Hellas Verona, ecco Alessio Cerci: da prendere al fantacalcio?

Alessio Cerci torna in Italia dopo le ultime esperienze nella nostra massima serie al Torino e al Genoa. L’esterno firma per i gialloblu e va a rinforzare il reparto avanzato di mister Pecchia.

di Matteo Previderio

Alessio Cerci torna in Italia, e lo fa vestendo la maglia della neopromossa Hellas Verona, andando a completare un attacco dai nomi altisonanti, giocando al fianco di Cassano e Pazzini.

ALESSIO CERCI, CARRIERA E CARATTERISTICHE TECNICHE

Alessio Cerci è un esterno offensivo classe ’87. Muove i suoi primi passi da professionista nella Roma, dove Capello lo fa addirittura esordire in Serie A. Successivamente tanti prestiti in Serie B, tra Brescia, Pisa e Atalanta. Proprio al Pisa ha la fortuna di incontrare l’attuale Ct azzurro Giampiero Ventura, che ne esalta le qualità. Per via di alcuni infortuni, Cerci termina la stagione (comunque positiva) anzitempo, con 26 presenze, 10 gol e 7 assist.

Dopo vari prestiti, è la Fiorentina a credere seriamente in lui, acquistando il cartellino a titolo definitivo. Alla sua prima stagione in maglia viola, il giocatore chiude con 26 presenze e 7 gol.  Nonostante i 5 anni di contratto a Firenze, Cerci, dopo appena 2 stagioni viene acquistato in comproprietà dal Torino, dove ritrova Giampiero Ventura.

La prima stagione in granata è positiva e Cerci, dopo 35 presenze, 8 gol e 12 assist viene riscattato completamente dal Toro, ma è la seconda stagione quella del vero boom. Ventura, a differenza della stagione a Pisa e del primo anno a Torino, passa dal 4-2-4, ad un 3-5-2, con Alessio al fianco di Ciro Immobile. Una vera e propria intuizione, dato che Cerci chiuderà la sua migliore stagione con 37 presenze, 13 gol e 11 assist contribuendo anche alla qualificazione in Europa League della squadra piemontese.

Dopo questa stagione, l’Atletico Madrid versa 15 milioni nelle casse di Cairo, ma le aspettative non vengono rispettate. Poche presenze e tra il 2015 ed il 2016, due prestiti, prima al Milan e poi al Genoa, ma il Cerci ammirato a Torino è solo un lontano parente. Il 30 Giugno scorso, in accordo con il club spagnolo, ha rescisso il suo contratto, scegliendo l’Hellas Verona per tentare una vera e propria rinascita.


Titolarità: Buona

Salute: Discreta

Bonus: Buono

No malus: Buono

Lega a 8: 5° – 6° slot

Lega a 10: 4° – 5° slot

N.B. Assumendo che venga listato centrocampista


CERCI AL FANTACALCIO, TUTTO DIPENDE DAL RUOLO

Cerci viene acquistato dal Verona per fare principalmente l’esterno alto a destra e dovrà giocarsi il posto con il giovane e talentuoso Daniele Verde, arrivato in prestito dalla Roma. I due sono giocatori molto simili, mancini, amano giocare a destra per puntare l’uomo e rientrare verso la porta. Nelle gerarchie possiamo immaginare che Cerci parta avanti, ma niente di assicurato, soprattutto perchè il mister dovrà valutare la tenuta fisica di Alessio, che dalle ultime due stagioni a Torino non è riuscito più a trovare quella continuità che gli avrebbe permesso la definitiva consacrazione.

Il 4-3-3 di Pecchia, può esaltare sicuramente le sue qualità, e si potrebbe pensare all’acquisto in coppia con Verde. Molto dipenderà dunque dal ruolo che Cerci avrà sul listone al fantacalcio: chiaro che uno status da centrocampista avrebbe decisamente più appeal, e seppur scommessa potrebbe valere la pena spendere qualche credito in più. Fosse invece listato attaccante, meglio non svenarsi: sarà comunque dura migliorare lo score in termini di gol, ma con Pazzini a finalizzare, non mancheranno di certo gli assist e nell’anno del Mondiale, con Ventura CT, il ragazzo vorrà dare il meglio di sé.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy