Consigli Fantacalcio 3a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare senza troppi dubbi nella 3a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della terza giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 3a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 3a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

FIORENTINA – SAMPDORIA

CASTROVILLI e BONAVENTURA: le due mezzeali sono senza dubbio il punto di forza attuale della Fiorentina. Non solo costruiscono il gioco anche per quell’Amrabat che da regista, ruolo non proprio suo, è ancora in fase di rodaggio; servono assist per cercare di sbloccare le punte – è passata troppo sotto silenzio la generosità e l’intelligenza calcistica di Bonaventura, che ha lasciato a Kouamé il gol fatto dell’1-0 – e s’inseriscono a loro volta in attacco con grande continuità. Magari la terza rete su tre partite di Castro sarà difficile, ma la prestazione dovrebbe esserci e, comunque, non poniamo limiti alla provvidenza; in ogni caso, i tempi sembrano maturi perché Jack timbri per la prima volta in maglia viola.

SASSUOLO – CROTONE

CAPUTODJURICIC: Entrambi, nei loro rispettivi ruoli, sono praticamente imprescindibili per questa giornata. Il Sassuolo ha ripreso questa nuova stagione, esattamente da dove aveva finito la scorsa, con una produzione offensiva da fare invidia alle migliori squadre del campionato, e lo dimostrano i 50 tiri verso la porta avversaria nelle prime due giornate, certo qualcuno obietterà che non erano avversarie di primissimo livello, ma il Crotone è in linea con le squadre affrontate finora; inoltre i due vengono da una prestazione di altissimo livello contro lo Spezia, per cui li troveremo in fiducia. Non hanno 5/5 come indice, solo perché notoriamente il Sassuolo ha difficoltà a scardinare le difese chiuse, ma qualora il risultato dovesse sbloccarsi, potrebbe esserci da divertirsi.

MESSIAS: Due partite e due sconfitte, pochi tiri in porta e allora vi chiederete perché insistiamo con lui. Semplicemente perché è l’unico che prova a inventare qualcosa. Uomo ovunque, la speranza è che con l’infortunio di Riviere, la prova opaca di Dragus, Stroppa lo provi come seconda punta e avvicinandolo alla porta, Messias possa essere più incisivo. Il Sassuolo qualcosa dietro concede, starà a lui sfruttare ogni minima possibilità che si presenta.

UDINESE – ROMA

DE PAUL: Consigliato da 3/5. Stavolta non si può dare di più neanche a Don Rodrigo. La squadra in questo inizio di campionato è completamente assente, vuoi per le assenze pesanti, vuoi per le voci di mercato che possono distrarre i giocatori. Anche De Paul è stato assente ingiustificato nel match contro lo Spezia. Resta l’unico giocatore schierabile dei bianconeri in questa partita, che potrebbe finire decisamente male per i friulani.

MIKHYTARIAN E PEDRO: Questa volta la Roma deve portare a casa i primi tre punti. E serviranno le ali per farlo. Ecco perché vanno messi entrambi secondo noi. Mikhytarian ha già portato a casa il primo assist (con tante occasioni sprecate). Pedro ancora non è mai stato molto pericoloso, ma siamo sicuri che questa possa essere l’occasione giusta.

ATALANTA – CAGLIARI

PAPU GOMEZ: IMPRESCINDIBILE. PUNTO. Imprescindibile per la squadra, per le vostre formazioni, per la serie A, per il gioco del calcio. Una delizia che non andrebbe nemmeno inserita qui perché è praticamente tempo sprecato, va schierato senza nemmeno mezzo pensiero contrario o di qualsiasi altra natura. Trascinatore della squadra e top assoluto affermato anche in questo inizio di stagione. Non ci dilunghiamo oltre visto che c’è poco da dire in più su di lui, mettetelo e basta.

LE CORSIE ESTERNE ATALANTINE: Punto fermo della corazzata Gasperiniana, che sia da una parte o dall’altra poco cambia il risultato è lo stesso: Bonus. Abbiamo messo volontariamente un punto in più a Gosens negli indici perché nonostante il gol in più dell’olandese, quello più in palla resta il tedesco. Quindi in ordine di appetibilità mettiamo leggermente Gosens davanti ad Hateboer nel caso aveste entrambi (da schierare anche in coppia ovviamente) ma un solo posto a disposizione (praticamente impossibile) meglio il primo.

NANDEZ E ROG: La partita si preannuncia durissima, e loro due sono i pochi che possono dare qualche garanzia. L’attacco ha discrete chances di segnare, ma anche di ritrovarsi insufficiente, mentre la difesa meglio evitarla in blocco. Le due mezzali invece non hanno deluso nelle prime due prove, e anche se sarà difficile portare a casa più di un voto decente, almeno questa garanzia la possono dare.

PARMA – VERONA

FARAONI E DIMARCO: Anche con l’Udinese hanno fatto un lavoro eccezionale, vogliamo insistere nel suggerirvi questi due giocatori che in difesa possono portare un altro voto positivo anche per il mod. Sono due garanzie al momento e ci sentiamo di dare ancora fiducia a entrambi.

BENEVENTO – BOLOGNA

CAPRARI: Se il buongiorno si vede dal mattino, l’inizio di stagione di Caprari sembra davvero promettente. Riuscirà ad essere costante? Contro il Bologna potrebbe sicuramente dir la sua, poiché potrebbe riuscire a trovare diversi spazi per le sue giocate e risultare determinante. Un posticino, se lo avete, dateglielo per una possibilità.

TOMIYASU: Nonostante lo spostamento al centro della difesa (seppur nel suo ruolo naturale), il suo rendimento non è calato, anzi forse è pure meglio. Sicurezza e precisone che hanno fatto drizzare le antenne anche alla dirigenza del Milan. Da tenere in serie considerazione se giocate con il modificatore.

SORIANO: MVP contro il Parma con una doppietta e 1 assist a referto. In mezzo tante giocate determinanti, qualità e tecnica al servizio della squadra. Imprescindibile da sempre per questa squadra, se inizia anche ad avere più continuità di rendimento sarà spesso in questa sezione. Da mettere senza troppe remore per questa giornata.

LAZIO – INTER

LUIS ALBERTO: Poco brillante ed anche nervoso nella sfida persa contro l’Atalanta, dai suoi piedi, però, passerà il gioco di una Lazio che incontra un avversario che gioca, ma soprattuto concede per vie centrali. Servirà una reazione di carattere dopo la sconfitta all’Olimpico, che numeri alla mano, poteva non essere così larga. Il Lupo ha qualità, da Conte si dovrà aspettare una marcatura strettissima, ma può superarla grazie alle sue doti tecniche. Le grandi partite sono per i grandi campioni, il Mago è pronto ad illuminare la scena.

IMMOBILE: Una traversa ed un’occasione mancata a tu per tu con Sportiello, due azioni per sintetizzare una prestazione abulica di Ciro the Hero, errori che in una situazione diversa non avrebbe commesso. Vale lo stesso discorso fatto per Luis Alberto, nel corso dei 90′ le occasioni non mancheranno da entrambe le parti, Immobile è il principale finalizzatore biancoceleste e non può esser lasciato fuori.

LUKAKU- LAUTARO – SANCHEZ: Sono tutti e tre on fire! Cominciano a conoscersi a memoria: conoscono i movimenti l’uno degli altri e sanno sempre come e dove trovarsi. Lautaro è stato protagonista contro la Fiorentina, Lukaku contro il Benevento (5 gol in due nelle prime due giornate di Serie A), mentre Sanchez, quando è in campo, sa sempre come mandare in difficoltà le difese avversarie.

HAKIMI:”Hakimi si è adattato presto al calcio italiano, va semplicemente più veloce di quello che gli sta intorno” ha scritto ieri un giovane giornalista italiano sul suo account twitter a partita finita, fotografando perfettamente lo stato delle cose. Hakimi va al doppio della velocità rispetto a chiunque, a volte anche rispetto ai compagni. Questo non vuol dire che saranno sempre rose e fiori. Sicuramente arriveranno anche le partite no, ma in questo momento è da schierare al 110%.

MILAN – SPEZIA

CALHANOGLU: Senza Ibrahimovic e Rebic è lui il principale riferimento offensivo rimasto lì davanti. Se il Milan andrà in gol (e il coefficiente di difficoltà della gara lascia ben sperare in merito), è assai probabile che i bonus, siano essi leggeri o pesanti, passino dal turco visto che è partito bene e sta ben figurando nelle prestazioni di inizio stagione.

GYASI: Vogliamo dargli ancora fiducia e metterlo nei consigliati il nostro Manuel, anche se non è da escludere un possibile riposo dal primo minuto per lui. Gyasi continua a dimostrare giornata dopo giornata di meritare la maglia da titolare, tanta corsa e sudore sulla fascia e non sembra mai stancarsi, davvero difficile farne a meno. Suo l’assist al bacio per la testa di Galabinov contro l’Udinese. Questa sarà una partita molto difficile e di sacrificio, magari non arriverà alcun bonus, probabile però un’altra buona prova.

JUVENTUS – NAPOLI

CRISTIANO RONALDO: c’è bisogno di avere un commento ? Non penso. CR7 è ripartito da dove aveva terminato, 3 gol in 2 partite e certamente non si fermerà nel bigmatch di domenica sera contro il Napoli.

KOULIBALY: Tutti abbiamo ancora impresse nella mente le immagini di quel goffo autogol alla seconda di campionato contro lo stesso avversario di domenica, episodio che ha segnato tutta la (deludente) stagione del centrale senegalese. Inserendolo in questa sezione sappiamo bene di correre un grosso rischio, ma sappiamo altrettanto bene che Kalidou è uno dei pochi centrali in Serie A capace di fermare Ronaldo & co, se fisicamente e mentalmente in forma. E nelle prime due uscite di campionato sembra proprio esserlo, pronto a giganteggiare contro qualsivoglia tipologia di avversario, da colossi come Cornelius ad esterni rapidi e tecnici come Pjaca. L’avversario è tosto e l’insufficienza è una possibilità concreta ma KK ha tutte le carte in regola per uscire dallo Stadium con un votone da modificatore.

MERTENS: Partito all’ombra del nuovo arrivato Osimhen in molte leghe, alla fine è sempre lui però a prendersi la scena con due gol ed altrettanti assist. Con Insigne out sarà il faro offensivo della squadra con in più la possibilità di battere eventuali rigori e i piazzati ravvicinati. Profilo che ormai conosciamo benissimo, gli basta una mezza giocata per rendersi decisivo e contro la nuova Juventus di Pirlo che si schiera con la difesa a tre potrebbe rivelarsi determinante con l’esplosività nel breve e la fantasia che lo contraddistingue. E se nella peggiore delle ipotesi non dovessero arrivare né gol né assist, si può sempre contare sulla sufficienza abbondante di Dries che riesce ad essere importante anche lontano dalla porta con ripiegamenti difensivi profondi come gli abbiamo visto fare diverse volte nelle prime di campionato, atteggiamento che i pagellisti premiano.

Attiva Magic, il fanta-concorso con il montepremi più ricco d’Italia, vinci una Jaguar e diventa il Magic Allenatore più famoso d’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy