Focus On – André Silva, Milan: la scheda fantacalcio

Focus On – André Silva, Milan: la scheda fantacalcio

Il Milan in poche ore ha perfezionato il colpaccio per il proprio attacco: André Silva è il nuovo centravanti dei rossoneri. Vediamo insieme cosa può dare al Fantacalcio!

di Riccardo Cerrone, @riki171980

Mancava solo l’annuncio ufficiale, ora abbiamo anche quello. Grazie ad un incredibile lavoro sotto traccia dell’accoppiata Mirabelli-Fassone, il Milan si è aggiudicato le prestazioni sportive di André Miguel Valente Silva da Baguim do Monte, meglio noto come André Silva. Il giovane attaccante, ex Porto, arriva in Italia con una trattativa lampo, in cui il Milan ha investito ben 38 milioni di Euro siglando con il ragazzo un contratto quinquennale.


Titolarità: Buona

Salute: Ottima

Bonus: Buono

No Malus: Discreto

Lega a 8: 3° slot

Lega a 10: 2°-3° slot


 

ANDRÉ SILVA: CARATTERISTICHE TECNICHE

“È un attaccante atipico per la sua stazza”: ecco cosa dicono gli osservatori che lo seguono sin da quando era bambino. Oggi André Silva sfiora i 186cm di altezza, ma fisicamente gode di una mobilità tale che gli permette anche di giocare in profondità e quindi sapersi esprimere anche come una seconda punta. Nella sua ultima stagione, in cui ha demolito il record di gol messi a segno da un giovane come Fernando Gomes nel 1977/78, ha giocato da punta centrale o da rifinitore dietro a Tiquinho: per questo André Silva è un calciatore completo. Cresciuto con il mito di Deco e sotto l’ala protettiva di Cristiano Ronaldo, il ragazzo classe ’95 appartiene a quella schiera di attaccanti oggi definiti “moderni”, che sa segnare, ma sa anche dialogare con la squadra, dotato di un ottimo possesso palla. L’identikit perfetto del centravanti di Montella, giusto?

ANDRÉ SILVA: CHE UTILITÀ AL FANTACALCIO?

Il ragazzo dovrà sicuramente ambientarsi e conoscere la Serie A ma, a suo favore, va impugnato un curriculum vitae che già fa spavento: nella stagione 2016/2017 con il Porto ha messo a segno 21 reti e 8 assist in 44 partite, ma ben 4 di questi gol sono stati messi a segno in Champions League tra preliminare (segnando anche alla Roma), girone ed ottavi di finale in cui ha affrontato la Juventus di Dybala & Friends.
Al netto di movimenti di mercato dovrebbe essere il centravanti di riferimento del Milan di Montella, ma può agire anche da seconda punta o da esterno, come fatto nell’ultimo Europeo vinto proprio dal Portogallo. Come dire, chiamati i top, dopo si potrebbe fare una puntata su André Silva, e chissà che non ci si ritrovi un bomber nel taschino della camicia.

ANDRÉ SILVA: MI MANDA CRISTIANO RONALDO

“In Portogallo – ha detto CR7 – quando smetterò io ci sarà André Silva al top, potete stare sereni”. Da quel che si dice, non è che il ragazzo avesse bisogno di flebo di autostima: chi lo conosce bene riferisce di un ego di una certa rilevanza per il giovane portoghese. Ma il timbro sul suo passaporto è di quelli che ti aprono tante porte, parola di CR7.
Sta al giovane lusitano ora smentire tutti, scrollarsi dalle spalle quella pesante eredità per cui “il Portogallo non ha mai avuto un grande centravanti, un grande numero 9”. Lo sperano tutti, Montella per primo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy