Consigli Fantacalcio 30a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 30a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Ecco tutte le possibili sorprese per la 30a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

La redazione di Fantamagazine, per ogni turno di campionato, vi propone consigliati, sconsigliati ed uno speciale per analizzare tutte le possibili sorprese delle nostre schede squadra (che potete trovare QUI). In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori sono consigliati al Fantacalcio per la 30a giornata della serie A.

CONSIGLI FANTACALCIO 30a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE FANTAMAGAZINE

Seguiteci inoltre nel nostro canale Telegram! Scaricate l’app gratuita dallo store e iscrivetevi al nostro canale (questo il link, cliccate direttamente da cellulare -> https://telegram.me/fantamagazine). Riceverete gli indisponibili, le ultime news, i voti, i consigli direttamente sul vostro smartphone. Gratis! È un’esclusiva Fantamagazine per voi.

SASSUOLO – LAZIO

In gol con la nazionale under-21 e al centro di diverse voci di mercato, Pellegrini ormai è da considerarsi uno dei migliori di questa squadra, e lui, cresciuto nelle giovanili della Roma, potrebbe sentire la partita. A Roma siamo tornati a vedere un Politano frizzante e molto propositivo, soprattutto quando è spostato sul lato destro e con Berardi a sinistra, dandogli quindi la possibilità di vedere meglio la porta. Per chi lo ha listato da centrocampista un pensierino è il caso di farlo. Tutti ad aspettare il gol, dopo l’exploit di Pescara si è bloccato di nuovo. 5 gol segnati, tutti in trasferta, per Parolo è giunto il momento di tornare a gonfiare la rete. Come spesso sta accadendo si trova nuovamente in ballottaggio con Lulic, ma Keita può essere più devastante quando entra a partita in corso.

ROMA – EMPOLI

Molto probabilmente Grenier verrà richiamato in causa dato il sicuro forfait dei titolari. A Palermo è arrivato un 7+1. Per chi ce l’ha, è l’occasione giusta per buttarlo nella mischia. Totti se entra in poco tempo può sempre fare la differenza. Da schierare titolare solo se si è ben coperti in panchina. Paredes pare in un buon momento: ha segnato contro il Sassuolo nell’ultimo turno giocato ed è in forma anche in allenamento. Inoltre gioca contro la sua ex squadra. Dimarco difensivamente è tutt’altro che un mostro, però il piedino caldo ce l’ha, potrebbe portare qualche sorpresa magari da calcio piazzato.

TORINO – UDINESE

Il ritorno della difesa titolare Rossettini – Castan dovrebbe fornire più fiducia al portiere granata Hart, che in casa potrebbe anche rimanere imbattuto. Azzardo di giornata, comunque. Gli stessi difensori centrali, Rossettini e Castan, sono la coppia titolare del Torino e con loro in campo, almeno in casa, la squadra granata riusciva a tenere un buon standard di rendimento. Contro il Palermo ha messo lo zampino, senza portare bonus però, in tre delle quattro reti bianconere. Da titolare, Perica, avrà una chance importantissima, ricordiamo che lo scorso anno fu proprio lui l’autore del gol partita che permise all’Udinese di Colantuono di portare a casa i tre punti all’Olimpico di Torino.

CHIEVO – CROTONE

Dopo un periodo di flessione, Cacciatore sembra essere tornato il trattore che ara la fascia e va su e giù per il rettangolo di gioco con l’acceleratore schiacciato. Sono un paio di partite che va vicino al più tre e cosa fondamentale per lui anche in difesa non commette i soliti errori di concentrazione che poi portano al cartellino giallo. Potrebbe trovarsi davanti un cliente scomodo come Stoian,ma comunque avrà licenza di spingersi in avanti come avviene spesso nelle partite abbordabili ed in casa. Sempre senza sottovalutare troppo l’impegno, perchè si gioca con un Crotone che verrà a Verona con il sangue agli occhi, se lo avete dovete metterlo. Bello carico in settimana, con la Fiorentina solo il palo gli ha negato il goal. Falcinelli c’è, pressa tutto e tutti. Il bonus è nell’aria e all’andata segnò il primo goal in casa.

FIORENTINA – BOLOGNA

Il nuovo Ilicic, Tello, fantasma per 89 minuti, in 1 minuto può cambiare la sua gara: 5 oppure 7+3. Con la squalifica di Pulgar, è chiamato a non farlo rimpiangere: intanto, Viviani è stato il protagonista della trasferta del Marassi, con una punizione che ha permesso di portare a casa 1 punto importante. Con l’atteggiamento difensivo del Bologna in trasferta, un suo piazzato può valere il bonus!

PALERMO – CAGLIARI

Sottotono nelle ultime uscite, fuori per squalifica nell’ultima trasferta ad Udine, ma il ritorno del calore siculo potrebbe far mettere da parte un po’ di saudade a Bruno Henrique. Oltre a Borriello, nonostante nell’ultimo periodo il Cagliari si sta rendendo poco pericosolo, l’unico giocatore che potrebbe segnare e portare qualche bonus è  Joao Pedro.  Pisacane da centrale sta facendo abbastanza bene, possibile sufficienza in arrivo. Un bonus è impossibile da prevedere, per contro.

GENOA – ATALANTA

Le motivazioni per Pinilla possono essere molto forti. Fino a dicembre giocava nella Dea, maglia che ha sempre amato e onorato nelle ultime 2 stagioni e mezzo, e proprio il Gasp è stato uno dei primi a non credere in lui preferendogli da subito Paloschi e Petagna poi. Kessie ha subito un netto calo, ma in questo finale di stagione potrebbe tornare ad essere il giocatore ammirato nella prime giornate di campionato. Kurtic ha riposato nell’ultima giornata ed è riposato. Aveva bisogno di questo per tornare in forma.

PESCARA – MILAN

Rientrato stabilmente ad allenarsi in gruppo dalla giornata di mercoledì, Caprari è pronto a dare nuovamente il suo contributo alla causa. In settimana ha però espresso di non essere ancora in buona condizione e che probabilmente non avrà i 90 minuti nelle gambe. Ad ogni modo ad uno come lui basta poco per incidere, soprattutto se ad allenarlo c’è uno come il Maestro boemo. Da questa estate è diventato di proprietà dell’Inter, per cui la sfida contro i rossoneri sarà praticamente un derby per lui. E’ sembrato inoltre carico per questo finale, e le motivazioni personali non mancano: “Voglio battere il record di 12 gol di Allegri e diventare il miglior realizzatore biancazzurro nella massima serie”. Debutto da titolare in Nazionale a 18 anni e 1 mese, futuro sempre in bilico, ma Donnarumma scende sempre in campo con la sicurezza di un veterano. A cavallo tra febbraio e marzo Bacca sembrava sulla via della guarigione, la trasferta colombiana però ci ridona un giocatore spompato nel fisico e nel morale: tante le critiche dei media sudamericani, per un giocatore che fatica ad essere decisivo come un tempo. A Pescara la concorrenza di Lapadula è più forte che mai, ma a lui basta una palla per trafiggere Bizzarri.

NAPOLI – JUVENTUS

Sarà una gara di copertura su Alexsandro e Mandzukic per dar manforte a Hysaj, ma i tagli di Callejon hanno spessissimo fatto molto male alla vecchia signora.  La partita di Higuain, come all’andata, e non potrebbe essere altrimenti. Però domenica sarà decisamente diverso, perché non avrà come ad ottobre o in coppa italia lo stadio a sostenerlo, anzi, psicologicamente per lui sarà una guerra. Difficile dire come potrebbe reagire ad un ambiente infuocato tutto contro di lui, e potrebbe uscirne una prestazione senza vie di mezzo. Ma intanto le fredde statistiche dicono che in bianconero ha già punito il Napoli in entrambe le occasioni in cui l’ha incontrato, e che di gol pesanti e decisivi, quando contava davvero, ha dimostrato ampiamente di sapere come si fanno. Di Bonucci il gol che sbloccò la gara all’andata, e viene anche da un gol in nazionale. Nei big match solitamente si gasa, ma anche per lui sarà probabilmente una gara senza mezze misure. Certo, è molto rischioso mettere un difensore contro il miglior attacco della serie A, per giunta al San Paolo. Ma stiamo comunque parlando del leader della miglior difesa del torneo, in crescita nell’ultimo periodo. Alex Sandro sulla fascia di appartenenza dovrà dare un occhio a Callejon, ma in fase offensiva si troverà di fronte Hysaj in netta difficoltà al momento.

INTER – SAMPDORIA

Ansaldi è riuscito, finalmente, ha giocare tre partite di fila senza commettere errori e mettendo il primo assist stagionale. In questa partita puntare su di lui può starci. Joao Mario aveva ottenuto la titolarità fissa, ma Banega, complice l’infortunio del portoghese, ha sfruttato l’occasione e l’ha suggellata con l’incredibile tripletta contro l’Atalanta. Il portoghese comunque sembra possa essere complessivamente più funzionale al gioco di Pioli e questo turno, da titolare o subentrante, tocca a lui dimostrarlo. Praet molto probabilmente sarà il primo cambio e contro una grande vorrà mettersi in luce.


Se questo articolo vi è piaciuto, vi forniamo altri articoli sui consigli fantacalcio 30a giornata

Vedi anche -> Sconsigliati 30a giornata 

Vedi anche -> Consigliati 30a giornata

Vedi anche -> Live ultime dai campi 30a giornata

Vedi anche -> Riepilogo indici di schierabilità 30a giornata

Vedi anche -> Analisi Arbitri 30a giornata: probabilità rigori e cartellini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy