Consigli Fantacalcio: la costruzione del centrocampo all’asta

Consigli Fantacalcio: la costruzione del centrocampo all’asta

Il centrocampo è il reparto probabilmente più complicato da costruire al fantacalcio: le opzioni sono tante, così come le possibili sorprese e i flop dietro l’angolo

di Gian Luca Losi
Alejandro Gomez

Il centrocampo è il reparto probabilmente più complicato da costruire al fantacalcio: le opzioni sono tante, così come le possibili sorprese e i flop sono dietro l’angolo. Andiamo ad analizzare tutte le soluzioni.

CONVIENE PUNTARE SUL CENTROCAMPO?

Molti fantallenatori sono attratti dall’acquisto dei centrocampisti per via delle qualità tecniche dei giocatori, ma vale la pena fare un investimento importante nel reparto di centrocampo? Nella maggior parte dei casi la risposta è negativa, poichè in base al prezzo d’acquisto (possono arrivare a costare il 12/13% del budget) dovrebbero raggiungere almeno la doppia cifra in termini di gol, e nella stagione appena conclusa quanti ce l’hanno fatta? Soltanto tre: Chiesa, Kulusevski e Mancosu. Per via dei numerosi assist e del rendimento, in termini di valutazioni, possiamo aggiungere a questa breve lista Luis Alberto ed il Papu Gomez. Ma quanti erano considerati dei top di reparto ai nastri di partenza del campionato? La lista si riduce nuovamente a tre nomi: Chiesa, Luis Alberto ed il Papu Gomez. E quanti giocatori dalle attese elevate hanno deluso? L’elenco è decisamente più lungo: Suso (trasferitosi al Siviglia a metà stagione), Callejon, Under, Douglas Costa (più in infermeria che in campo), Fabian Ruiz (soltanto nel finale di stagione ha saputo riprendersi), Verdi (il trasferimento al Torino avrebbe dovuto rilanciarlo), Pjanic (ha reso bene soltanto nella prima parte di stagione), Zielinski, Paquetà e Ramsey. Il confronto è impietoso pertanto consigliamo di investire su un top di reparto (e solamente su uno) soltanto nel caso durante l’asta alcuni di questi giocatori possano essere battuti a prezzi più bassi rispetto al loro valore e pertanto di investire tra l’8 ed il 10% del budget.

STRATEGIA D’ACQUISTO: CENTROCAMPO A 3

Il reparto di centrocampo si basa sul modulo che il fantallenatore decide di adottare con più frequanza: 4-3-3 (in caso di presenza del modificatore di difesa) o 3-4-3. Nel primo caso (3 titolari su 8 slot da riempire) consigliamo di scegliere 1 TOP e 2 Semitop (per i giocatori che rientreranno in queste categorie ci aggiorneremo più avanti), oppure 3 Semitop che costituiranno nella maggior parte dei casi il vostro centrocampo titolare. Il reparto può essere concluso con 2/3 giocatori affidabili in termini di titolarità e che possano portare alcuni bonus durante l’anno (2/3 gol e qualche assist) e 1/2 giocatori dalla titolarità assicurata ed infine la classica scommessa (lo scorso anno le scommesse l’hanno fatta da padrona: Kulusevski, Mancosu, Castrovilli, Malinovskyi hanno avuto un rendimento altissimo, ma non fateci l’abitudine). Il budget massimo che consigliamo di non sforare è tra il 20/22%.

STRATEGIA D’ACQUISTO: CENTROCAMPO A 4

Nel secondo caso, ossia se optate con più frequenza per il 3-4-3, consigliamo di puntare sempre su un solo TOP e se ci riuscite su 3 Semitop (dipende dal numero di partecipanti e dal comportamento degli altri fantallenatori sui prezzi d’acquisto, nel caso non ci riusciate l’ultimo slot del vostro centrocampo titolare dovrà essere completato con un giocatore di seconda fascia: per esempio quest’anno Kurtic, Freuler, Allan, etc.). Il reparto si completeterà più o meno nello stesso modo di prima: 2 giocatori affidabili in termini di titolarità con il vizio del bonus, e 1 giocatori dalla titolarità assicurata e la classica scommessa. Il budget massimo che consigliamo di non sforare è tra il 22/24%.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy