Focus on: Stevan Jovetić, talento al servizio del +3

Jovetić torna in Italia alla corte di Mancini: la nostra analisi fantacalcistica

di Nicolò Premoli, @NicoloPremoli

E’ ufficiale: Stevan Jovetić vestirà la maglia nerazzurra per le prossime due stagioni. Un ritorno davvero importante per il nostro campionato, un acquisto che animerà senza dubbio le aste di inizio stagione in ogni Lega sparsa per lo stivale. Proveniente dal Manchester City, dove ha vinto la Premier nella stagione 2013/14, Jovetic approda alla corte di Mancini per dar man forte all’attacco…e al vostro Fantacalcio. Titolarità: Buono Salute: Discreto Bonus: Buono No Malus: Buono Lega a 8: 3° slot Lega a 10: 2° slot  

Jo-Jo tra centrocampo e attacco

Tutti voi ricorderete senza dubbio del passato alla Fiorentina di Jovetic, un passato decisamente illustre e ricco di bonus. Bando all’amarcord, facciamo parlare un po’ le statistiche. L’esordio in Serie A del montenegrino arriva nella stagione 2008/09. All’epoca Jovetic è ancora un diciottenne ma ha davvero doti e talento da vendere. Listato da centrocampista a fine anno avrà accumulato un bottino di 29 presenze, 2 goal e un assist. L’anno successivo aumenta decisamente il suo peso specifico in termini di bonus: 6 goal e 6 assist che gli garantiscono una FM pari a 7,02 punti e una media voto del 6,24.

Jovetic
Listato centrocampista, Jovetic fa la gioia dei suoi possessori
Nella stagione 2010/11 arriva però un brusco stop causato da un pesante infortunio che gli consente una sola presenza in tutto l’arco del campionato. E’ però soltanto un passo indietro nella lunga corsa all’esplosione definitiva dell’annata 2011/12: in 27 presenze Jo-Jo metterà a segno 14 gol (un rigore sbagliato), 3 assist per una FM del 7,66 (media voto: 6,22). Il tutto quando è ancora listato da centrocampista: un affarone che poteva davvero fare la differenza. La musica cambia nel 2012/13 quando la Gazzetta sposta Stevan tra gli attaccanti. Un’evoluzione del tutto naturale per un giocatore schierato in posizione avanzata. Cambia il ruolo ma i bonus sono sempre tanti: 13 gol, 4 assist per una FM che scende di poco a 7,42 e una media voto del 6,18.

Dal City all’Inter: dove agirà Jovetic?

Come detto, un giocatore come Jovetic farà gola a tanti. Scordatevi di vederlo listato a centrocampo: i tempi della Fiorentina sono ormai passati e si scatenerebbe una guerra a colpi di rilanci esasperati per portarlo a casa. Il mercato dell’Inter è lontano dall’essere concluso: secondo diverse indiscrezioni è vivo l’interesse per Perisic Felipe Melo, già compagno del montenegrino alla Fiorentina. Con questi arrivi Mancini virerebbe sul 4-3-3 e Jovetic sarebbe impiegato come esterno di attacco. Non sarebbe certo il ruolo ideale per il montenegrino che potrebbe impiegare qualche giornata per adattarsi ai dettami del mister.

E se non fosse 4-3-3?

Alternative? Mancini l’anno scorso ha più volte provato il 4-2-3-1 pur schierando giocatori come Hernanes fuori ruolo. Manca ancora un esterno sinistro per proporre questo modulo ma, nel caso in cui 4-2-3-1 dovesse essere, il montenegrino sarebbe utilizzato come trequartista alle spalle di Icardi. Ultima ipotesi è quella del 4-3-1-2, ipotesi che renderebbe certo molto appetibile il Profeta ma che vedrebbe Jovetic in ballottaggio con Palacio per un posto a fianco del solito Icardi. In questo caso Jo-Jo perderebbe forse un briciolo di appetibilità ma – vista la non esaltante stagione di Palacio – potrebbe partire avanti nelle gerarchie. Attenzione però agli infortuni: Jovetic non è certo indistruttibile, anzi. Indipendentemente dal ruolo in cui verrà schierato e toccando ferro con riguardo alla salute fisica, siamo comunque di fronte ad un giocatore che potrà fare senza dubbio la differenza soprattutto in leghe numerose. Dalle prossime amichevoli potremo carpire senza dubbio interessanti informazioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy