Defrel alla Roma, cosa cambia al Fantacalcio?

Defrel alla Roma, cosa cambia al Fantacalcio?

Vice Dzeko o nuovo Salah? Pupillo di Di Francesco o panchinaro? Scoprite con noi il futuro di Defrel al Fantacalcio.

di Kenny Padulano, @KTeamLegend

La Roma lo ha inseguito per mesi. Sembrava potesse portarlo nella capitale già nella sessione invernale, poi le richieste molto alte del Sassuolo hanno frenato la trattativa. Ora, con Di Francesco sulla panchina dei giallorossi, il francese non aveva dubbi: voleva solo la Roma.
E così alla fine il matrimonio si è fatto. Grégoire Defrel è arrivato a Trigoria ieri pomeriggio e questa mattina si è presentato a Villa Stuart per le visite mediche prima di partire alla volta di Boston dove raggiungerà i suoi nuovi compagni. E’ arrivata anche l’ufficialità sul sito della società giallorossa:

L’AS Roma è lieta di annunciare di aver sottoscritto con il Sassuolo FC il contratto per l’acquisizione a titolo definitivo di Gregoire Defrel, a fronte di un corrispettivo fisso di 5 milioni di euro, e l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo per 15 milioni di euro, condizionato al verificarsi di determinate situazioni sportive. L’attaccante francese ha firmato un contratto che lo legherà al Club fino al 2022.

Vice Dzeko o sostituto di Salah? Panchinaro o protagonista? Scommessa o flop? Il destino dell’ex neroverde non è così facile da decifrare, noi vi aiutiamo con questa analisi dettagliata sul nuovo acquisto della Roma.

LA PUNTA CHE SEMBRA UN ESTERNO

Defrel, classe 1991, 179cm, piede mancino e tanta corsa, sembra avere tutte le caratteristiche per essere un esterno d’attacco. E’ veloce, specie nel breve si esalta per la sua accelerazione improvvisa, un giocatore molto diverso insomma dalla prima punta attualmente a disposizione della Roma, quell’Edin Dzeko che ripartirà con il titolo di capocannoniere ideologicamente cucito sul petto. Ed è anche per questo che, dopo la partenza di Salah, in molti continuano a pensare che alla fine Defrel giocherà sulla destra prendendo il posto dell’egiziano nell’attacco giallorosso. Ma chi ha seguito bene il francese in questi due anni con Di Francesco, e chi ha ascoltato le parole del neo tecnico giallorosso in queste settimane, sa che non sarà così. Defrel è arrivato a Roma per essere una alternativa a Dzeko. Un attaccante diverso, con caratteristiche che mancavano in rosa, in grado di offrire una soluzione in più in alcune partite, e chiamato a far rifiatare il bosniaco che lo scorso anno ha giocato di fatto sempre arrivando scarico in alcuni momenti chiave della stagione. Vederli in campo insieme non è certo impossibile per caratteristiche, anzi in alcune occasioni certamente accadrà, ma non è nel disegno base che ha in testa Di Francesco. Disegno che ovviamente sarà più chiaro non appena si concluderà il mercato e vedremo se la Roma avrà preso un altro esterno offensivo capace di giocare a destra. Dunque Defrel vice Salah o vice Dzeko? Vi rispondiamo con le parole di Di Francesco: “Con me ha fatto sempre la prima punta. Potrebbe fare anche l’esterno, ma ci ho lavorato così tanto da prima punta da non volergli togliere le sue qualità migliori.  Vogliamo migliorare la qualità della rosa e creare competitività positiva. Sarà un’ottima alternativa a Dzeko”.
Più chiaro di così non poteva risponderci.

GOL E ASSIST NON SONO MAI MANCATI

Guardando da vicino i numeri del francese qualcuno potrebbe rimanere un po’ sorpreso. Lui non ha la fama di essere un grandissimo goleador, e di conseguenza siamo certi che in molti si aspettino pochi bonus nel bagagliaio. Eppure su 97 partite di Serie A, tra Cesena e Sassuolo, Defrel ha messo a segno 28 gol e 16 assist. Questo significa che in media quasi una partita su due ha portato ai suoi possessori o gol o assist. Un bottino non così scarso per uno che comunque non ha mai avuto l’occasione ancora di giocare in una grande squadra. Con la qualità della rosa giallorossa non è da escludere che il suo rendimento possa anche crescere e aumentare ancora questa statistica. Certo, quest’anno probabilmente il suo minutaggio calerà rispetto alle stagioni a Sassuolo, ma quando impiegato in campo potrebbe ripagare la fiducia di chi deciderà di investire su di lui.

COME GESTIRLO AL FANTACALCIO

Qui le cose si fanno effettivamente più complesse. Partiamo dal presupposto che nella Roma arriverà un altro esterno offensivo a destra che abbia le caratteristiche per fare il titolare. E’ una supposizione, ma siamo a Luglio e dobbiamo attenerci a quello che trapela dalle dichiarazioni di società e allenatore. Se così sarà dunque, Defrel sulla carta parte come riserva del capocannoniere del campionato. Non un abito particolarmente comodo da indossare quindi. Probabile che in molti tenteranno di formare la coppia di attaccanti Dzeko-Defrel a questo punto, ma nonostante sia probabilmente molto affidabile, ci sentiamo anche di dirvi che potrebbe risultare piuttosto cara e non siamo sicuri che nel rapporto tra la spesa e il rendimento ne valga la pena. Forse conviene di più provare ad aggiudicarselo a basso costo come unico attaccante romanista e tenerlo come carta da giocare a sorpresa nelle partite in cui dovesse essere in odore di maglia da titolare. E chissà che non possa regalare soddisfazioni inattese.
Inutile dire che se poi al 1 settembre la Roma non dovesse ritrovarsi altri esterni offensivi in rosa, allora il discorso cambierebbe e Defrel potrebbe veder aumentare notevolmente il suo minutaggio giocando anche in quella posizione. Ma come detto, ad oggi, lo riteniamo poco probabile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy