Genoa, Rigoni e Taarabt in ripresa al Fantacalcio

Diversi spunti in ottica Fantacalcio dopo la vittoria esterna dell’ultimo turno. Analizziamoli insieme

di Claudio Cutuli, @cutuli4

Bella prestazione per gli uomini di Juric che, su un campo difficile come quello di Cagliari, sono riusciti a imporre il proprio gioco e strappare una vittoria meritata (2-3 il risultato finale). Da un punto di vista prettamente Fantacalcistico, proviamo ad analizzare cosa aspettarsi da Taarabt e Rigoni (entrambi a segno) per il prosieguo della stagione.

GENOA: TAARABT IN CRESCITA

La novità che subito balza all’occhio è la seguente: il trequartista marocchino, giocando ancor più vicino alla punta centrale rispetto ad inizio campionato, ha la possibilità di rifinire l’azione con le sue grandi qualità, ma soprattutto di entrare maggiormente nel vivo del gioco. Chiaramente, agendo da seconda punta, ha meno compiti difensivi rispetto al ruolo di esterno, il che gli permette di essere più lucido davanti la porta avversaria e di ricevere il pallone un paio di metri più avanti, sfruttando appieno tutta la sua velocità nelle ripartenze. Proprio dai suoi piedi, difatti, è nata l’azione che ha portato i ”grifoni” sull’ 1-0 e qualche altra iniziativa praticamente in fotocopia. Quali controindicazioni? Al momento, dovendo sobbarcarsi  comunque un minimo di lavoro di raccordo tra centrocampo e attacco, non sembra ancora avere i 90′ nelle gambe (Tutt’al più una 60ina di minuti di autonomia).

GENOA: LUCA RIGONI SOLUZIONE IMPREVEDIBILE

Il centrocampista pare essere tornato ai suoi livelli abituali. Gol a parte, risulta solido, attento e bravo in entrambe le fasi, proprio come il Rigoni degli scorsi anni. Schierato come mezzala destra in un 3-5-2 classico, è ovunque: copre la sua zona di competenza con dovizia, si propone in avanti e si inserisce sui cross provenienti dalla fascia opposta. In fase difensiva lo si è visto allargarsi spesso a destra quasi a fare l’ala, mentre in fase offensiva si è piazzato nella tipica posizione della mezzala box-to-box, più avanzato rispetto al collega Bertolacci sulla sinistra. Con lui la squadra acquista equilibrio a centrocampo e una soluzione decisamente imprevedibile davanti. Quali controindicazioni? Si alternerà probabilmente con Omeonga in quella posizione, ragion per cui potrebbe risentirne in termini di minutaggio causa staffetta a partita in corso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy