Iemmello e Parigini al Benevento: gli scenari per il fantacalcio

Doppio colpo tutto italiano per il Benevento, che perfeziona gli acquisti di Iemmello e Parigini. Come cambia l’attacco dei sanniti?

di Alessio Ambrosino, @aleambrosini

Benevento scatenato in queste ore. Dopo l’arrivo di Armenteros, ecco giungere nel Sannio anche Pietro Iemmello e Vittorio Parigini, rispettivamente dal Sassuolo e dal Torino. Colpi quindi dall’Italia per la squadra di Baroni, per rinforzare una rosa che nelle prime due giornate di campionato ha palesato qualche difficoltà. Vediamo insieme i possibili scenari per il Fantacalcio!

IEMMELLO: UN BOMBER DI RAZZA PER LA STREGA

Classe 1992, Iemmello arriva dal Sassuolo per una cifra importante: un milione per il prestito, con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni di euro. Proveniente dal vivaio della Fiorentina, nel corso della sua carriera ha giocato in tantissime piazze, ma è con la maglia del Foggia in Lega Pro che si è fatto conoscere dagli addetti ai lavori e non solo: nella stagione 2015/2016 mette infatti a segno 29 gol in 37 presenze tra campionato e playoff con i rossoneri, guadagnandosi così la chiamata dello Spezia prima, e poi del Sassuolo che ad agosto scorso lo porta in Serie A.  Tanta panchina per lui in neroverde, ma nonostante tutto 5 reti in 17 presenze, con l’exploit di San Siro dove con una doppietta stende l’Inter di Pioli.

Occasione importante adesso al Benevento per lui. Prima punta classica, abile di testa e nel far salire la squadra, Iemmello è il classico centravanti che coniuga bene sia il lavoro con i compagni nella manovra offensiva che la capacità di farsi trovare pronto in area di rigore. In giallorosso avrà la concorrenza di Massimo Coda nel ruolo: i due per caratteristiche fisiche e tecniche sono infatti molto simili, con Baroni che dovrà decidere su chi puntare tra i due.

PARIGINI: FINALMENTE LA GRANDE CHANCE IN SERIE A

Vittorio Parigini è un talentuosissimo esterno offensivo di fascia destra classe 1996. Scuola Torino, ha girato l’Italia in prestito, giocando con Juve Stabia, Perugia, Chievo e Bari. Ma è con la maglia del Grifo perugino che in Serie B si è distinto nelle sue migliori stagioni, come quando nel 2014/2015 mise a segno 4 reti in 30 presenze all’età di 18 anni. Poi un infortunio muscolare nella stagione successiva lo ha messo KO, facendolo arrivare prima al Chievo in A dove non è riuscito ad esprimersi, per poi chiudere la scorsa stagione da gennaio in poi al Bari, senza sussulti con 15 presenze e una sola rete.

Arriva a Benevento a titolo definitivo, firmando un contratto triennale. Come detto è un esterno destro, forte nell’uno contro uno e che spesso arriva sul fondo per fornire cross ai compagni. Sarà essenzialmente la prima riserva di Amato Ciciretti e il Benevento, forte del contratto appena firmato, conterà su di lui anche per il futuro, non solo per questa stagione.

IEMMELLO E PARIGINI: CHE APPETIBILITÀ AL FANTACALCIO?

Analizziamo adesso l’utilità fantacalcistica di questi due prospetti. Partiamo da Parigini, il cui ruolo di riserva appare già da adesso piuttosto chiaro. Al fantacalcio probabilmente è meglio guardare altrove: l’ex granata le sue presenze le farà, ma per la maggior parte delle volte dalla panchina o comunque solo in assenza di Ciciretti dal primo minuto. Inoltre non è mai stato un grande portatore di bonus, e il suo essere listato attaccante non aiuta.

Diverso è il discorso per Pietro Iemmello: lui arriva a Benevento come un probabile titolare dello scacchiere giallorosso. Si giocherà il posto in avanti con Massimo Coda, che come detto in precedenza è la stessa tipologia di giocatore del bomber originario di Catanzaro. Armenteros e Puscas saranno coloro che si giocheranno il posto da seconda punta, dato che per caratteristiche sono adatti a quel ruolo. Iemmello si presenta così come un possibile colpo low cost, anche se non può, per adesso, essere considerato più di un quinto slot per le vostre fantasquadre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy