Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: le 5 scommesse vinte

Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: le 5 scommesse vinte

Andiamo a rivedere i cinque calciatori che, durante la stagione 2018-2019, da perfetti sconosciuti sono diventati dei top al Fantacalcio.

di Patrizia Monaco
Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: le 5 scommesse vinte

Una delle cose più belle del Fantacalcio, oltre al fatto di vincerlo, è la possibilità di vantarsi con i propri compagni di lega per aver vinto una o più scommesse durante la stagione. In sede d’asta, come è normale che sia, ad essere pagati cari sono soprattutto i vari top di reparto, ma il più grande talento di un fantallenatore equivale alla sua capacità di individuare quelli che da perfetti sconosciuti (o quasi), nel giro di qualche mese diventano i nuovi top del Fantacalcio. Alcune scommesse vinte dello scorso anno sono stati i vari Luis Alberto, Veretout e Under, ma quali sono stati in questa stagione i 5 nomi che, attraverso le loro prestazioni ed i loro bonus, hanno premiato l’intuito di tanti fantallenatori?

FANTACALCIO, I COLPI LOW COST DELLA STAGIONE 2018-2019

Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: le 5 scommesse vinte

Giovanni Di Lorenzo, Empoli
(MV 6.35, Gazzetta dello Sport)

Quando, dodici mesi fa, l’Empoli è stato promosso in Serie A, diversi articoli hanno segnalato i giocatori da tenere d’occhio per il Fantacalcio. Oltre a quello di Ciccio Caputo, in questa lista spiccava il nome del terzino classe 1993 Giovanni di Lorenzo. La sua propensione al bonus (soprattutto assist) non ha fatto altro che ingolosire migliaia di fantallenatori che hanno scelto di puntare su di lui, approfittando della sua scarsa notorietà per pagarlo poco e ritrovarsi così a vincere la propria scommessa.


Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: le 5 scommesse vinte

Nicolò Zaniolo, Roma
(MV 6.16, Gazzetta dello Sport)

Ad oggi chiunque conosce le doti di Nicolò Zaniolo, ma quanti sapevano chi fosse all’inizio del campionato? Davvero in pochi ed ecco spiegato perché in moltissimi storsero il naso quando Roberto Mancini incluse il suo nome tra i convocati per la Nazionale maggiore. Eppure, adesso qualunque squadra di Serie A (e non solo) vorrebbe avere in rosa il talento classe 1999, capace di regalare moltissime gioie non solo ai tifosi romanisti, ma anche a chi ha scommesso su di lui al Fantacalcio.


Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: le 5 scommesse vinte

Gianluca Mancini, Atalanta
(MV 6.02, Gazzetta dello Sport)

Ecco un altro giovanissimo che il calcio italiano ha potuto apprezzare grazie alla solita lungimiranza di Gasperini, il quale gli ha concesso sempre più spazio fino a renderlo uno degli elementi imprescindibili della retroguardia atalantina. Nella prima parte di stagione, il centrale classe 1996 ha messo a segno ben 5 gol, mentre sul finale ha contribuito più che altro alle fortune dei fantallenatori in chiave modificatore di difesa.


Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: le 5 scommesse vinte

Krzysztof Piatek, Milan
(MV 6.41, Gazzetta dello Sport)

Stesso di scorso di Zaniolo: chi conosceva, un anno fa, Krzysztof Piatek? Per mesi si è discusso sulla pronuncia del suo nome, ma sin da subito tutti si sono ritrovati d’accordo riguardo il suo incredibile talento. Praticamente infallibile davanti alla porta con la maglia del Genoa, è rimasto per troppe settimane a digiuno con il Milan nell’ultima parte di stagione. In ogni caso, ha rappresentato la più grande fortuna dei fantallenatori che, dopo averlo pagato come un quinto o sesto slot qualsiasi, si sono ritrovati in rosa un vero e proprio top di reparto.


Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: le 5 scommesse vinte

Fabian Ruiz, Napoli
(MV 6.18, Gazzetta dello Sport)

Di lui qualcuno aveva sicuramente già sentito parlare: considerato come una delle giovani promesse del calcio spagnolo, il centrocampista classe 1996 è arrivato a Napoli in punta di piedi e sempre con i piedi ha dimostrato tutto il proprio talento. La sua classe sopraffina, la sua versatilità ed anche la sua discreta propensione al bonus lo hanno reso non solo un pupillo di Carlo Ancelotti, ma anche uno dei maggiori colpi low cost di quest’annata fantacalcistica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy