Consigli Fantacalcio 38a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 38a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente nella 38a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Ultimo turno del campionato di Serie A 2018-19, è tempo di concentrarsi per le nuove formazioni e con esse giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 38a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 38a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibili negli store iOS e Android.

FROSINONE – CHIEVO

In questa ultima giornata, nel marasma di mediocrità e menefreghismo, vogliamo dar voce al cuore di Dionisi. Sicuro della titolarità di sabato pomeriggio, vorrà dare voce e merito alla sua stagione maledetta, è perché no con una rete che possa dare fiducia ai suoi mezzi e nonché essere un trascinatore per il prossimo anno della squadra. Se lo avete in squadra, fateci un mezzo pensiero nei suoi confronti, non è detto che non vi possa far vincere il fantacalcio con un suo gol. Questo potrebbe essere l’ultimo match in maglia gialloblù per la giovane stellina del Chievo Vignato. Già cercato dai grandi club, ha un’altra chance per continuare a mettersi in mostra. In una partita che si prospetta aperta, può brillare e far aumentare ancora il suo valore. L’ultima del Capitano Pellissier in Serie A, titolare certo, come confermato da Di Carlo in conferenza stampa. Stesso discorso fatto per Vignato: la partita dovrebbe essere aperta, il Capitano può salutare con un gol.

BOLOGNA – NAPOLI

Si può accendere in qualsiasi momento della partita, per chi lo ha preso da gennaio in poi sa benissimo quanto Orsolini stia tornando utile in quest’ultima parte di stagione, in proiezione con Sinisa avrebbe potuto arrivare tranquillamente alla 15ina di gol stagionali. L’indice sta ad indicare il suo stato di forma, non è una garanzia di bonus, se lo avete però mettetelo, in questo momento è on-fire! Dries Mertens è palesemente l’attaccante più in forma della squadra, con ben 7 goal e 4 assist nelle ultime nove presenze. Le voci su un probabile rinnovo unite alle parole di Ancelotti sulla sua riconferma sembrano avergli dato la spinta in più per caricarsi il reparto sulle spalle. Il Bologna poi gli porta benissimo, sia in casa che al Dall’Ara. Al momento è praticamente impossibile lasciarlo fuori.

TORINO – LAZIO

Ultimo ballo al “Grande Torino” per Emiliano Moretti: dopo aver rifiutato l’invito di proseguire da calciatore anche per la prossima stagione possibile un ruolo in società per lui. Il capitano Belotti vuole concludere al meglio questa stagione, quale miglior modo se non con un gol? In casa segna da tre gare consecutive e ha buone chance di allungare la striscia. Inoltre potrebbe essere anche la sua ultima gara in granata: l’obiettivo stagionale è stato, comunque, raggiunto e c’è una ghiotta fish per tentare di incrementare il bottino. La Lazio è la squadra per cui tifa De Silvestri, lui vorrebbe tornarci, quindi quale miglior modo se non quello di farsi notare con un gol? La conferma in biancoceleste dovrebbe averla strappata sul campo, ma anche fuori considerando il suo impatto ottimo nello spogliatoio della Lazio. Stavolta potremmo rivederlo nella posizione di mezzala, che spesso ha ricoperto in carriera: un gol di Romulo si rivelerebbe la giusta chiusura di stagione.

SAMPDORIA – JUVENTUS

90 minuti e 4 gol di vantaggio potrebbero bastare a Fabione nazionale per essere incoronato re dei bomber a 36 anni. Giocatore e professionista immenso per il quale abbiamo ormai finito gli aggettivi, ci auguriamo che Quagliarella possa terminare la stagione facendo cio’ che ha dimostrato di saper fare meglio ovvero segnare! Il palcoscenico sembra quello adatto e una Juve che viene da 7 giorni di festa scudetto potrebbe essere lo sparring partner ideale. Per forza Cristiano Ronaldo. Dopo la brutta prova contro l’Atalanta, uno così non può chiudere la stagione senza almeno un SIUUUUUU!

ATALANTA – SASSUOLO

All’andata, a Reggio, finì 6-2 per la Dea, con una lezione di calcio insegnata dal maestro Gasperini all’ancora molto acerbo De Zerbi. Ora, in casa e con motivazioni da vendere, presumiamo che la Dea farà una partita gagliarda e alla ricerca del risultato certo. Chiunque avesse gli avanti degli orobici che sia Gomez, Ilicic o Zapata, deve metterli. la vera sorpresa di questo Sassuolo. Quando azzecca la partita Boga è incontenibile e sembra capace di dribblare chiunque. Listato centrocampista è da mettere, anche perché un’occasione a partita ce l’ha. Bisogna che inquadri la porta.

CAGLIARI – UDINESE

Nelle partite di fine stagione tra due squadre che hanno già finito il campionato, può capitare di vedere molti gol, sia da giocatori che hanno fatto bene durante la stagione sia dalle delusioni, o dai giocatori imprevedibili. Qua andate a sensazione, dato che non è facilissimo capire né chi gioca né chi possa segnare. A tal proposito, una piccola menzione va fatta per Lykogiannis, che è forse l’unica eccezione agli sconsigliati, dato che Pellegrini non ci sarà per il mondiale under 20 e quindi lui, che ha trovato poco spazio durante la stagione, dovrebbe giocare abbastanza sicuro. Al 99% sarà l’ultima partita con la maglia bianconera, Rodrigo De Paul è stato un fattore per la salvezza friulana e vorrà certamente timbrare il cartellino per salutare al meglio i propri tifosi. Partita che si preannuncia molto aperta e con possibilità di over, va schierato. Stefano Okaka ha trascinato con 4 reti in due partite i suoi ad una salvezza difficile con grinta e presenza. Non si vorrà fermare nemmeno a Cagliari.

FIORENTINA – GENOA

Ormai lo diciamo da 38 giornate: Chiesa è l’unico in grado di creare qualcosa. Peccato che ultimamente abbia la nuvola di Fantozzi sopra la testa, visti i molteplici pali che prende (quota 3 con Montella, 7 in campionato). Nell’ultimo mese bene o male il Genoa lo hanno tenuto a galla loro due: Criscito col rigore allo scadere della scorsa gara, Romero con due prestazioni superlative tra Roma e Atalanta, la seconda rivelatasi però inutile ai fini del risultato. Da tenere bene a mente che entrambi sono giocatori molto caldi, e in una partita a così alta tensione potrebbero anche finire negli spogliatoi in anticipo rispetto agli altri. Sono però anche tra i principali candidati a finire sul tabellino dei marcatori ed a decidere quindi la gara: il primo per un eventuale rigore, il secondo perché di fatto nell’ultimo mese, tra assist di tacco e colpi di testa, si è reso più pericoloso dell’attuale parco attaccanti in tutta la stagione.

INTER – EMPOLI

De Vrji rientra dopo due settimane di riposo più o meno forzato. Noie muscolari a parte è stata una delle poche note positive della stagione, unico insieme a D’Ambrosio a rendersi sempre pericoloso sui piazzati. Avrà uno stimolo in più per blindare la retroguardia, nel caso di disfatta avrebbe il brutto record di aver perso due quarti posti consecutivi all’ultima giornata. Sulla sua fascia avrà Perisic, sarà un duello difficilissimo ma lui lo può vincere. Perchè di testa è molto più sul pezzo rispetto al croato. Lo abbiamo visto negli allenamenti ed è davvero carichissimo. Inoltre Di Lorenzo viene da due gol consecutivi ed è all’ultima partita con la maglia della squadra che lo ha lanciato nel grande calcio. Anche se giochiamo a San Siro, un posto per lui nella vostra difesa dovete trovarlo!

ROMA – PARMA

Ci lascia un grande centrocampista, forse uno dei migliori centrocampisti italiani di questo ventennio. In 615 partite ha fatto 63 gol e 54 assist. Il perché va schierato in questa partita è molto semplice: sarà il rigorista e si farà di tutto per fargli salutare il suo pubblico nel migliore dei modi. Quindi trovategli un posto anche perché se giocate con la Gazzetta, potrebbero mettergli un voto alto alla carriera. Si dice che se Totti è stato la Roma, De Rossi è stato i suoi tifosi. Il Parma si è salvato aritmeticamente domenica scorsa contro la Fiorentina e chiaramente le motivazioni saranno un po’ scemate. La Roma dovrà salutare capitan De Rossi e ci sarà l’Olimpico gremito, per forza di cose sarà una partita particolare ed è difficile pensare che il Parma possa opporre resistenza a questa Roma che deve blindare il posto in Europa. Inoltre D’Aversa dovrà fare a meno ancora una volta di assenze pesanti: Gervinho e Inglese su tutti.

SPAL – MILAN

Siamo stanchi ogni settimana di trovare nuovi slogan, nuove parole, nuove metafore. Ma siamo anche tristi: al 90% è la sua ultima partita in biancoazzurro, Lazzari che è stato il simbolo di questo splendido sogno chiamato SPAL che da oggi dovrà andare avanti senza di lui. Schieratelo, schieratelo perché vorrà salutare i suoi tifosi al meglio delle sue possibilità. Sarà lui la star della partita e sarà sicuramente lui la spina nel fianco della difesa rossonera. Il Milan è stato la casa di Petagna, il suo principio. Questa è la sua miglior stagione di sempre. I gol fatti sono 16. E’ impossibile raggiungere i 20 pronosticati da Bobo Vieri ad inizio stagione, ma le motivazioni per segnare almeno un gol ci sono tutte. A non schierarlo potreste pentirvi. Nonostante il gioco espresso dalla squadra non lo valorizzi, isolandolo dal resto dei compagni, le qualità di Piatek non si discutono in quanto gli basta un mezzo pallone per bucare il portiere. Il copione è sempre lo stesso, domenica scorsa si è congedato da San Siro ritrovando la gioia del gol, le speranze di una qualificazione in Champions League passano anche dalle sue qualità realizzative di conseguenza per questo turno il suo utilizzo fantacalcistico ci pare quasi scontato. Nelle ultime settimane Suso è tornato a esprimersi nel rettangolo da gioco su livelli molto alti, il rendimento è ottimo e di conseguenza sarebbe opportuno battere il ferro finché è caldo cercando di concretizzare al meglio le opportunità fantacalcistiche che lo spagnolo potrebbe offrire ai suoi fantallenatori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy