Focus on – Massimo Coda, Benevento: la scheda fantacalcio

Focus on – Massimo Coda, Benevento: la scheda fantacalcio

Il Benevento piazza il primo colpo per la massima serie: stiamo parlando del bomber ex Salernitana Massimo Coda. Sarà un buon prospetto per il Fantacalcio? Scopriamolo insieme!

di Alessio Ambrosino, @aleambrosini

Primo squillo di mercato per il neopromosso Benevento: è stato infatti concluso il trasferimento in giallorosso dell’attaccante Massimo Coda, proveniente dalla Salernitana. Un colpo quindi nel reparto avanzato per i sanniti, al loro primo anno in Serie A: ma quanto sarà appetibile questo nuovo acquisto  al Fantacalcio? Vediamolo insieme, in questo focus incentrato sul nuovo bomber della squadra di Baroni.


Titolarità: Buona
Salute: Ottima
Bonus: Buono
No Malus: Buono
Lega a 8: 5° – 6° slot
Lega a 10: 5° slot


MASSIMO CODA: CARRIERA E CARATTERISTICHE TECNICHE

Classe 1988, Coda ha iniziato la carriera nelle giovanili della Cavese, squadra della sua città natale. Da lì in poi ha intrapreso un vero e proprio “tour” calcistico, che lo ha condotto in diverse piazze italiane ma anche estere. La sua prima squadra nel professionismo è stata infatti il Bellinzona, dove colleziona 21 presenze nella Serie B svizzera a soli 18 anni, senza però segnare nessun gol. Arriva così il ritorno in Italia, dove con Treviso prima e Crotone poi, non trova fortuna, giocando pochissimo. Giunge per lui la prima grande occasione per mettersi in mostra, nella stagione  2008/2009, con la maglia della Cremonese in Lega Pro: 3 stagioni con i “grigi” e 24 gol in 85 presenze. Ed è così che si fa notare dal Bologna, che lo acquista nella stagione 2011/2012. In rossoblu non riesce mai ad esprimersi, venendo poi mandato in prestito al Siracusa e al San Marino, sempre in Lega Pro. L’annata della sua consacrazione, si concretizza quando si trasferisce (via Parma, che ne acquista il cartellino) al ND Gorica, squadra satellite dei gialloblu nel campionato sloveno. 18 gol in 33 presenze, che gli valgono la chiamata nella rosa dei parmigiani. È qui che Coda si fa conoscere al meglio dagli addetti ai lavori, con 18 partite e 2 gol in Serie A. Con il fallimento degli emiliani, viene acquistato dalla Salernitana, diventandone poi nelle due stagioni in granata l’autentico trascinatore: 85 presenze, 33 gol, 10 assist. Davvero non male.

Per Massimo è giunto quindi il momento di rapportarsi con la Serie A, già affrontata nell’anno di Parma. Il Benevento ha deciso di puntare forte su di lui in attacco, magari affiancandolo a Ceravolo, oppure come unico riferimento offensivo nel 4-2-3-1 di Baroni. Coda infatti è la classica prima punta, abile in area di rigore, ma che anche bravissima a far salire la squadra. Inoltre nello sviluppo della manovra, risulta fondamentale con le sue sponde e la sua potenza fisica. Un giocatore prezioso quindi in fase realizzativa, ma anche durante la costruzione del gioco. È dotato inoltre di una tecnica di base piuttosto avanzata, guardate qui ad esempio che gol si è inventato nella passata stagione…

Massimo Coda si inventa un eurogol in Spal – Salernitana 3-2

MASSIMO CODA AL FANTACALCIO

Arriviamo quindi adesso al nocciolo della questione: Coda va preso o no al fantacalcio? A determinate condizioni la risposta è . Innanzitutto non va strapagato; è bene ricordare che parliamo pur sempre di un attaccante di una neopromossa, con poca esperienza in Serie A. Ma ad un pezzo ragionevole, un suo acquisto è da tenere in piena considerazione. Per quanto concerne la titolarità, difficilmente Baroni non gli affiderà le chiavi dell’attacco: anche perché Ceravolo non rappresenta un problema in termini di concorrenza, dato che il capocannoniere dei giallorossi dello scorso campionato, può tranquillamente giocare come seconda punta. Come slot siamo intorno al quinto/sesto in leghe a 8 partecipanti, mentre dai 10 in su potete spingervi a considerarlo a tutti gli effetti come un quinto slot (sempre nel caso riusciate a costruire un buon attacco di titolari). In casa il Benevento proverà a costruirsi la salvezza: il Vigorito sarà il dodicesimo uomo in campo dei sanniti, pertanto nelle sfide interne, Coda al fantacalcio potrebbe rivelarsi un fattore. Diverso il discorso in trasferta, dove un suo impiego è da valutare di partita in partita.

In sintesi, Coda può essere una buona punta low cost per la prossima stagione. Che sia lui il futuro Falcinelli del campionato 2017/2018?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy