Consigli Fantacalcio, Tonali al Milan: una maglia da titolare e le chiavi del gioco rossonero. Ma Kessié?

Consigli Fantacalcio, Tonali al Milan: una maglia da titolare e le chiavi del gioco rossonero. Ma Kessié?

L’arrivo del play bresciano, probabile assist-man, spingerà Kessié in panchina?

di Marco Grossi

L’imminente arrivo di Sandro Tonali – classe 2000 proveniente dal Brescia – andrà ad aumentare, e di non poco, il livello di qualità del centrocampo del Milan. A disposizione di Pioli infatti, oltre ai profili già presenti nella scorsa stagione va ad aggiungersi un nuovo tassello, differente per caratteristiche da quelli che il giovane bresciano troverà come suoi nuovi compagni a Milanello.

Con una struttura fisica diversa da quella di Bennacer, un senso della posizione e una tecnica di base superiori a quelli di Kessié, il Milan (accantonata definitivamente la faccenda Biglia) ha forse finalmente trovato il suo nuovo regista. Molto probabilmente – e giustificando anche l’importante investimento effettuato – a Tonali verrà consegnata da subito una maglia da titolare e, perché no, anche la possibilità di battere qualche piazzato (specialità della casa) utile ad aggiornare le proprie statistiche da uomo-assist.

Resta da vedere quale sarà il sistema tattico che Pioli deciderà di cucirgli attorno, magari testando durante il pre-campionato le migliori sinergie tra i ragazzi a disposizione.

KESSIÉ RISERVA DI LUSSO?

Il Milan ha giocato un’egregia seconda parte di stagione, scendendo in campo quasi sempre con un 4-2-3-1 in cui Bennacer e proprio Kessié si imponevano come frangiflutti davanti ai 4 difensori. Il gioco offensivo messo in campo da Ibra e compagni ha permesso ai due giovani africani di essere più attivi in costruzione che in interdizione, limando così alcune lacune tattiche apparse evidenti prima del lockdown. Dei due, soprattutto l’ivoriano ha sempre mal digerito il dover occupare staticamente la posizione di mediano: l’arrivo di Tonali potrebbe così relegarlo in panchina, a favore della presenza di un binomio più adatto alle esigenze della squadra.

E SE INVECE…

D’altro canto però, l’arrivo di un riferimento difensivo potrebbe consentire a Kessié di “staccarsi” ed inserirsi qualche metro più avanti, sgravandolo da oneri di continua copertura e riportandolo magari ai fasti atalantini. Non a caso, schierato da “centrocampista box-to-box, Kessié diede il meglio di sé, realizzando 7 gol stagionali e attirando le attenzioni di mezza Europa.

Dovesse tornare Bakayoko poi, l’idea di un centrocampo a tre non sarebbe nemmeno così impossibile. La nuova stagione si preannuncia lunga e ci sarà spazio per tutti: attenzione quindi all’evoluzione del sistema di gioco dei rossoneri, quest’anno più che mai decisi ad interpretare il ruolo di protagonisti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy