Fantacalcio Serie A: i 5 “desaparecidos” da rilanciare e sottopagare all’asta

Vediamo cinque giocatori che la scorsa stagione sono rimasti in secondo piano, per scelte tecniche o per infortunio, e che ora possono essere rilanciati al Fantacalcio.

di Patrizia Monaco
Fantalcalcio: i 5

Mancano ancora due mesi all’inizio del campionato di Serie A, ma sono già tantissimi coloro che, con un piede in spiaggia ed un orecchio alle ultime notizie di mercato, iniziano già a fantasticare su quella che potrebbe essere la loro futura rosa al Fantacalcio.

Tralasciando i grandi nomi che già in queste settimane riempiono le prime pagine dei quotidiani sportivi, una delle maggiori qualità dei fantallenatori più esperti risiede nel riuscire a individuare quei calciatori che nella precedente stagione sono rimasti nell’ombra, per un motivo o per un altro, e che invece nei prossimi mesi potrebbero tornare in auge e risultare decisivi per chi sceglie di credere nuovamente in loro, nonostante lo scetticismo (o la dimenticanza) altrui.


DA BONAVENTURA A PASTORE: I CINQUE GIOCATORI DA RIVALUTARE AL FANTACALCIObonaventura-milan

Giacomo Bonaventura

Ecco, poco fa abbiamo usato il termine “dimenticanza” facendo riferimento proprio ai casi come quello di Jack Bonaventura: il centrocampista del Milan non è mai stato un vero e proprio top di centrocampo, ma nel corso degli anni si è sempre dimostrato un ottimo elemento su cui puntare senza spendere cifre esagerate. Capace di portare a casa voti quasi sempre positivi e qualche bonus, soprattutto sotto la guida di Gattuso, è stato costretto però a fermarsi per un serio intervento al ginocchio che lo ha fatto finire fuori dai radar per molte settimane, fino all’operazione che lo ha condannato a chiudere la stagione anzitempo. Adesso che Ringhio non è più allenatore del Milan, risulta difficile prevedere come il numero 5 riuscirà ad adattarsi agli schemi di Marco Giampaolo, ma una cosa è certa: se dovesse passare inosservato in sede d’asta, tenetevelo come asso nella manica e assicuratevelo in rosa senza pensarci troppo su.


Fantalcalcio: i 5 "desaparecidos" da rilanciare (e sottopagare)

Lucas Castro

Seguendo il medesimo discorso fatto per Bonaventura, anche Lucas Castro ha dovuto fare i conti con un grave infortunio, ovvero la rottura del legamento crociato. Per lui i giorni trascorsi lontani dal campo sono stati ben 166 (25 partite in totale) e questo non ha fatto altro che gettare nello sconforto i fantallenatori che, pur pagandolo relativamente poco, nella prima parte della stagione avevano potuto contare su un rendimento ben al di sopra delle più rosee aspettative. Per la prossima stagione il numero 29 tornerà a completa disposizione del Cagliari, come già dimostrato nelle ultimissime uscite dello scorso campionato, e avrà voglia di recuperare il tanto tempo perso lo scorso anno, assicurando soprattutto un’ottima media voto ed una buona propensione al bonus, sia pesante che leggero.


Fantalcalcio: i 5 "desaparecidos" da rilanciare (e sottopagare)

Douglas Costa

Durante il suo primo anno in Italia, il brasiliano aveva conquistato tutti grazie alla sua velocità, la sua precisione nei cross e dunque una buona propensione al bonus, soprattutto quelli leggeri. Con l’arrivo di CR7 a Vinovo, in molti erano convinti che per Douglas Costa fosse arrivato il momento di alzare l’asticella e puntare ad un numero più elevato di assist, grazie alla presenza di un finalizzatore come il portoghese all’interno dell’area avversaria. Purtroppo tutto questo non è accaduto e anzi, i numeri impietosi parlano chiaro e raccontano di un’annata disastrosa per l’esterno classe 1990: appena un gol messo a referto, una squalifica seguita ad un gesto inqualificabile nella prima parte di stagione, ma soprattutto una lunga serie di infortuni che ne hanno minato costantemente il rendimento in campo. Adesso che i guai fisici sembrano appartenere al passato e con l’arrivo di mister Sarri sulla panchina della Juventus, Douglas Costa ha voglia di stupire e di ricordare il motivo per cui la società bianconera aveva scelto di puntare forte su di lui due anni fa. Approfittate della sua svalutazione per acquistarlo al Fantacalcio.


Fantalcalcio: i 5 "desaparecidos" da rilanciare (e sottopagare)

Paulo Dybala

Di lui se ne potrebbe parlare tanto: il talento c’è e lo conosciamo tutti, così come la capacità di trascinare un’intera squadra a suon di gol e giocate mozzafiato. Nella stagione 2017-2018 ha stupito tutti per i tanti gol messi a segno, facendo la fortuna dei fantallenatori che se lo erano assicurati al Fantacalcio. Con l’approdo di Cristiano Ronaldo alla Continassa, in molti si sono chiesti quale potesse essere la reazione dell’argentino: sarebbe diventato una degna spalla del fuoriclasse portoghese oppure un giocatore destinato a finire nell’ombra? Alla fine dei conti a prevalere è stata l’incapacità del numero 10 di adattarsi ai nuovi schemi juventini, finalizzati soprattutto a valorizzare il cinque volte Pallone d’Oro: con appena 5 gol e 4 assist, quella da poco trascorsa è stata la peggior stagione di Dybala da quando gioca in Italia. Con l’arrivo di Sarri, il calciatore classe 1993 potrebbe essere oggetto di una vera e propria rinascita, anche se non si spengono le voci di mercato che lo vorrebbero lontano da Torino già nelle prossime settimane. Se dovesse rimanere in Italia, puntate comunque sulla Joya che non vorrà di certo replicare le scarse prestazioni degli scorsi mesi ma, anzi, vorrà farsi valere per dimostrare di non essere secondo a nessuno (anche al Fantacalcio).


Fantalcalcio: i 5 "desaparecidos" da rilanciare (e sottopagare)

Javier Pastore

Concludiamo con il calciatore argentino, arrivato a Roma la scorsa estate tra l’entusiasmo generale e la curiosità di chi ricordava le sue prodezze con la maglia del PSG. Ad oggi possiamo dire che il buon Pastore non è riuscito affatto a ripagare la fiducia dimostratagli sin da subito dai tifosi giallorossi, nonostante i due prestigiosi gol di tacco segnati ad inizio stagione contro Atalanta e Frosinone. A incrinare il rapporto tra il fantasista e l’ambiente capitolino sono stati soprattutto i tanti infortuni al polpaccio che lo han costretto a rimanere lontano dal campo per ben sedici partite di campionato. Va da sé che anche i fantallenatori che lo scorso agosto spesero fior di quattrini per averlo in rosa, lo hanno eletto come peggior flop dell’anno e la sensazione è che, qualora Pastore dovesse rimanere con la maglia della Roma anche nei prossimi mesi, il suo valore di fantamercato risulterebbe ai minimi storici ed è per questo motivo che voi potreste approfittarne, puntando sulla sua voglia di riscatto e sul cambio di allenatore sulla panchina giallorossa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy