Focus on – Felipe, Spal: la scheda fantacalcio

Ennesima tappa nella carriera del centrale brasiliano. Potrà tornare utile al fantacalcio? Scopriamolo insieme!

di Claudio Cutuli, @cutuli4
Felipe - Udinese

Continua l’incessante opera di rafforzamento della rosa per gli estensi, pronti ad accogliere tra le propria fila il forte centrale brasiliano. Di seguito l’identikit per capire meglio, fantacalcisticamente parlando, la sua utilità.


Titolarità: Buona

Salute: Ottima

Bonus: Scarso

No Malus: Sufficiente

Lega a 8: 7° slot

Lega a 10: 6° slot


FELIPE – CARRIERA E CARATTERISTICHE

Felipe Dal bello, classe 1984, può vantare un curriculum di tutto rispetto in Serie A (350 presenze dal 2002 ad oggi). Mancino naturale, la sua carriera inizia da Udine, club in cui cresce nelle giovanili e con il quale esordisce in prima squadra. Durante gli anni in Friuli, oltre a rappresentare un baluardo insuperabile, dimostra anche uno spiccato senso della posizione e una grinta fuori dal comune. Proprio al culmine della carriera, un’ernia inguinale prima e una distorsione alla caviglia (con interessamento ai legamenti) dopo lo frenano, costringendolo ad alcuni mesi di stop . Risolti i vari problemi di natura fisica, è la Fiorentina a tesserarlo, schierandolo per 23 volte in totale durante la stagione 2010/2011. Dopo la parentesi gigliata, inzia il lungo girovagare del carioca: Cesena e Siena sono solo mete di passaggio, mentre Parma diviene un’occasione imperdibile per rilanciarsi definitivamente. A causa della crisi societaria crociata, però, Felipe rescinderà il contratto dopo 33 presenze spalmate in due stagioni. A completare il quadro c’è l’infelice esperienza all’Inter nel 2015 ed il seguente ritorno a Udine, con due stagioni disputate da titolarissimo. È un difensore fisicamente ben strutturato, che fa del gioco aereo la propria arma migliore. Pecca in velocità, ma in una difesa a 3 (che diventa a 5 in fase di non possesso) potrà ancora dire la sua.


FELIPE  AL FANTACALCIO

Veniamo ora alla parte più interessante: l’appeal fantacalcistico. Nell’identità della difesa romagnola andrà a collocarsi come terzo centrale di sinistra della difesa a tre. Ad oggi, a mercato ancora aperto, non ha concorrenza nel suo ruolo, ma probabilmente gli verrà affiancato un giovane difensore di belle speranze a cui farà da ”chioccia”. In quel di Udine ha ricoperto per buona parte della passata stagione – e con ottimi risultati – anche il ruolo di terzino sinistro, poliedricità ben accetta in ambito fantacalcistico. Metterà a disposizione della compagine spallina il proprio bagaglio d’esperienza  maturato in massima serie, provando a conquistare i tifosi a suon di interventi decisivi. Tuttavia sarà a rischio costante  di cartellino, variabile da non sottovalutare quando si tratta di neopromosse. Si può quindi pensare di puntare su di lui? Si, ma come semplice tappabuchi dal voto assicurato e nulla più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy