Consigli Fantacalcio 7a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 7a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori che potrebbero essere sorprese, in negativo o positivo, nella 7a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Settimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A, e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, gli sconsigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 7a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 7a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

SPAL – PARMA

Kurtic è imprescindibile per una squadra come la Spal. Da quanto si dice sembra essere il più in forma dei tre acciaccati della scorsa settimana. In questa partita può essere il vostro quarto centrocampista per completare il reparto.

L’ivoriano Gervinho sta attraversando un momento particolare, in ogni partita risulta l’uomo più pericoloso del Parma ma senza mai trovare un gol regolare (ne ha fatti due al Sassuolo annullati dal VAR). Contro il Torino ha fatto un’ottima prestazione macchiata però dal grave errore da dischetto che poteva compromettere il match. Insomma non riesce a sbloccarsi ma ci sta andando sempre vicinissimo, sarà la volta buona contro questa Spal?

VERONA – SAMPDORIA

Dal nulla più totale, all’occasione giusta. Salcedo è subentrato la scorsa giornata sorprendo tutti. Noi scommettiamo che potrebbe subentrare anche in questa. Anche in allenamento sembra dimostrare il suo impegno. Se qualcuno l’ha preso, potrebbe essere l’occasione giusta per far arrabbiare gli avversari. Schieratelo con una copertura ovviamente. Corre corre corre e corre. Zaccagni arriva sempre ad avere una o più chance da goal, ma poi c’è sempre un qualcosa che glielo nega, compreso la sua tecnica non precisissima. Noi crediamo in lui, è ora che il pallone entri.

Il ragazzo, De Paoli,  ci sa fare e su quella fascia può essere un’arma in più per una Samp che fatica a trovare la profondità. Mettiamoci pure che potrebbe essere galvanizzato dal ritorno nella “sua” Verona, in una partita che per lui avrà il sapore di derby. Mediano o mezzala per Di Francesco Vieira sembra essere diventato un elemento imprescindibile. Se riesce ad incanalare la grinta nei binari giusti può far bene. Ha il cartellino facile, ma anche il tiro da fuori e in ogni partita giocata ha sempre impegnato il portiere con una conclusione pericolosa. Finora non è stato fortunatissimo, ma prima o poi potrebbe regalare una gioia.

GENOA – MILAN

Con l’esclusione di domenica scorsa è scoppiato il caso Schöne. Non c’è dubbio che ci si attendeva molto di più da lui, ma mentre lui cerca di aiutare la squadra, il contrario non si è proprio verificato. Con Radovanovic, ben lontani dall’essere complementari, c’è troppa staticità in campo e se il migliore diventa il serbo vuol dire che c’è un problema bello grosso. E’ probabile che Andreazzoli se ne sia accorto e con due centrocampisti in grado di smarcarsi per offrire linee di passaggio qualcosa di meglio il danese farà sicuramente. Vi invitiamo a dargli ancora fiducia e continuare a schierarlo, magari valutando con un occhio più attento le alternative in attesa di segnali concreti, ma il bel giocatore dell’Ajax non può essersi dissolto così velocemente.

Fortemente criticato come uno dei principali artefici del crollo rossonero di questo inizio stagione. Individualista, non ha intelligenza calcistica, scarso, sopravvalutato, e via dicendo. Ancora deve fare quel salto di maturità per trovare prestazioni più continue nel tempo, quindi come ci ha abituato negli scorsi anni vive momenti di buio assoluto in cui ogni palla che tocca sparisce in un buco nero. Ma quando Suso si accende può far male, che sia un tiro, un cross o una punizione.

FIORENTINA – UDINESE

Castrovilli sarebbe da consigliare ma metterlo qui porta bene. Come accennato la volta scorsa il bonus era solo questione di tempo, nel finale di partita però è leggermente calato causa stanchezza. Con una settimana di riposo tornerà a macinare gioco per tutti e 90 minuti. Sarebbe consigliato anche lui ma i bonus potranno arrivare solo da calcio da fermo, una situazione non certo costante. Come però abbiamo detto la partita potrebbe sbloccarsi proprio in una situazione del genere, pertanto potrebbe arrivare un nuovo bonus pesante o leggero da parte del cileno Pulgar.

Il ritorno in campo del Diez è sicuramente una notizia positiva per i bianconeri. Rodrigo De Paul ha molto da farsi perdonare dopo l’ingenuità contro l’Inter: il match però, come già detto, sarà molto complesso per i bianconeri. Resta comunque schierabile in quanto rigorista e tiratore di calci piazzati. Ci si aspetta la classica partita in trasferta dell’Udinese: squadra molto chiusa che cercherà di partire in contropiede. In questi caso, il miglior contropiedista della squadra è sicuramente Kevin Lasagna. Valutate comunque con molta attenzione le vostre alternative: il votaccio potrebbe essere sempre dietro l’angolo.

ATALANTA – LECCE

Due assist consecutivi a coronare due prestazioni soddisfacenti: Remo Freuler is back, what else? Tenuto a riposo contro lo Shaktar, alla prima in casa allo Gewiss vorrà sicuramente fare benissimo: possibili altri bonus.

Il discorso fatto a Mancosu per i consigliati di giornata potremmo farlo anche per Falco. Ma scendiamo leggermente nei suoi confronti per un semplice fatto, c’è da dire che Masiello e co. saranno clienti scomodi, ma non per questo impenetrabili e insuperabili, anzi, c’è da dire che Filippo è in buona condizione fisica e per questo gli diamo merito e atto, perché contro la Roma è stato capace di mettere in crisi quasi un intero reparto. Certo ogni gara ha un discorso a sé, ma noi ci fidiamo di “Pippo di Pulsano” e per questo lui ci garantirà il massimo impegno possibile e perché no, anche una rete che non sarebbe male o un assist. La sua velocità può davvero far male in questo turno.

ROMA – CAGLIARI

Ha segnato in Europa League, anche se in maniera piuttosto fortunosa. Pensiamo però che Spinazzola potrebbe fare bene se dovesse partire titolare. Potrebbe giocare come esterno d’attacco. Capite bene che se avete Florenzi listato difensore potrebbe essere una occasione molto allettante. A volte è irritante, sbaglia quasi sempre l’ultima scelta, ma l’unico che può cambiare passo sulla fascia è Kluivert. L’anno scorso fece un assist contro il Cagliari, giocando a destra. Si può ripetere.

Il dubbio è in quali condizioni sarà, dopo lo stop lunghetto delle ultime giornate. Sapete benissimo cosa può darvi Nainggolan, e quanti anni ha giocato alla Roma: può finire molto bene o molto male, ma se non avete grandi alternative ci sta correre il rischio con lui e schierarlo.

BOLOGNA – LAZIO

Rigore sbagliato a Genoa e brutta prova a Udine, Nicola Sansone ha raccolto le energie e ora avrà l’occasione di rifarsi davanti al suo pubblico appena dopo il compleanno del Bologna per i 110 anni di storia. Da lui ci aspettiamo tanta voglia di rivalsa per questa partita. E’ l’occasione di Svanberg e lui lo sa, che sia dall’inizio o a partita in corso è il momento di mettere la pulce nell’orecchio al mister e farsi vedere per qualcosa di più da una semplice riserva. Potete farci un pensiero, giocherà dietro la prima punta. Il piedino caldo e il tiro non gli mancano e batterà anche qualche punizione. Il dubbio resta il minutaggio.

Marusic si sta ritagliando uno spazio importante, dopo due buone prestazioni casalinghe contro Parma e Genoa. Potrebbe far rifiatare Lazzari, scommessa di giornata.

TORINO – NAPOLI

Nonostante lunedì la partita sia terminata con 0 punti per i granata, Verdi ha disputato una gara incoraggiante e portato il suo primo bonus ai fantallenatori. Dovremmo rivederlo nuovamente dal primo minuto e da fresco ex non può che essere la vostra scommessa di giornata. Brillante nella trasferta di Parma, ha superato ripetutamente Gagliolo, dimostrando che la sua l’esperienza e la sua tecnica mancavano come il pane in una squadra molto fisica come il Torino. Chiedergli ora un gol a giornata forse è eccessivo, ma contro un Napoli post-Champions e con qualche assente illustre, non è una brutta idea fare un pensierino su Ansaldi. Si tratta comunque di un tipo di giocatore che raramente scende sotto la sufficienza. E magari stavolta ci scappa l’assist.

Non brillantissimo nelle ultime partite, dove ha svolto il solito lavoro di sacrificio ma è stato meno presente in avanti. Eppure, le sue occasioni per trovare il bonus, leggero o pesante, le ha sempre.
Anche mercoledì, dopo una partita abbastanza anonima, ha avute due chiarissime palle goal a tu per tu con il portiere, purtroppo sciupate. Domenica il copione della sua gara potrebbe essere bene o male simile e qualche limpida occasione dovrebbe capitargli. Sperando che questa volta possa centrare il bersaglio, la scommessa di giornata per noi è Callejon. Non è arrivata nuovamente la rete domenica scorsa ma la prestazione dell’ex Tottenham Llorente è stata comunque convincente. Lo spagnolo lotta e si dà da fare per creare scompiglio in area di rigore. Inoltre, ha dimostrato di avere già un’intesa più che buona con i compagni di reparto, che spesso e volentieri cerca con il suo utilissimo lavoro di sponda. Dovrebbe toccare nuovamente a lui dal primo minuto, si prospetta una gara maschia, non semplice, contro i centrali granata. Ma ha le qualità per farsi valere. Dopo Mertens è attualmente il miglior attaccante azzurro da schierare.

INTER – JUVENTUS

Dovrebbe esserci, anche se in settimana un affaticamento muscolare ha impedito a Lukaku di guidare l’attacco interista a Barcellona. Gira voce non sia un killer nelle grandi sfide, che fallisca i grandi appuntamenti, che manchi nei momenti clou: può darsi, ma voi sottovalutereste cento chili d’uomo lanciati verso la porta?

Miralem Pjanic sta diventando fondamentale nel gioco di Sarri, tutti i palloni devono passare da lui e questo potrebbe facilitare Conte che sicuramente gli metterà una gabbia per limitarlo ma se il bosniaco conferma le ottime impressioni delle ultime partite potrà essere il vero grimaldello per una grande partita a San Siro . In rete nelle ultime due partite … se non c’è il 2 senza il 3.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy