Consigli Fantacalcio 6a giornata – I consigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 6a giornata – I consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare a qualsiasi costo nella sesta giornata di campionato.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Sesto turno del campionato di Serie A 2019-20, è tempo di concentrarsi per le nuove formazioni e con esse giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 6a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali sono i giocatori consigliati per la 6a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

JUVENTUS-SPAL

Nella sfida contro il Brescia, Higuain non è stato sempre lucidissimo nelle conclusioni, e per questo è arrivata un’insufficienza. Pensiamo tuttavia che la partita di sabato sia l’occasione giusta per tornare al goal, anche perché dovrebbe partire titolare. Se avete il Pipita dunque, non potete non schierarlo.

Tra le fila spalline, Petagna è il consigliato di questo turno. Ovviamente consigliato per modo di dire. Se avete certezze o attaccanti più appetibili, potete panchinarlo per questa volta. Mantiene un minimo di appetibilità perché è rigorista e perché la Juve non è perfetta in difesa e, chissà, magari lui può dare fastidio. Ma in generale, sarà una partita difficile, fatichiamo a pensare che avrà tanti palloni giocabili.

SAMPDORIA-INTER

Nonostante si giochi in casa, la Sampdoria faticherà molto contro questa Inter. Tra i blucerchiati, al momento, la situazione non è delle migliori, ragion per cui non ci sentiamo di consigliare qualcuno in particolare.

Negli ospiti, purtroppo c’è lo spauracchio turnover, anche se Conte sembra preferire farlo in Champions piuttosto che che in campionato. Poco male, copritevi in panchina e schierate De Vrij comunque. Altro nome caldo è quello di Sensi: partito a sorpresa dalla panchina contro la Lazio, nello spezzone giocato ha cambiato totalmente il volto dell’Inter dalla metà campo in su. Fresco, riposato, voglioso di lasciare nuovamente il segno.

SASSUOLO-ATALANTA

Nella trasferta incolore di Parma, Berardi è stato l’unico del pacchetto avanzato a rasentare la sufficienza. Gli è riuscito poco, ma si vede come sia il fato offensivo (e non solo) dei neroverdi. Tutto passa da lui e la fiducia è cresciuta. L’Atalanta è una signora squadra, ma difensivamente non è proprio una barriera impenetrabile. Se dovete mettere qualcuno del Sassuolo, il primo che vi consigliamo è lui.

Contro la Roma altra grande partita di Malinovskyi: guizzi, tecnica, corsa e tantissima fisicità. Ad oggi, è l’unico in rosa a poter interpretare con continuità ed intensità quel ruolo, sta bene e l’assenza di Muriel impone una gestione forzata del reparto. Manca solo il gol, schieratelo.

NAPOLI-BRESCIA

Probabilmente Llorente è il più in forma attualmente nell’attacco azzurro, è quello che vive il miglior momento. Dovrebbe partire titolare e sicuramente è un’ottima scelta per questa giornata. Bisogna battere il ferro finché è caldo.

Nel Brescia, chiariamo subito le cose. Non dovete trovare spazio a Tonali ad ogni costo, però questo ragazzino sta mostrando a tutti di che pasta è fatto. Non ci andava di non consigliare nessuno, perché il Brescia in questo inizio di stagione, tra mille difficoltà e problemi, non ha comunque demeritato in diverse partite, soprattutto nell’ultima contro la Juventus, partita in cui lo stesso Tonali si è messo ancora più in mostra. Tutti i palloni passano per i suoi piedi, ha grinta, ha voglia di emergere ed imporsi, e chissà che non possa venir nuovamente premiato anche al San Paolo.

LAZIO-GENOA

Con la Lazio obbligata a fare la partita, come accade spesso in casa con avversari di questo livello, Luis Alberto è pronto a riprendere in mano le manovre offensive biancocelesti. Le imbucate per gli attaccanti passano principalmente dai suoi piedi, così come i calci piazzati. Finora tra le mura amiche ha sempre portato bonus. E si sa, i numeri non mentono mai.

Nel Genoa l’unico veramente consigliabile è Criscito. Se non fosse per una (eccessivamente severa) insufficienza rimediata nella trasferta alla Sardegna Arena, staremmo parlando di un rendimento praticamente impeccabile nelle prime 5 giornate. Buoni voti, due gol, una sola ammonizione e prestazioni su alti livelli, come quella messa in campo mercoledì al Ferraris. Sta bene e si vede: questo è sicuramente un buon momento per schierarlo. Da rigorista, inoltre, è sempre difficile lasciarlo fuori. Un ulteriore appunto per gli amanti dei ricorsi storici: la Lazio è l’unica squadra a cui ha segnato su azione nella passata stagione.

LECCE-ROMA

Non è la partita più semplice di tutte, però Mancosu adesso è carico a mille ed è già a quota 4 gol. È il trascinatore della squadra e suo simbolo indiscusso. La Roma ha dimostrato di concedere molto dietro e, se dovesse esserci un bonus per i salentini, sarà quasi sicuramente passato per i suoi piedi.

Dzeko è stato sfortunato contro l’Atalanta, dove è apparso anche un po’ stanco, ma questa è una partita in cui il bosniaco si deve schierare assolutamente.

UDINESE-BOLOGNA

Musso è il migliore di questo inizio di stagione dei bianconeri, cosa che fa capire quanto sia in difficoltà la squadra in questo momento. Consigliatissimo per il modificatore, anche se il rischio di subire gol c’è. A favorirlo però, potrebbe essere il solito atteggiamento difensivo richiesto da Tudor.

Sempre nel vivo delle azioni pericolose, Soriano si abbassa per prendere palla e condurre la manovra offensiva bolognese. Spesso si inserisce in area avversaria e, contro un modulo come il 3-5-2, potrebbe creare parecchi grattacapi giocando fra le linee avversarie e costringendo il centrocampo friulano a rompere la linea a 5 in fase difensiva. Lo inseriamo tra i consigliati perché ha sempre un’occasione nitida a partita e, nonostante i gol sbagliati, ha avuto il merito di procurarsi entrambi gli ultimi due rigori. Sapete benissimo a cosa andate incontro, perché se siete suoi possessori ormai lo ripetiamo ogni volta: il rischio dell’insufficienza con lui c’è sempre. I pagellisti si aspettano il gol, e noi anche.

CAGLIARI-HELLAS VERONA

Per Nandez ennesima ottima partita contro il Napoli, ennesimo bonus leggero. Nahitan sta andando oltre le aspettative, e sta costantemente sfornando ottime prestazioni. Nelle ultime quattro partite ha: servito un assist a Joao, uno a Ceppitelli (toccato da un difensore), uno a Cristian Zapata (autogol) e uno a Castro. Non sappiamo per quanto andrà avanti così, ma il momento è molto favorevole, per cui si può decisamente schierare. Per Simeone invece, partita più di sacrificio quella contro il Napoli. In questa si potrebbero creare più azioni pericolose e quindi il Cholito potrebbe avere maggiori occasioni. Gol non scontato né facilissimo, ma sta dimostrando un buon feeling con la porta e il bonus potrebbe arrivare.

Sempre tra i migliori in campo, Veloso e Rrahmani difficilmente stanno sotto la insufficienza. Sono quelli che in squadra hanno sempre un voto positivo.

MILAN-FIORENTINA

Benino nel derby, convincente contro il Torino. Leao si sta rivelando una pedina interessante nello scacchiere tattico rossonero, soprattutto per motivi calcistici: gioca esterno offensivo e con la sua fisicità permette alla squadra di avere i giusti tempi di uscita. Non a caso, dopo la sua sostituzione contro i granata, il baricentro dei rossoneri si è abbassato molto ed è risultata letale la crescente e asfissiante pressione avversaria. Adesso però, è giunto il momento di iniziare a regalare delle gioie dal punto fantacalcistico: già Sirigu con una super parata gli ha negato il primo gol in Serie A, ma giocando molto avanzato può colpire contro chiunque e anche contro la Fiorentina è tra i pochi rossoneri che si possono schierare quasi senza se e senza ma. I tempi sono maturi per il suo primo goal.

Tra gli ospiti abbiamo diversi nomi da consigliare. Questa volta a Chiesa nessuno può togliere il gol. Federico con il tempo sta trovando la sua forma migliore e già con la Sampdoria si sono visti i risultati. La passata stagione fu lui a segnare il gol vittoria a Milano nell’unico tiro in porta dei viola: che la storia possa ripetersi? Noi speriamo di sì. Nel mentre non dimenticate Ribery: 36 anni, pochi compiti difensivi ed una classe immensa. Il suo assist per il gol di Pezzella è una perla e tra i tifosi c’è chi vorrebbe vederlo in campo 120 minuti, ma alla sua età dovrà, in gare ravvicinate, essere un po’ preservato. La titolarità non è in discussione: in un match dove la Viola potrebbe puntare sul contropiede può ancora fare male. Per ultimo, sembra scontato consigliare Pezzella dopo il gol, ma i motivi sono ben altri. Con il passaggio alla difesa a 3 i voti si sono alzati e, dopo aver messo il guinzaglio ai bomber di Juventus e Atalanta, siamo sicuri che si ripeterà a Milano.

PARMA-TORINO

Grande ex della partita, Darmian si è velocemente calato nell’ambiente crociato e sta dimostrando di essere un giocatore solido e affidabile. Fisicamente sta bene, come confermato dalle parole al miele di D’aversa, che è rimasto sorpreso dai risultati dei test atletici dove è apparso tra i migliori nonostante negli ultimi due anni avesse giocato pochissimo con il Manchester United. Può garantire la giusta attenzione in fase difensiva, ma anche la spinta necessaria per arrivare ad accompagnare l’azione in fase offensiva. Se cercate un buon voto per la difesa, può essere il nome giusto.

Anima dell’attacco granata, Belotti è sempre presente in ogni azione offensiva ed in ogni movimento di pressing offensivo. Giunto a 4 centri in stagione e fresco di doppietta nel decisivo scontro con il Milan, risulta difficile non consigliarlo. Pare aver raggiunto una forma ottimale dal punto di vista fisico e appare in uno stato di grazia nelle azioni personali che lo portano ad essere pericoloso almeno 3-4 volte a partita. Il Gallo è tornato ad alzare la cresta!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy