Consigli Fantacalcio 6a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente al Fantacalcio nella 6a giornata di campionato.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Mancano poche ore all’inizio della sesta giornata della stagione 2020-2021 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli Fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 6a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 6a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

CROTONE-ATALANTA

MESSIAS: Working class hero. Ormai conosciamo tutti la storia di questo ragazzo, venuto in Italia 9 anni fa con il sogno di giocare a calcio. Porte sbattute in faccia, la trafila tra gli amatori prima, in Serie D poi, la promozione con il Gozzano in C, il Crotone, la promozione in A e la prima marcatura nel massimo campionato una domenica fa. La Lega Nazionale Dilettanti ha speso parole dolci in seguito al suo primo gol in Serie A, campionato in cui ha dimostrato di poterci stare tranquillamente. La difesa alta della Dea potrebbe favorire le sue doti.

MURIEL: Partito alla grande nelle prime giornate della stagione per poi lasciarvi in 10 nelle altre. Quest’anno la coperta davanti è più lunga del solito e anche la qualità si è alzata notevolmente. Dopo tanto riposo dovrebbe scoccare la sua ora di nuovo, e ha già dimostrato di essere uno dei più in forma. Questa potrebbe tranquillamente essere la sua partita e la vostra rivincita.

ZAPATA: Non vorremmo nemmeno scrivere la sua descrizione perché si commenta da solo. Però la facciamo per tutti quelli che dopo 2 giornate iniziavano con: ‘Pakko, non segna più, ha perso anche la titolarità, la scorsa staggggione è stata un caso fortunato, mo’ lo scambio per mio cuggino che a calcetto segna 10 gol ogni partita’. Duvan con il Papu è il faro della squadra, se lo avete va schierato sempre. Titolare o da subentrante non fa differenza, può trovare la giocata da un momento all’altro, come in Champions, in cui ha dormito per un tempo e quando è rientrato ha pensato bene di ricominciare a fare Zapata. Mettetelo, ma oggi più che mai copritevi in panchina perché se si mettesse bene il match, il suo voto non è per niente scontato visto che martedì c’è un impegno importantissimo.

INTER-PARMA

LAUTARO MARTINEZ: Con ‘Big Rom’ infortunato, toccherà a lui reggere il peso dell’attacco. Le qualità le ha, deve solo riuscire a rimanere più lucido durante le partite per rendere sempre al meglio. Nelle ultime gare non ha fatto benissimo, e lui stesso non ha fatto segreto di essersi innervosito per questo motivo: sarà sicuramente carico per la partita contro il Parma.

NESSUNO: In questo momento nessun giocatore è consigliato. La squadra è in grosse difficoltà a causa delle tante assenze che hanno limitato l’inserimento dei nuovi arrivi, il lavoro di Liverani si vede ancora poco e contro lo Spezia il pareggio è arrivato solo in extremis su rigore dopo aver rischiato di subire il terzo gol che avrebbe chiuso la gara anticipatamente. La sfida sulla carta è proibitiva contro un’Inter molto più forte e attrezzata.

BOLOGNA-CAGLIARI

SORIANO: ormai è di casa fra i consigliati, ma non potrebbe essere altrimenti, dopo aver siglato 3 gol e 2 assist in sole 5 apparizioni. Se la manovra offensiva del Bologna tiene, è soprattutto grazie al suo contributo. Lo abbiamo visto in campionato, ma pure in Coppa Italia, quando con il suo ingresso ha trasformato un Bologna sino a quel momento inconcludente in una squadra più vivace, fornendo i due filtranti che hanno portato ad entrambi i gol siglati contro la Reggina. Ultimamente poi riesce a strappare la sufficienza anche quando non segna.

SCHOUTEN: è vero, con lui di bonus nemmeno l’ombra. Eppure è sempre pronto e i voti lo testimoniano (6,5 di Media e Fantamedia dopo 5 giornate). Certo, se volete un centrocampista che la butti dentro, non è a lui che vi rivolgerete, ma se cercate un quarto di centrocampo che garantisca un buon voto è l’uomo che fa per voi, e per chi gioca con il modificatore centrocampo o con il modificatore rendimento è una vera e propria garanzia.

JOAO PEDRO: da quando è tornato al centro, il suo rendimento è migliorato parecchio: gol a Torino, gol e assist contro il Crotone. In questo momento è uno dei giocatori maggiormente in forma, e si può schierare senza troppi pensieri: anche a Bologna, le chances per un altro bonus ci sono.

UDINESE-MILAN

DE PAUL: C’è poco da fare: anche quest’anno il destino dell’Udinese passerà dalle sue giocate. Col Milan che farà la partita, il gioco bianconero dovrebbe svilupparsi in ripartenza, esaltando appunto le caratteristiche di Don Rodrigo. Resta sempre ampiamente schierabile: ovviamente, considerando la difficoltà della partita, date comunque uno sguardo alle vostre alternative.

LEAO: Da esterno è quasi più decisivo che davanti alla porta, perché è vero che ha meno occasioni di segnare, ma riesce a mandare in gol i compagni grazie allo strapotere fisico che sta dimostrando nelle ultime giornate. In velocità diventa incontenibile, chiedere a D’Ambrosio e Karsodorp, e se come con la Roma mette questi palloni che vanno solo spinti dentro, è impossibile lasciarlo fuori in una giornata come questa, a meno che non abbiate un tridente di ‘bomberoni’ da schierare sempre ad ogni gara vi suggeriamo di sfruttare il magic moment del portoghese.

IBRAHIMOVIC: Ma ‘chevvelodicoaffare’? Mettetelo e basta. Se volete una motivazione in più, sappiate che in Europa League ha anche sbagliato un rigore ed è difficile che ne sbagli un altro consecutivo.

SPEZIA-JUVENTUS

NZOLA: Sta approfittando partita dopo partita della mancanza di Galabinov per mettersi in mostra quanto più possibile e ci sta riuscendo molto bene, crescendo anche di condizione velocemente. Chiariamo che contro la Juventus avrà vita difficile e che nessuno della squadra andrebbe consigliato a prescindere. Nzola però potrebbe regalare una buona prestazione, nonostante il sacrificio richiesto e il dispendio di energie che la partita prevede. Potrebbe caricarsi la squadra sulle spalle e, chissà, regalare addirittura una gioia inaspettata.

MORATA: Se non ci fosse stato il VAR, avrebbe segnato minimo 2 reti al Barcellona. Sul filo del fuorigioco, sempre reattivo e in partita, Alvaro sta dimostrando con i fatti di essere finalmente un centravanti TOP. La Juve si affiderà ancora a lui e dovete farlo anche voi.

TORINO-LAZIO

VOJVODA: Un po’ a sorpresa in una partita che fino a qualche giorno fa sarebbe stata da “nessun consigliato”. Invece il Torino ha lasciato intravedere buone cose nonostante i pochi risultati utili e ha avuto nel kosovaro una delle note liete. Di contro ci sarà una Lazio decimata e lontana parente di quella dello scorso anno. Già ben 3 suoi cross hanno portato al gol nelle sue 3 presenze da titolare e pensiamo che possa di nuovo incidere e vincere il duello sulla fascia con Correa, che in fase offensiva sarà propenso ad accentrarsi.

MILINKOVIC-SAVIC: Se c’è da prendersi le responsabilità, il Sergente non si tira indietro. E in assenza quasi certa di Luis Alberto e Immobile, toccherà a lui prendere le redini del gioco a centrocampo, alzare il proprio baricentro e portare qualità e giocate nella trequarti avversaria. Che si tratti di taglio alle spalle della difesa, colpo di testa o tiro da fuori area, sono tutte armi che Sergej può sfoderare e colpire. Il rischio è sempre lo stesso: l’approccio alla partita ed i momenti di assenza dal gioco.

CORREA: Ci sbilanciamo e lo mettiamo tra i consigliati. Il Tucu era in crescendo, contro il Bologna aveva lavorato alla costruzione del gioco fornendo anche una clamorosa palla gol ad Akpa, con il Brugges si è finalmente sbloccato. Chiaro che non è un bomber, inoltre dovrebbe agire da esterno di centrocampo, ma la difesa non eccelsa del Torino potrà soffrire decisamente i suoi strappi. Molti palloni – per non dire quasi tutte le azioni offensive – passeranno dai suoi piedi e il Tucu ha la fantasia e la qualità per confermare le buone prestazioni mostrate nell’ultima settimana.

NAPOLI-SASSUOLO

‘OSI-MERTENS’: Rieccoci con gli stessi consigliati del match contro il Benevento, dove entrambi hanno però deluso fortemente le aspettative. Errore di valutazione, il Benevento abbastanza inaspettatamente si è trasformata in una squadra ultra-difensiva accampata nella propria area di rigore, situazione non congeniale alle caratteristiche di Osimhen. Caratteristiche che invece potrebbero esaltarsi contro il Sassuolo, squadra costantemente alla ricerca del gol e del pressing alto e con una fase difensiva non perfetta. Con l’infortunio di Insigne poi, sarà Mertens ad incaricarsi della battuta delle punizioni e soprattutto dei rigori. Entrambi quindi, chi per un motivo chi per un altro, hanno buone possibilità di incidere sulla partita.

BERARDI e CAPUTO: È vero che questo è il primo big match della stagione, e che quindi non sarà una partita semplice. Tuttavia, come probabilmente già sapete, noi sottolineiamo sempre l’importanza di schierare questi due giocatori ogni singola partita. Abbiamo visto lo scorso anno che gli attaccanti del Sassuolo possono segnare contro chiunque, big comprese, anche in trasferta. Quindi non bisogna farsi spaventare dalla partita. Inoltre, a parte la prima contro il Cagliari, da inizio stagione hanno sempre portato dei bonus.

ROMA-FIORENTINA

MIRANTE: In questo momento è una sicurezza in fatto di voti. Magari non sarà il migliore in termini di imbattibilità, però sta dimostrando di essere un portiere affidabilissimo, soprattutto se giocate con il modificatore di difesa.

BIRAGHI: 1 gol e 3 assist in 5 partite: nessun difensore di Serie A è migliore di lui. Tra i difensori che finora hanno giocato tutte le partite, è il primo per Fantamedia. Media Voto del 6.4 con la Gazzetta e del 6.5 con Fantacalcio.it. Serve altro per convincervi a schierarlo? Ah, giocherà dal lato debole della Roma: Bruno Peres, Santon, Karsdorp, non fa differenza. La Roma è ostica, ma Cristiano sta attraversando un momento di forma incredibile, risultando di fatto tra i migliori giocatori viola di questo inizio di stagione. Battete il ferro finché è caldo.

CASTROVILLI: 4 gol e 1 assist in 5 partite. Tra i centrocampisti che finora hanno giocato tutte le partite, per Media Voto e Fantamedia è secondo solo al Papu Gomez. Talento cristallino, viene spesso e volentieri premiato da Biraghi e Ribéry nei suoi inserimenti. Attuale miglior marcatore della Fiorentina, ha già timbrato contro l’Inter e nell’ultima contro l’Udinese ha siglato una doppietta. La Roma ha subito 10 gol in 5 partite, quindi chissà. Fiducia al nuovo 10 di Firenze.

SAMPDORIA-GENOA

QUAGLIARELLA: È il derby. È il finalizzatore della Samp. È in forma. Potremmo finire qui. Ma i blucerchiati stanno producendo un buon gioco dall’inizio del campionato e quest’anno sembra che si siano appoggiati nuovamente sulle spalle del suo capitano. Per noi da schierare senza se e senza ma.

PANDEV: Gli anni passano per tutti, ma forse per Pandev passano più lentamente. In un periodo di emergenza totale (tutti gli ex positivi sono guariti, ma la condizione atletica lascia a desiderare), la verità è che il Genoa non può fare a meno del macedone. Il lavoro di Pandev è sempre e comunque encomiabile. Il macedone è una garanzia, una certezza assoluta, sia in termini di valori tecnici che come uomo-spogliatoio e in quanto a professionalità. Un esempio, davvero, che sarà – ancora una volta – fondamentale e centrale nella lotta salvezza. In una partita che si preannuncia maschia, cattiva, in cui torneranno utili sia l’esperienza che l’astuzia, Pandev potrebbe stupire, ancora una volta, e magari portare anche un bonus

VERONA-BENEVENTO

LOVATO: In molti desideravano vederlo qui, e per questa giornata vi accontentiamo. Ormai è sotto gli occhi di tutti, il giovane difensore scaligero sta sorprendendo e viene da alcune super-prestazioni. Le possibilità che possa ripetersi per questa giornata ci sono e la sua condizione è eccellente.

CAPRARI: Chiariamo subito che tutti gli uomini offensivi del Benevento possono essere schierati, perché sono tutti in grado di portare bonus. Perché allora consigliare nello specifico Caprari? Nella speranza che il suo magic moment non sia già finito, che abbia ancora benzina per sostenere questa partenza a razzo. Vediamo in lui, nella sua velocità e nella sua agilità, una costante spina nel fianco del Verona. Immaginiamo un Lapadula che sarà parecchio occupato nel lavoro sporco e nell’aprire gli spazi ed ecco che starà a lui riempire adeguatamente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy