Consigli Fantacalcio 4a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente per la 4a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della quarta giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 4a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 4a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

NAPOLI – ATALANTA

KOULIBALY: Di una difesa che sarà molto sotto pressione ci prendiamo Koulibaly reduce da un inizio di stagione molto buono e da allenamenti continui grazie all’assenza dalla nazionale, il senegalese può tornare ad essere l’arma in più nonostante sarà impegnato in un duello rusticano con l’altro corazziere Zapata.

MERTENS: In attacco è lui l’uomo che potrebbe dare la scossa, grazie alla presenza di Osimhen dovrebbe agire più defilato e avendo meno uomini addosso avrà più liberta e potrà rendersi pericoloso anche dal limite, dove spesso ha dimostrato di essere letale.

HATEBOER & GOSENS: Sono entrambi in uno stato di grazia: tagliano, entrano in area, si scambiano gli assist, due vere e proprie spine nel fianco. Sugli esterni, forse, possiamo individuare i valori più bassi (relativamente) della fase difensiva di questo Napoli, e considerando che difensori migliori della coppia bergamasca non ce ne sono così tanti, schierarli è praticamente un must.

SAMPDORIA – LAZIO

QUAGLIARELLA: La difesa dei biancoazzurri si preannuncia decimata e lui potrebbe godere del supporto di nuovi e vecchi compagni di reparto che sapranno sia servirlo che impegnare la retroguardia avversaria su più fronti. Nelle ultime uscite è sembrato già tirato a lucido tanto da reggere egregiamente i 90 minuti che probabilmente dovrà coprire anche in questo match vista la defezione di Gabbiadini. I presupposti per fare bene ci sono davvero tutti.

LUIS ALBERTO: L’assenza di Immobile per squalifica carica di responsabilità Luis Alberto che dovrà far partire dai suoi piedi le manovre più pericolose. L’anno scorso qui a Genova iniziò una strepitosa stagione fatta di infiniti assist e giocate sopraffine, il Mago è una garanzia di buoni voti e assist. Top class.

MILINKOVIC-SAVIC: 4 gol nelle ultime 3 partite con tra nazionale Serba e campionato per il Sergente, che si presenta alla trasferta di Genova on fire. La forma sembra stia pian piano arrivando e i numeri ci sono sempre stati, con un minimo di continuità in più diventa una delle mezzali più forti del panorama calcistico. Per ora noi ce lo godiamo al fantacalcio e dopo aver punto l’Inter nell’ultimo turno è pronto a guidare l’assalto di Marassi.

INTER – MILAN

LUKAKU: Negli occhi e nel cuore è ancora vivo il ricordo di BigRom che dopo aver segnato il gol del 4-2 contro il Milan, si autoproclama Imperatore di Milano sotto la scrosciante pioggia di applausi ed esultanze della Nord. Molto è cambiato da allora, ma il centravanti belga è rimasto il nostro punto di riferimento offensivo, nonché leader dello spogliatoio con spalle abbastanza larghe da caricarsi la squadra sulle spalle nei momenti di difficoltà. In questi momenti di incertezza, proteggici tu BigRom.

HERNANDEZ: Preparate i popcorn, il duello con Hakimi si prospetta stellare e da amanti del calcio ne vedremo delle belle. Theo ha detto che non lascerà passare il rivale interista, è carico e anche sui social non ha disdegnato contenuti ad alto tasso emotivo, motivo per il quale non possiamo non metterlo in questa sezione. Non dimentichiamo che un giocatore come lui, al Fantacalcio, va schierato praticamente sempre: lo scorso anno nei big match non ha mai sfigurato, è un top di reparto e come tale va trattato, anche contro le squadre più forti. RUOTA FUMANTE

IBRAHIMOVIC: La positività al Covid-19 ha privato il Milan del gigante svedese sul più bello, ma il recupero a tempo di record permette al grande ex della gara di poter essere a disposizione di Pioli: sa come far male ai nerazzurri e in passato ha già segnato reti pesanti ai cugini interisti, può essere un possibile protagonista. Da schierare senza se e senza ma a meno di alternative clamorosamente migliori in termini di appetibilità in questo turno.

CROTONE – JUVENTUS

MESSIAS: Giocherà a centrocampo o verrà riproposto in attacco? In ogni caso il suo lavoro lo fa più che discretamente. Anche con il Sassuolo è stato uno dei più pimpanti ed ha avuto diverse occasioni da gol. La partita è proibitiva nonostante una Juventus non al completo, ma Junior Messias è quel tipo di giocatore che i difensori bianconeri potrebbero soffrire. In caso di sconfitta, il suo voto potrebbe essere ugualmente positivo.

MORATA : è rimasto a Torino in queste due settimane di stop e avrà certamente migliorato condizione e capito maggiormente cosa Pirlo gli chiede. Senza Ronaldo e probabilmente Dybala, sarà anche il rigorista designato. Deve segnare.

BOLOGNA – SASSUOLO

SORIANO: Ottimo inizio di stagione per il centrocampista italo-tedesco. Le possibilità di fare risultato passo in gran parte dai suoi piedi, e anche nella sconfitta di Benevento è risultato essere uno dei più attivi in avanti, fornendo un paio d’assist importanti, sperano che questa settimana vengano effettivamente tramutati in gol.

BERARDI: che a sinistra per il Bologna giochi il giovanissimo Hickey o il non sempre irreprensibile Denswil, rischiano di andare molto in difficoltà contro Mimmo. In generale è uno di quegli attaccanti da schierare sempre, poi in partite così a maggior ragione.

CAPUTO: tre goal in tre presenze ma, soprattutto, tante occasioni ogni gara, a dimostrazione che la squadra gira a dovere, e quella contro il Bologna potrebbe essere un’altra partita aperta. Pure lui è da mettere a questo giro.

SPEZIA – FIORENTINA

RICCI: Il nostro Matteo inizia a diventare davvero un punto importante per la squadra e da fisso nelle sorprese di giornata, passa di diritto nei consigliati questa volta. Davvero una delle poche certezze ad oggi su cui poter puntare. Da una sua giocata può venire fuori una pericolosa azione da goal: la botta da fuori, un possibile rigore, un azione personale a testa alta, un passaggio no-look ? Insomma vogliamo prenderci questo rischio e consigliarvelo per questa partita. Magari un posto come quarto nelle vostre leghe a 10 possiamo darglielo.

BIRAGHI: Sogno o son desto? Pensavamo che Pioli avesse fatto già un mezzo miracolo a trasformare Biraghi in un terzino decente da Serie A, Conte ha fatto il restante mezzo insegnandogli a crossare.
Spesso crea occasioni da gol, andassero a buon fine una sarebbe assist.

RIBERY: E’ listato attaccante? Vi interessa davvero per decidere se schierarlo o no?

TORINO – CAGLIARI

BELOTTI: Considerazioni analoghe a quelle che avevamo fatto nella partita contro il Genoa, poi rinviata; Andrea è ripartito da dove aveva finito, e con un miglioramento delle prestazioni di squadra non potrà che beneficiarne la fase offensiva, positiva solo a tratti in quest’inizio stagione. E quando il gioco si fa duro, non può che essere il capitano a trascinare la squadra fuori dal pesante 0 in classifica attuale.

NANDEZ: Solito motivo per vederlo qui, la garanzia della prestazione e il fatto che sia sempre uno dei migliori. Stavolta però c’è qualcos’altro. Vero, ci aspettiamo di vederlo tra i tre dietro la punta, ma questo non significa per forza che avrà tante occasioni da bonus. Il motivo diciamo che è un po’ quello, ma anche un po’ cabalistico: sinora Nandez ha segnato solamente due gol in Serie A, e li ha fatti entrambi contro il Torino. Ora, non mettetelo aspettandovi un bonus, però si sa mai

JOAO PEDRO: Da esterno nel 4-3-3 non è molto una buona idea metterlo, anche se una giocata o un gol su rigore può sempre darvelo. Tuttavia, a sentire Di Francesco, c’è la possibilità che giochi più vicino alla punta, e qui il discorso cambia: nel caso dovesse giocare in una posizione simile a quella della scorsa stagione, le sue possibilità di bonus aumentano sensibilmente, e un avvertimento è già stato dato a Bergamo due settimane fa. Vediamo se saprà confermarsi: nel dubbio, potete tentarvelo.

UDINESE – PARMA

DE PAUL: Ever green inteso come l’eterno consigliato. E come ti sbagli, sempre oltre la sufficienza e padrone del centrocampo. Tutto passa dai suoi piedi e le sue giocate. Il centrocampo parmense nella sua zona d’azione può lasciare qualche pertugio nel quale Rodrigo può infilare la giocata. Ora che finalmente le distrazioni (se mai è stato distratto) del mercato sono finite, energia corpo e spirito devoti alla causa e andiamo di bonus

PEREYRA : Una partita per entrare subito in questa categoria. Anima e cuore, ciò che serviva a questa squadra. In più, piedi educati ed inserimenti continui. Gli perdoneremo qualche fallo di troppo se impreziosisce la prestazione con un assist o un gran voto. Bella lotta con Kurtic. Quando il gioco si fa duro, El Tucu inizia a giocare.

BRUNO ALVES: Il portoghese è il capitano e leader della difesa. In una squadra che sta prendendo forma con i tanti arrivi a fine mercato di giovani ragazzi lui è il punto fermo e giocatore che con la sua esperienza può far crescere i compagni. Contro un attacco (quello friulano) ancora a secco di gol dopo tre partite, è lecito aspettarsi una prova importante da parte sua

ROMA – BENEVENTO

MKHITARYAN E PEDRO: Entrambi rimasti a Trigoria, entrambi rimasti a ricaricare le pile, vanno assolutamente schierati in una partita che vede la Roma sicuramente favorita.

CAPRARI: Il buon Gianluca è uno dei due ex di questa partita. In passato ha già colpito la Roma e chissà che non possa ripetersi. D’altronde le prime uscite con la maglia del Benevento sono state più che positive. Da schierare con la consapevolezza che in caso di buona prestazione potrebbe portare ugualmente la sufficienza anche senza reti all’attivo.

VERONA – GENOA

FARAONI: E’ vero lo troverete spesso inserito qui, perché comunque fa davvero tanto per la squadra e finora ha giocato delle ottime partite. Avrebbe addirittura già avuto l’occasione di fare +3 se fosse stato un pizzico più bravo (e forse fortunato). In una partita così, decidiamo di affidarci a lui.

GHIGLIONE: a Genova, nonostante un addio un po’ brusco, Lazovic ha lasciato buoni ricordi. Tuttavia, i tifosi rossoblù ricordano bene sia le cavalcate offensive che le amnesie difensive. Di fronte a lui, un giocatore per molti versi simile a lui: Ghiglione, al probabile rientro da titolare per via dell’indisponibilità di Zappacosta, avrà voglia di spaccare il mondo, per dare continuità alla grande prestazione contro il Crotone (condita con 2 assist). Insomma, colui che farà meglio in questo affascinante duello sulla fascia, contendendo le potenzialità offensive e sfruttando le debolezze difensive dell’altro, potrà fare molto male alla squadra avversaria.

Attiva Magic, il fanta-concorso con il montepremi più ricco d’Italia, vinci una Jaguar e diventa il Magic Allenatore più famoso d’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy