Fiorentina, Simeone gol cercasi: solo stanchezza?

Fiorentina, Simeone gol cercasi: solo stanchezza?

Simeone dopo 7 gare è a quota 2 gol, la Fiorentina ed i suoi possessori si aspettavano di più, vediamo come potrebbe proseguire la stagione

di Francesco Spada, @MoradinGE

La Fiorentina ed i suoi possessori al fantacalcio vorrebbero qualcosa di più da Simeone in termini realizzativi, 2 gol segnati in 7 gare sono un magro bottino e se consideriamo che uno di questi è stato segnato nel recupero contro la Sampdoria, molti potrebbero esserselo “perso” avendo utilizzato un voto politico: oltre il danno la beffa.

I motivi possono essere molteplici, sia da questioni del singolo che la porta ancora non la vede benissimo sia per motivi tattici visto il lavoro che Pioli chiede alla sua punta. I nostri esperti si sono espressi sul forum sulla questione, ecco cosa ne pensano:

La situazione di Simeone potrebbe sembrare meno grave del previsto, essendo il giocatore semplicemente molto stanco. In realtà è grave perché l’unico modo per eliminare il problema sarebbe quello di tenerlo a riposo, ma per ora ciò è stato impossibile e non è possibile criticare Pioli da questo punto di vista. Il trentaseienne Thereau e il diciottenne  da sgrezzare Vlahovic, per ovvie ragioni, possono essere al massimo delle alternative in corsa. L’unica soluzione dal primo minuto potrebbe essere quella di Mirallas falso nueve, ma solo in determinate circostanze e contro determinati avversari. Questa soluzione la si è vista a San Siro contro l’inter – a gara in corso – solo perché il Cholito stava giocando talmente male che in un modo o nell’altro doveva essere tolto, ma con il calendario molto impegnativo che la Fiorentina ha avuto in questi ultimi venti giorni non si poteva pensare a un Mirallas centravanti titolare dal primo minuto, anche perché il belga resta pur sempre un’ala adattabile al ruolo di attaccante, non il contrario. E in un gioco come quello di Pioli che ha continuo bisogno di un apriscatole che lotti e si sbatta contro le difese avversarie per aprire spazi agli inserimenti di ali e mezzali e tenga palla per evitare che il baricentro della squadra si abbassi troppo, l’ex Everton non sembra essere la figura adatta. La stessa Spal, l’unica avversaria non di alto/medio-alto livello che la Fiorentina ha affrontato dalla ripresa dopo la prima sosta per le nazionali, arrivò a Firenze con il ruolino di marcia e, numeri alla mano, pure con la difesa di una big, anche se poi alla fine ne ha presi tre. Ma prima della partita questo non si poteva sapere e si doveva affrontare l’undici di Semplici con la migliore formazione possibile, nei limiti di un turnover comunque impossibile in attacco per le ragioni sopra dette.
In sintesi, se il Cholito non si riposa non può migliorare, ma non può riposarsi perché manca chi lo può fare riposare. E quindi non può migliorare. Neppure le soste possono aiutare più di tanto, perché è stato pure convocato dall’Argentina. A gennaio si spera che la società metta una pezza, seppure con il consueto ritardo, alla questione attaccante di riserva; fino ad allora bisognerà sperare che Thereau e Vlahovic riescano a fornire un briciolo di garanzie in più, almeno per permettere all’allenatore di sostituire Simeone a gara in corso con maggiore frequenza, e puntare soprattutto sulla soluzione-Mirallas falso nueve. Vediamo nelle settimane dopo la sosta – la prossima, manco a dirlo, è un’altra partita difficile, la trasferta in casa della Lazio -, quando il calendario dovrebbe dare una mano maggiore.

SIMEONE, COME GESTIRLO AL FANTACALCIO

Come appena detto la situazione è complessa, la troppa stanchezza accumulata influisce negativamente sulle sue prestazioni, ponendo molti dubbi su un suo utilizzo al fantacalcio anche in partite alla portata. Per la prossima giornata contro la Lazio lo si può tranquillamente mettere in panchina, anche a rischio di perdersi un eventuale  gol a sorpresa, per poi valutarlo dopo la sosta.
Per il proseguo della stagione andrà valutato di volta in volta, Pioli difficilmente ci rinuncerà e quindi il voto potrà essere assicurato, al fantacalcio però contano i bonus e su quelli non possiamo sbilanciarci più di tanto anche se possiamo tranquillamente dire che l’obbiettivo dei 15 gol stagionali è tutt’altro che tramontato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy