce l’ulteriore rinforzo per Maurizio Sarri nel reparto che la scorsa stagione ha faticato più di tutti gli altri.

Difatti, durante l’ultimo campionato, i ripetuti problemi di salute di Emre Can e Khedira, il calo fisiologico di Bentancur, nonché la stanchezza accumulata da Pjanic e Matuidi, hanno finito per mettere in crisi il centrocampo bianconero, che spesso è stato chiamato agli straordinari con l’inserimento di calciatori fuori ruolo, mancando inevitabilmente di lucidità sia in fase d’impostazione che di difesa. Proprio per evitare che questo si ripeta, la dirigenza juventina ha deciso di muoversi anzitempo sul mercato e di assicurarsi, tra gli altri, il colpo Rabiot a parametro zero.

RABIOT NELLA JUVE DI SARRI E AL FANTACALCIO

240 presenze, 25 goal e 18 assist nei 7 anni trascorsi al Paris Saint Germain, dove il giovane Adrien ha avuto modo di mettersi in luce e impressionare la platea malgrado la sua giovane età, la presenza in rosa di elementi altisonanti come Thiago Motta e Verratti, e il suo carattere difficile che spesso lo ha fatto finire in panchina o addirittura fuori rosa. Non sarà dunque facile per Mister Maurizio tenere a bada il suo estro fuori dal campo, ma sarà altrettanto allettante la scommessa di metterlo al servizio della squadra dentro il campo.

A tal proposito, nel 4-3-3 sarriano, Rabiot s’inserisce idealmente come mezzala sinistra accanto al regista Pjanic e a uno tra Ramsey e Emre Can nel ruolo di mezzala destra. Di conseguenza, ad oggi, in attesa di eventuali nuovi sviluppi di mercato, l’ex PSG entrerà in ballottaggio con Matuidi per un posto da titolare. L’impressione attuale è che il neo-acquisto bianconero possa sul serio far accomodare in panchina il veterano suo connazionale, arrivando a guadagnarsi fin da subito la fiducia di Sarri grazie alla sua migliore tecnica e alla sua spiccata duttilità. In effetti, nel club parigino, oltre alle proprie incursioni in area avversaria e ai suggerimenti per i compagni d’attacco, Adrien ha dimostrato anche di saper giocare all’occorrenza davanti alla difesa e di essere in grado di abbassarsi tra i due centrali difensivi per impostare l’azione da dietro.

In altre parole, si tratta di un’autentica arma multitasking al servizio di Sarri e della Juventus, che da oggi può contare su un centrocampista in più dotato di giovinezza ed esperienza internazionale. Varrà la pena allora provare ad accaparrarselo pure al Fantacalcio, senza svenarsi troppo vista la titolarità ancora incerta. Di sicuro Rabiot ha buoni voti nelle proprie corde e qualche bonus in canna, con cui contribuire alle vittorie dei suoi fantallenatori, oltre che della sua nuova squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy