Fiorentina, Pjaça: il talento che non decolla

L’attaccante croato stenta a ritrovarsi ormai da tempo e non sta sfruttando le chance in maglia viola. Analizziamo il suo momento.

di Fabio Cancemi

La stagione di Marko Pjaça con la maglia della Fiorentina si è rivelata fin qui nettamente al di sotto delle aspettative. L’esterno offensivo croato, che nei piani doveva assicurare il salto di qualità alla manovra offensiva di Pioli, non è riuscito a incidere né a dar luogo a quel processo di crescita che in tanti si auspicavano e aspettavano.

FIORENTINA, PJAÇA: LA SCOMMESSA CHE NON VA

Arrivato in viola tra l’entusiasmo generale e circondato da grandi attese, Marko Pjaça sta faticando tremendamente ad ingranare e rendersi utile alla squadra. Il giovane croato, prelevato in prestito dalla Juventus, nell’immaginario di Pioli e tifosi, avrebbe dovuto rappresentare un punto fermo nel tridente con Simeone e Federico Chiesa. Nulla di tutto ciò si è al momento verificato. L’esterno d’attacco è partito solamente sette volte da titolare tra le fila gigliate, fornendo prestazioni abbastanza mediocri, anche da subentrante, e mettendo a referto 1 gol. Rendimento, per farla breve, alquanto deludente per un giocatore che in passato aveva mostrato ben altri colpi.

In molti ricorderanno gli sprazzi di talento cristallino mostrati da Pjaça ad Euro 2016: dribbling formidabile, tecnica sopraffina e gran velocità nello stretto. Colpi che convinsero la Juventus ad acquistarlo quando era appena ventenne. Una carriera, insomma, che sembrava promettere traguardi luminescenti. Tuttavia, complice una serie di infortuni anche piuttosto gravi, il croato non ha mai trovato continuità in maglia bianconera e problemi simili ha riscontrato lo scorso anno durante il prestito allo Schalke 04.

La Fiorentina doveva allora rappresentare una grande occasione di rilancio, un’opportunità unica per giocare con continuità in una piazza ambiziosa, che gli consentisse di riprendere quel percorso di crescita che ormai da tre anni si è arrestato. Nulla, però, sta andando come nelle previsioni e Marko Pjaça sta facendo molta fatica ad inserirsi nel 4-3-3 di Pioli e a mostrare quelle grandi doti che, prima di approdare in Italia e patire diversi problemi fisici, ci aveva fatto ammirare. Nonostante non stia avendo particolari guai a livello fisico quest’anno, l’esterno croato sembra bloccato a livello mentale e spesso non tenta la giocata restando, così, anonimo sulle fasce laterali e non riuscendo mai a pungere o trovare la giocata vincente.

La Fiorentina, ricordiamo, lo ha prelevato in prestito con diritto di riscatto fissato a 20 milioni, ma va da sé che con tale andamento difficilmente i gigliati decideranno di riscattare l’attaccante. Il timore, speriamo infondato, è a questo punto quello di non ammirare più il talento che aveva attirato le attenzioni di mezza Europa.

FIORENTINA, PJAÇA AL FANTACALCIO

Il gol siglato contro la Spal alla quinta giornata era sembrato il possibile punto di inizio di una stagione in crescendo. In realtà, da quel match Pjaça non ha più regalato bonus ai suoi fantapossessori.

Memori delle grandi doti che il croato aveva mostrato in passato e con la convinzione che a Firenze il giocatore si rilanciasse definitivamente, tanti fantallenatori lo hanno acquistato come 3/4 slot in leghe ad 8, aspettando di ritrovarsi in rosa, prima o poi, una scommessa dal sicuro rendimento. Dati alla mano però, le cose non stanno così: tredici presenze, delle quali solo 7 da titolare, 1 solo gol all’attivo e una FM pari a 6.

E allora, come bisogna comportarsi con lui al Fantacalcio? Trascorse quindici giornate, ci sarebbero i presupposti per tagliarlo dalle vostre fantarose senza grosse remore, specialmente se doveste avere la possibilità di accaparrarvi qualche punta, anche non blasonata ma che almeno vi regali qualche bonus in più. Potreste anche provare a scambiarlo, ammesso che ci sia qualcuno disposto ad accettare uno scambio che coinvolga il croato, la cui appetibilità è giunta ai minimi storici.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy