Consigli Fantacalcio 38a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 38a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Ecco una carrellata di giocatori che possono solo far del male alle nostre formazioni nella 38a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Ultimo turno del campionato di Serie A 2018-19, è tempo di concentrarsi per le nuove formazioni e con esse giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 38a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 38a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibili negli store iOS e Android.

FROSINONE – CHIEVO

In quella che sarà la partita di congedo dalla massima serie e dai propri tifosi non si può sconsigliare un giocatore nello specifico. Ormai tanti giocatori sono in vacanza, almeno mentalmente, altri sono fisicamente giù e altri ancora sanno già che non ci saranno il prossimo anno. Ecco perché è davvero difficile nominare uno o pochi giocatori da sconsigliare, non perché non ci siano, ma perché è oggettivamente difficile sceglierli tra il gran numero. Tutti i giocatori in rosso in scheda vanno assolutamente evitati, dato che hanno un valore fantacalcistico prossimo allo zero. Su tutti, Cesar continua ad essere poco affidabile, Jaroszynski soffrirà e non poco le avanzate di Paganini, tra i più in forma del Frosinone, e Dioussè fa più il lavoro da medianaccio che da regista.

BOLOGNA – NAPOLI

Nonostante l’avversario ostico, il Bologna ha dato una vera e propria prova di forza e consapevolezza nel girone di ritorno, per questo motivo non ci sentiamo di sconsigliare nessuno a prescindere, ma vi invitiamo ruolo per ruolo a valutare le alternative. Ovviamente il reparto arretrato è quello più a rischio “brutti voti” , offensivamente il Bologna invece con Mihajlovic ha sempre prodotto tanto, contro grandi e piccole in maniera indifferente. Il campionato del Napoli è praticamente terminato con la convincente vittoria di domenica sull’Inter. Da verificare quindi la mentalità con la quale la squadra affronterà quest’ultima trasferta al Dall’Ara, contro una compagine che vorrà chiudere in bellezza davanti al proprio pubblico. Probabile però immaginare che sarà una partita nella quale entrambe le squadre penseranno ad attaccare più che a contenere e con le assenze di due colonne come Allan e Koulibaly ecco spiegato il motivo per cui vi consigliamo di fare attenzione ai giocatori azzurri del reparto arretrato. In particolar modo ci riferiamo ai tre centrali e ad Hysaj, che potrebbero anche uscire con un voto negativo dalla sfida contro gli attaccanti felsinei. Per quanto riguarda il portiere invece, non dovrebbero esserci particolari problemi riguardo il voto di Meret (o nel caso di Karnezis) che si sono dimostrati affidabili in più occasioni quest’anno.

TORINO – LAZIO

Vogliamo essere buoni e non accanirci contro i soliti giocatori del Torino, anche perchè il clima della gara non sarà eccessivamente teso e ci auspichiamo davvero una buona prestazione di tutta la squadra contro una Lazio decimata dalle assenze. Marusic è in ballottaggio dato che non si è allenato quest’oggi. Ed in generale ha giocato sempre sottotono in questa stagione. Due validi motivi che ci portano a sconsigliarlo, di nuovo, se aggiungiamo poi che il Toro gioca solo sugli esterni il quadro è completo.

SAMPDORIA – JUVENTUS

Finisce qui Colley a rappresentanza di un pacchetto arretrato che ormai fa acqua da tutte le parti e che nell’ultima gara di Domenica si troverà contro la Juve di Ronaldo. Anche i bianconeri saranno verosimilmente reduci da una settimana intensa quindi dubitiamo sara’ l’attenzione difensiva a farla da padrona. Aggiungiamo inoltre che il gambiano e’ stato uno di quelli il cui rendimento e’ crollato maggiormente nel momento in cui la tensione e’ calata come dimostrano le prestazioni contro Lazio e Bologna. Ci immaginiamo che questa gara non farà differenza quindi, se vi state ancora giocando qualcosa, state attenti. Quagliarella resta l’unico vero consigliato, per tutti gli altri vale invece il discorso fatto nelle gare precedenti: dosate con estrema cura, soprattutto per quanto riguarda il reparto arretrato. Non è affatto sicuro giochi ancora Barzagli, ma nel caso dovesse farlo data l’età potrebbe soffrire contro Quagliarella e contro un giocatore rapido come Defrel.

ATALANTA – SASSUOLO

La partita non prevede nessuno di sconsigliato tra le fila dell’Atalanta. Avremmo potuto inserire Djimsiti (qualora giocasse), per via delle sue lacune di concentrazione e velocità contro i veloci attaccanti neroverdi, ma confidiamo ciecamente sulle raccomandazioni del mister e ci atteniamo ai risultati. Rogerio è il meno appetibile del pacchetto arretrato. Fatica a farsi vedere in fase offensiva e dietro lascia qualche buco ogni tanto. Una stagione sicuramente in crescita, gliene diamo atto, anche perché è comunque giovanissimo. Tuttavia per quest’ultima partita non lo schiereremmo anche in virtù dell’avversario ostico.

CAGLIARI – UDINESE

Sappiamo bene che all’ultima giornata è importantissimo schierare giocatori che garantiscano la presenza. Tuttavia, una squadra che ha già finito il campionato come il Cagliari può portare sorprese anche inimmaginabili in formazione, ma state attenti perché nessuno vi garantisce il 100%. Lo sfortunato ghanese Badu viene da troppo tempo di inattività, potete evitare

FIORENTINA – GENOA

Sarebbe inutile stare a scrivere un papiro sul momento della Fiorentina, una cosa però la vogliamo dire: attenzione a dare tutta la colpa a Montella fermandosi alla statistica di 0 vittorie, le situazione è “comica” fin dalle fondamenta, ovvero dalla dirigenza. Non andremo oltre, in estate ne vedremo delle bene, a partire dalla vendita dei giocatori fin dal presunto acquisto della società da parte di arabi o americani o chi per loro. Pereira è ai limiti dell’improponibile, ma non ditelo a Prandelli. Estendiamo la categoria “Sconsigliati” anche a tutti i 2/5: un po’ per l’incapacità di reggere la pressione dimostrata nel corso della stagione dall’intera squadra, un po’ per l’oggettiva inadeguatezza degli stessi giocatori, che testimonia l’assoluta giustizia del posizionamento in classifica.

INTER – EMPOLI

La utilità fantacalcistica di Brozovic rasenta lo zero e vista la situazione psicofisica della squadra neanche il buon voto è così scontato. Diverso il discorso puramente calcistico, in mezzo al campo è diventato un punto fermo, la modificazione genetica effettuata da Spalletti è una delle cose positive che ci lascerà in dote il pelato di Certaldo. La sua esperienza tornerà utile ma è veramente troppo lento. Gli esterni dell’Inter arriveranno da tutte le parti e l’errore per Maietta è dietro l’angolo. Paradossalmente se la caverà meglio se giocherà Icardi piuttosto che Lautaro, comunque certamente avrete di meglio.

ROMA – PARMA

Non è una partita da sconsigliati. Il Parma è salvo, la Roma potrebbe andare in Champions, se accade un miracolo, e vorrà soprattutto salutare il suo capitano De Rossi nel migliore dei modi. Quindi a parte i soliti che sono poco utili al fantacalcio, gli altri si possono mettere. La partita potrebbe essere a senso unico, con una Roma che deve blindare l’Europa e un Parma incerottato e senza motivazioni forti. Il rischio di subire tanti gol è reale. Inoltre per Sepe c’è un ballottaggio con Frattali che potrebbe esordire in Serie A. Si è rivisto titolare contro la Fiorentina dopo che Stulac non giocava dall’inizio da Febbraio. La prestazione però non è stata del tutto convincente e rischia di essere scalzato ancora una volta da Scozzarella. Se dovesse partire dall’inizio però ormai è inutile aspettare prestazioni sufficienti. E’ in vantaggio su Siligardi e probabilmente partirà ancora dall’inizio per agire attorno a Ceravolo. Purtroppo i bonus in stagioni, così come sufficienze, sono state pochissime per Sprocati.

SPAL – MILAN

Non scherziamo, il Milan giocherà la partita della vita perché i 3 punti sono fondamentali per sperare di superare i cugini in classifica all’ultima giornata e schierare uno spallino sarebbe una follia. Gli unici che potete schierare sono i 4 nomi (Lazzari, Petagna, Kurtic e Bonifazi) che vi abbiamo suggerito tra i consigliati e le possibili sorprese, ma tutti gli altri se non correte grossi rischi, sarà meglio che li lasciate riposare in panchina o addirittura in tribuna. Teoricamente è il rigorista della squadra, è sconsigliato ma non lo è a prescindere in quanto con un calcio di rigore a livello fantacalcistico potrebbe tornare a essere importante. Il nostro è un semplice monito per cercare di indurvi a scegliere per bene chi schierare, valutando le alternative, perché a livello prestazionale l’ivoriano  Kessie ha subito un vistoso calo nell’ultimo mese. Quattro insufficienze nelle ultime cinque partite (sia per la Gazzetta dello Sport sia per Fantagazzetta), senza dimenticare la sua propensione ai malus (ben 8 ammonizioni fin qui). Teoricamente potreste avere qualche giocatore in un migliore stato di forma su cui fare affidamento. Ormai siamo diventati ripetitivi, lo svizzero Rodriguez è ormai ospite fisso di questa sezione in quanto, nonostante garantisca la titolarità, ha una bassa appetibilità fantacalcistica. Spinge molto poco sulla corsia mancina, la propensione al bonus è minima, in più non eccelle neanche dal punto di vista del rendimento, tant’è che non è sempre risultato sufficiente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy