Consigli Fantacalcio 4a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

State lontani da questi giocatori e non schierateli per nessun motivo nella quarta giornata del fantacalcio

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della quarta giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 4a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 4a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

NAPOLI – ATALANTA

I TERZINI DEL NAPOLI: Inutile dire che saranno i giocatori più in difficoltà, i bergamaschi sulle fasce vanno forte e nelle prime giornate Gosens e Hateboer hanno dominato in lungo ed in largo. Chiunque dei terzini è meglio se resti in panchina, ovviamente a meno di necessità impellenti. Forse Di Lorenzo è l’unico schierabile, ma sapendo che avrà di fronte Gosens…. insomma siete avvertiti.

I CENTRALI DELL’ATALANTA: La difesa bergamasca, per quanto sia composta da elementi di grande valore (almeno i tre che dovrebbero partire titolari) è il reparto meno solido dei tre. E se avete delle alternative, quale momento migliore della trasferta contro il Napoli? Occhio che non sono sconsigliati a prescindere (e potrebbero anche fare bene) ma rischiare se avete alternative valide non ha senso.

SAMPDORIA – LAZIO

BERESZYNSKI: Chi lo ha visto in campo con la maglia della nazionale polacca nella recente sfida contro l’Italia avrà faticato a riconoscerlo in virtù di una prestazione gagliarda, molto diversa rispetto a quelle raccapriccianti a cui ha abituato il pubblico blucerchiato da almeno due anni a questa parte. Il buon Bartosz sicuramente ha dei limiti, ma a questo punto viene il dubbio che sia la testa a non girare come dovrebbe quando gioca con la Samp. Nella speranza (probabilmente vana) che prima o poi arrivi un segnale di risveglio, noi gli dedichiamo anche stavolta il suo bel trafiletto perché crediamo che pure stavolta riuscirà a complicarsi la vita in qualche modo seppur contro una Lazio un decimata e parzialmente spuntata. Nella sua zona potrebbero comunque gravitare Correa e Luis Alberto che sono due degli elementi più tecnici e pericolosi della compagine capitolina.

EKDAL: L’arrivo di Adrien Silva e l’ottimo momento di forma di Thorsby potrebbero rimettere, almeno in parte, in discussione la titolarità dello svedese. Albin non sta attraversando un periodo particolarmente brillante, è reduce dagli impegni con la propria Nazionale e inoltre si troverà a dover fronteggiare una delle mediane più forti della categoria. Per queste ragioni crediamo che in questa occasione sarebbe meglio lasciarlo a riposo, a meno che non siate proprio costretti dalla necessità numerica a schierarlo.

PAROLO: Marco è un giocatore tanto importante per Inzaghi quanto ormai inutile al fantacalcio. Si sacrifica tantissimo, è passato dall’essere mezzala di inserimento a mediano e all’occorrenza difensore centrale. Un centrocampista che gioca in difesa però, nonostante l’affetto verso Parolo, risulta già assolutamente non appetibile al fantacalcio. In più i movimenti del centrale di difesa sono molto diversi da quelli di un mediano – per di più non di ruolo – e ogni tanto Parolo si perde la marcatura o affronta anziché coprire la zona. Ci dispiace tantissimo, ma è assolutamente sconsigliato, se non avete alternative a centrocampo meglio schierare difensore in più, ma di ruolo.

FARES: Entrato al 30′ per l’infortunio di Marusic, ha dimostrato di non essere ancora entrato nei meccanismi laziali. Non si è mai proposto su quella fascia, per non parlare della fase difensiva scarsa, se non proprio assente. Ha sbagliato facili appoggi in fase di impostazione che hanno causato un paio di iniziative pericolose dell’Inter. E in questi casi non è questione di avversario o di marcatura. Si troverà di fronte Candreva, che sicuramente lo metterà in enorme difficoltà in fase difensiva, e l’infortunio patito in nazionale non può che aumentare le perplessità su una sua buona prestazione.

INTER – MILAN

HANDANOVIC: San Samir, noi ti saremo sempre grati per tutto ciò che hai fatto per l’Inter, per tutte le volte che hai salvato le sorti della squadra, impendendo ad una barca troppo spesso alla deriva di affondare. Però così non va, i gol subiti sono troppi ed anche la qualità delle prestazioni individuali sta iniziando a calare, segno dell’inevitabile calo dovuto all’età. In parole povere, un paio di gol subiti metteteli in conto.

ROMAGNOLI: Smaltito l’infortunio muscolare patito nel finale della scorsa stagione, il Capitano tornerà al centro della retroguardia rossonera. Non sarà al meglio, essendo la prima gara ufficiale dopo tanto tempo, motivo che già ci spinge a considerarlo poco appetibile per questo turno. Potrebbe infatti soffrire oltremodo il duello con gli esplosivi attaccanti nerazzurri. Senza dimenticare che negli ultimi derby è stato uno dei protagonisti in negativo tra i rossoneri, con errori decisivi che hanno spianato la strada ai rivali.

CROTONE – JUVENTUS

MARRONE: Non ci siamo. Fatica in marcatura e non riesce a dare sicurezza al reparto. Si prevede un altro sabato da incubo per lui, se pensate di schierarlo perché potrebbe fare bene contro la sua ex squadra, lasciate perdere.

ALL IN DI BIANCONERI: Non ci sono giocatori propriamente sconsigliati per questa trasferta, altresì va considerata la piena emergenza (sono out de Ligt, Ramsey e Ronaldo + Dybala in condizioni non ottimali). Quindi nonostante siate invogliati a schierare molti bianconeri sulla carta, non esagerate.

BOLOGNA – SASSUOLO

LA DIFESA DEL BOLOGNA: Difesa che prende gol ormai da un campionato intero che si ritrova ad affrontare uno degli attacchi più in palla del campionato, reduce da due partite in cui ha segnato la bellezza di 8 gol. In primis sconsigliamo i terzini, che contro esterni come Berardi e Haraslin (che fece impazzire la difesa qualche mese fa proprio al Dall’Ara) potrebbero andare in difficoltà facilmente; Subito dopo viene Skorupski che non è in un periodo di forma particolarmente felice e per ultimo Danilo, che potrebbe soffrire la velocità degli attaccanti avversari e soprattutto a livello di rendimento non ha iniziato benissimo questo campionato.

OBIANG: gara aperta ma ostica e lui, che non è un profilo fantacalcisticamente interessante, può darvi solo il voto e poco altro. In gare così meglio guardare altrove.

KYRIAKOPOULOS: sicuramente dovrà stare in campo 90′ e, sebbene Orsolini non stia vivendo il periodo più felice della sua carriera, rimane pur sempre il fatto che è uno dei giocatori del Bologna con maggior talento e, soprattutto, la fascia destra dei felsinei, con lui e De Silvestri, è il settore che più può mettere in difficoltà il Sassuolo.

SPEZIA – FIORENTINA

SALA: Giocherà? Non giocherà? Poco importa. Qualora il mister opterà per farlo ancora giocare spesso, allora anche noi lo vedremo spesso se non sempre, in quest’angolo della scheda partita.

CACERES: Malino contro la Sampdoria, idem in nazionale. Potrebbe essergli dato un turno di riposo.

AMRABAT: Fino a che giocherà fuori ruolo bisogna starci alla larga.

TORINO – CAGLIARI

RINCON: Un grande ritorno in questa sezione, non tanto perché ce l’abbiamo con il venezuelano, giocatore che comunque si è guadagnato la conferma da titolare adattandosi al ruolo di regista, con il quale ha persino trovato un bell’assist nella prima sfida casalinga con l’Atalanta. In questo ruolo comunque ancora deve integrarsi alla perfezione, se consideriamo anche che rientrerà all’ultimo dal Sudamerica post sfide con la nazionale, potrebbe essere il caso di tenerlo ai box per questa giornata.

IL TERZINO SINISTRO DEL CAGLIARI: Tanti, troppi dubbi su Tripaldelli, che potrebbe esordire dal primo minuto; non ci fideremmo onestamente, almeno per il momento. E se dovesse giocare Lykogiannis, i dubbi sono meno ma non in senso positivo: anche lui da evitare come al solito.

UDINESE – PARMA

NICOLAS: Si ritrova titolare vista l’assenza per infortunio di Musso e con Scuffet che potrebbe soffiargli il posto. Meglio guardare altrove.

SAMIR: Quando è colpa sua, voto 5. Quando non è colpa sua voto…..5! Ormai è un predestinato, gira e rigira ne combina sempre qualcuna o comunque appare sempre il più insicuro dei tre e di fatto l’uomo su cui giocano gli attaccanti avversari. Detto questo, domenica lo punterà un certo Gervinho che probabilmente non lo “vedrà” per gran parte della partita. Serve aggiungere altro?

ROMA – BENEVENTO

NESSUNO DELLA ROMA CON RISERVA: A parte i soliti nomi che non portano bonus e quindi possono essere in caso lasciati fuori (Cristante, Santon), non ci pare questa una partita in cui possiamo sconsigliare qualcuno. Non stiamo dicendo che la Roma vincerà con una goleada, ma che questa sulla carta è una partita che la Roma deve vincere e che ha le possibilità di farlo segnando molti gol.

I CENTRALI DEL BENEVENTO: E’ una partita nella quale il Benevento rischia di subire qualche goal di troppo. Per questo motivo sconsigliamo i due centrali, poiché in caso di sconfitta potrebbero tornare a casa con un brutto voto.

VERONA – GENOA

DI CARMINE: Non sappiamo nemmeno se sarà in panchina, intanto è tra i nostri sconsigliati. Sempre più chiuso ormai dalla concorrenza, è difficile che possa risalire a galla.

DIMARCO: Non è una punizione la sua, ma già con il rientro di Lazovic ha la strada sbarrata, inoltre per questa partita potrebbe essere costretto a giocare come terzo di difesa, e per quanto lui si voglia impegnare, ha delle caratteristiche tecniche (e soprattutto fisiche) che potrebbero non essere sufficienti per reggere un ruolo così delicato.

PERIN: a Napoli la difesa è affondata (al di là del fatto che la partita facesse testo fino ad un certo punto, considerate le circostanze venute a galla prima, durante e dopo l’incontro). Per di più, anche contro il Crotone, un attacco non certo irresistibile, Perin si è dimostrato stranamente insicuro, poco presente nelle uscite (questa non è una novità) e nemmeno particolarmente reattivo fra i pali (questo è un elemento più raro), tanto da concedere un gol e un palo in due tiri, praticamente. Insomma, per questa giornata c’è probabilmente di meglio.

Attiva Magic, il fanta-concorso con il montepremi più ricco d’Italia, vinci una Jaguar e diventa il Magic Allenatore più famoso d’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy