Fantacalcio Juventus: Dani Alves ha riscavalcato Lichtsteiner?

Due modi totalmente diversi di intendere il ruolo si sfidano per il posto da terzino destro in casa Juventus. Chi sarà titolare?

di Graso

In estate Lichtsteiner era decisamente l’ultima scelta sulla fascia destra, sembrava troppo netto il divario tecnico con Dani Alves e Cuadrado. Lo svizzero però alla fine è rimasto alla Juventus, ed è riuscito a ritagliarsi il suo spazio: grazie principalmente alla sua grande conoscenza del sistema di gioco bianconero e al suo rendimento costante, facendosi trovare sempre pronto quando i titolari erano infortunati. In inverno il ritmo di gioco è ancora più intenso e la corsa sulla fascia dello svizzero è sempre utile. Passato il grande freddo e dilatatisi i ritmi di gioco, la stagione entra nella sua fase decisiva e in questo periodo si esaltano i campioni. Dani Alves vs Lichtsteiner: chi la spunterà? Scopriamolo insieme.

DANI ALVES E LICHTSTEINER: STESSO RUOLO, INTERPRETAZIONE DIVERSA

Dani Alves è ritornato in campo dopo uno stop di 4 mesi, ma col posto tutt’altro che assicurato, soprattutto in una squadra come la Juventus, dove però giocando ogni 3 giorni ci si può sempre mettere in mostra per riconquistare una maglia da titolare. Nei primi mesi il brasiliano aveva destato l’impressione di aver dato il meglio nella sua carriera, dopo i magnifici anni di Barcellona, arrivando un po’ scarico alla nuova esperienza in bianconero. L’impatto con l’interpretazione del ruolo che deve offrire il terzino in Italia è molto diverso da quello che si ha in altri campionati (Alex Sandro ne sa qualcosa). Dani Alves spesso è sembrato molto superficiale nelle giocate, non sempre in sintonia col resto della difesa (anche se molte pecche sono state nascoste dal 3-5-2), e troppo lezioso in uscita di palla. Con Cuadrado ormai dirottato nel terzetto offensivo alle spalle di Higuain, il ballottaggio per la fascia destra diventa una questione a due tra Dani Alves e Lichtsteiner: due giocatori agli antipodi, che per vivere giocano sulla fascia destra nella linea arretrata. La chiave di volta dell’avventura bianconera di Dani Alves è stata la partita di andata degli ottavi di Champions League in casa del Porto. Juve in vantaggio di un uomo e in totale dominio del campo e del gioco, ma che non riesce a tramutare la superiorità numerica e in fase di possesso in gol. La catena di destra non riesce a sfondare, Lichtsteiner mette palloni di facile lettura per la difesa avversaria, e Cuadrado è poco intraprendente. Allegri si gioca i primi due cambi, facendo entrare Pjaca e Alves per dare più spigliatezza e qualità in avanti. Mai cambi furono più azzeccati: i neoentrati in due minuti confezionano i due gol, dando un segnale forte alle gerarchie di squadra. Nelle ultime due giornate di campionato la maglia da titolare è ritornata sulle spalle di Dani Alves relegando Lichtsteiner in panchina. Un caso, o un mutamento di gerarchie definitivo?

DANI ALVES VS LICHTSTEINER: CHI LA SPUNTERÀ?

La Juve in questa stagione è impegnata a pieno regime su 3 fronti, quindi Allegri dovrà gestire al meglio le individualità per far rendere al meglio il collettivo, vista la panchina lunga. Dani Alves non è molto superiore in termini di spinta a Lichtsteiner, paga forse qualcosa in fase difensiva. La qualità del tocco di palla del terzino verdeoro è però merce pregiata, potendo decidere partite con giocate da fuoriclasse e tiri dalla distanza; per lo svizzero francamente non si può dire lo stesso. L’ideale sarebbe averli entrambi in rosa per avere un titolare certo e di sicuro affidamento. La sensazione è che Allegri possa decidere chi schierare anche in base all’avversario, ma al momento Dani Alves sembra leggermente avanti rispetto a Lichtsteiner.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy