Focus on: Ferreira Carrasco, 22 anni di corsa e sacrificio

Focus on: Ferreira Carrasco, 22 anni di corsa e sacrificio

A 22 non è facile giocarla una finale di Champions, figuriamoci quasi deciderla: da subentrante realizza l’1-1 che permette all’Atletico Madrid di avere altri 30 minuti per prendersi la coppa. Com’è arrivato fino a qui? Facciamo un passo indietro…

di Piergiuseppe Musolino, @PiergiuMusolino

Un metro e ottanta, classe ’93, ala sinistra agile, 25 gol in 146 match conditi da 29 assist; questi numeri non appartengono a un giocatore in particolare, non sono eccelsi come quelli di Ronaldo o Messi.  Cos’è che caratterizza Yannick Ferreira Carrasco allora? La consapevolezza di avere i colpi del campione. I numeri arriveranno…

FERREIRA CARRASCO: CARATTERISTICHE TECNICHE

Il Belgio è al giorno d’oggi una delle fucine più importanti a livello mondiale capace di sfornare talenti come Benteke, Courtuois e De Bruyne e potrà contare soprattutto su di loro per Euro 2016. Una nazione giovane, fresca, che pecca sicuramente d’esperienza, ma ha le armi per spazzare via le vecchie generazioni. Come Carrasco: ha sempre messo in chiaro che lui non è la riserva di nessuno, anche Simeone lo sa, anche perchè nella rosa dei Colchoneros non molti possono considerarsi più forti. Anche perchè Yannick è cresciuto sempre con il pensiero di doversi guadagnare il posto: quando dal Genk U19 pasò al Monaco B sapeva già che per fare colpo su Ranieri, il suo allenatore ai tempi, doveva rimboccarsi le maniche e giocare. Ma è proprio grazie a lui se l’attuale allenatore del Leicester ha ottenuto un’insperata promozione in Ligue 1 al primo tentativo: 6 gol e 6 assist in 27 partite a neanche 18 anni. Poi la Ligue 1, in una stagione non troppo felice nè per lui, nè per il Monaco. Solo 3 gol e 3 assist nel 2013, dove si sente però il profumo della svolta: con abili mosse il presidente del Monaco decide di investire sulla squadra e porta calciatori del livello di Falcao, James Rodriguez e William Carvalho. La squadra aumenta di spessore e Yannick un pò si defila, difatti sono più i suoi assist che i gol (10 su 6), ma le grandi squadre vogliono lui e non i sopracitati. Per problemi finanziari anche James se ne andrà, anche se non molto lontano da lui: il 10 luglio 2015 passa all’Atletico Madrid per 20 milioni di euro, mentre James indosserà la 10 delle merengues. La mentalità di Ferreira Carrasco non cambia: è un assistman nato, un uomo che si applica appieno per la squadra, ma sa anche quando agire da solo.

FERREIRA CARRASCO: CHE UTILITA’ AL FANTAEUROPEO?

Yannick dovrà dimostrare molto a Simeone e alla dirigenza spagnola in questo Europeo; per lui, tanto per cambiare, si profila un campionato da riserva, visto che difficilmente riuscirà a trovar spazio fra De Bruyne, Hazard e Origi. Solo 4 apparizioni con la maglia belga in carriera per lui, e 5 gol in più di 40 partite con le nazionali giovanili. Wilmots sa però di poter contare su di lui in qualsiasi momento, e spesso lo vedremo protagonista del match solo nella seconda frazione. Non è il perfetto calciatore da “fantacalcio”: spesso le sue giocate possono essere viste come eccesso di egoismo, e magari punite dai pagellisti. Ma Yannick è più un calciatore da “sensazione”: da schierare in quelle partite chiuse, rigide, da catenaccio, che solo un talento cristallino come lui può sbloccare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy