Consigli per l’asta fantacalcio dopo la sosta

Consigli per l’asta fantacalcio dopo la sosta

Indicazioni utili per i fantallenatori che faranno l’asta a campionato in corso

di Lorenzo Casciscia

Esistono vari tipi di gufate. Tutti i fantallenatori lo sanno e d’altronde il bello del gioco è anche questo. Solitamente si parte già in estate quando, individuati i primi obiettivi per l’asta, si spera che non si mettano troppo in luce con i gol in amichevole o nei primi turni di coppa Italia. Inizia il campionato ed ecco che l’intensità sale. Le rose vengono definite e non passa weekend senza almeno un paio di bersagli contro cui inveire -sempre sportivamente, si intende-. La stagione va avanti, le ambizioni delle squadre iniziano a definirsi e le  gufate sono sempre più specifiche e mirate a chi ci precede in classifica. Tuttavia, un triste destino accomuna tutti i fantamanager che non riusciranno a far coincidere l’inizio del campionato con quello delle proprie leghe. Eh sì, perché un conto è gufare per evitare una doppietta quando l’avversario è  una squadre di promozione o un top club imbottito di primavera, un altro quando arrivano le prime reti in campionato!

Quali indicazioni trarre dalle prime giornate

Dopo due mesi senza +3, modificatori di difesa, +1 porta imbattuta, ballottaggi e indici di schierabilità, il vero fantallenatore si sente perduto. La sua voglia di calcio giocato è tale da fargli seguire con attenzione certosina persino la ricognizione pregara. Nulla gli sfugge, figuriamoci un gol!
Nella speranza di sollevare, almeno parzialmente, il morale di tutti coloro che già “sognavano” il trittico “El Kaoutari-Baselli-Kishna” a 1, e di raffreddare gli entusiasmi di chi si è già giocato alla SNAI Meggiorini capocannoniere, ci sentiamo di ricordarvi che:
– È pur sempre calcio d’Agosto ovvero, la condizione fisica conta più del tasso tecnico;

– Alcuni giocatori entrano in forma prima di altri , non è un caso che le migliori prestazioni e i primi gol siano arrivati da giocatori brevilinei quali Eder, Quagliarella, Muriel o Meggiorini;

– Certe squadre hanno cambiato molto ed è quindi normale che ci voglia un po’ per ingranare;
Fatte queste doverose premesse, traete pure le vostre conclusioni stando però ben attenti a soppesare correttamente le prime indicazioni che il nostro campionato ha saputo darci. Dopodiché, fatevi coraggio, tra poco si parte!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy