Genoa, chi sale e chi scende: Piątek e Kouamé rivelazioni, male la difesa

Giunti alla 12a giornata, facciamo il punto sulle 20 squadre di Serie A: in quest’articolo analizzeremo il Genoa e chi, tra i calciatori presenti in rosa, ha soddisfatto o meno le aspettative.

di Salvatore Russo

14 punti su 36 a disposizione per il Genoa, che in 12 giornate ha assistito sia all’esonero di Ballardini con il conseguente ritorno di Juric, che alla conquista della vetta della classifica marcatori avendo in rosa l’attuale capocannoniere della manifestazione. Vediamo allora insieme, ruolo per ruolo, i giocatori utilizzati fin qui dal mister in ottica Fantacalcio. Per ogni ruolo, inseriremo tre categorie che ci permetteranno di capire l’affidabilità di ogni singolo calciatore a livello fantacalcistico: semaforo verde per i giocatori di cui ci si può fidare “ad occhi chiusi” e che hanno ben figurato, semaforo giallo per chi è stato una sorpresa positiva o negativa, mentre il semaforo rosso è per tutti quei profili che è meglio lasciar perdere.


GENOA, PORTA E DIFESA

Il dualismo Radu/Marchetti pre-annunciato ad inizio campionato non ha dato i risultati sperati. Quando chiamati in causa, entrambi i portieri non hanno mostrato sicurezza e hanno macchiato le loro prestazioni con errori più o meno grossolani. Il titolare sembra essere diventato Radu che, ad onor del vero, nonostante l’importante numero di gol subiti nelle ultime gare, sembra stia ritrovando fiducia e condizione, come testimoniano un paio di grandi interventi contro le milanesi.

Le note positive nel reparto difensivo si chiamano Criscito e Romero: tre assist e una media voto del 6,04 per il primo, una rete e una media voto pari a 6,2 per il giovane argentino. Biraschi, che insieme a Criscito è stato il difensore più utilizzato nelle 12 gare, ha chiuso in crescendo le ultime gare, nonostante l’autorete contro il Napoli una media voto appena insufficiente pari a 5,91.

Male invece Spolli, Zukanovic e Gunter quando chiamati in causa nelle rotazioni, con medie voto insufficienti e discreta propensione al cartellino. Tra le riserve, nemmeno un minuto per Lisandro Lopez e Lakicevic, impalpabile invece Pedro Pereira come dimostra la mediavoto pari a 5,57.

SEMAFORO VERDE: Criscito – Romero

SEMAFORO GIALLO: Biraschi – Radu

SEMAFORO ROSSO: Spolli – Zukanovic  – Gunter


GENOA, IL CENTROCAMPO

In mezzo l’unico a raggiungere una media voto sufficiente, pari a 6,18, è stato Romulo. A 5,95 troviamo Bessa, che è però accompagnato da una fanta media di 6,25  in virtù di una rete e di un assist. Lazovic è sul gradino più basso del podio per fanta media, con soli due assist a referto. Sandro invece non è riuscito a trovare quella continuità che tutti si aspettavano a causa dei continui problemi fisici; in prospettiva potrebbe essere lui a portare a la media voto più interessante che per ora, in sei apparizioni, è pari a 5,92.

Veloso è da valutare, in quanto deve ritrovare minuti e condizione. Mazzitelli è sembrato acerbo in diverse circostanze mentre Hiljemark non ha ancora mostrato il suo potenziale. Ai margini Omeonga e Rolon.

SEMAFORO VERDE: Bessa – Romulo

SEMAFORO GIALLO: Sandro – Lazovic – Hiljemark

SEMAFORO ROSSO: Mazzitelli


GENOA, L’ATTACCO

L’attacco è la nota positiva della squadra. L’attuale capocannoniere della Serie A e vera rivelazione di questo avvio Piątek e il giovane “spaccadifese” Kouamé sono in costante crescita. 9 gol per il primo e una media voto pari a 6,58, 2 reti per il secondo accompagnati da tre assist e una media voto pari a 6,41. Se il primo sembra aver smarrito la via della rete con l’arrivo di Juric (nessun gol a referto dopo il cambio in panchina), il secondo è in crescita costante con un movimento senza palla in grado di creare grattacapi a qualsiasi retroguardia.

Più indietro nelle gerarchie dell’allenatore troviamo Pandev, che nelle 7 gare giocate è riuscito a trovare due reti e una fanta media pari a 7,14, e lo sfortunato Favilli che, al netto degli infortuni, è un giocatore che potrà dare una grossa mano in alcuni momenti della partita che ha una fanta media di 6,5. Medeiros non sta confermando quanto di buono fatto vedere nella scorsa stagione, poco spazio per lui in un modulo che difficilmente ne esalterà le caratteristiche. Zero minuti per Lapadula nonostante la cifra importante investita su di lui, uno scampolo per Dalmonte che probabilmente nella sessione di mercato invernale verrà mandato a fare esperienza.

SEMAFORO VERDE: Piątek – Kouamé

SEMAFORO GIALLO: Favilli – Pandev

SEMAFORO ROSSO: Medeiros – Lapadula – Dalmonte

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy