Consigli Fantacalcio 2a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente nella seconda giornata di campionato.

di Francesco Spada, @MoradinGE

SFIDA LA REDAZIONE DI FANTAMAGAZINE SU MAGIC
Crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport!


Secondo turno del campionato di Serie A 2019-20, è tempo di concentrarsi per le nuove formazioni e con esse giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 2a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali sono i giocatori consigliati per la 2a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

BOLOGNA – SPAL

Il nipponico Tomiyasu è stato il migliore in campo alla sua prima partita ufficiale in Serie A. Qualche sbavatura è da mettere in conto, ma Tomi sta davvero sorprendendo in positivo e ci potrebbe scappare un altro buon voto, difficili ma non impossibili i bonus. Orsolini oltre alla giocata che gli ha permesso di conquistare il rigore, nell’ultima partita ha avuto anche un altro paio di occasioni pericolose per andare a rete e ha provato spesso la giocata individuale per scardinare la difesa avversaria. Da schierare, salvo top di ruolo come alternative.
La coppia gol PetagnaDi Francesco è partita subito con il botto, l’ex Atalanta punta forte alla doppia cifra stagionale, mentre l’ex di turno tenterà di siglare il classico gol dell’ex, senza esultare ovviamente, ma sono sempre 3 punti bonus.

BRESCIA – MILAN 

Consigliato, ma con riserva, Piatek. Nel precampionato, nonostante le occasioni avute, non è riuscito a segnare, nella prima gara ufficiale a Udine ha invece mostrato tutta la sua incompatibilità con il sistema di gioco del nuovo mister che, anziché avvicinarlo alla porta lo ha allontanato, portandolo spesso ad allargarsi sulla fascia e a perdere di pericolosità offensiva. In ottica cambio modulo, il polacco tornerà a giocare prevalentemente al centro dell’attacco, con più compiti da prima punta, e nonostante l’assenza di segnali positivi fin qui rimane comunque uno dei più seri candidati al gol.
Le lacrime dopo il primo gol segnato, quello che sarebbe dovuto essere finalmente il suo primo in Serie A, ci dicono molto di Donnarumma. Il fuorigioco che gli ha negato questa prima gioia, nulla ha potuto sul calcio di rigore, tirato in modo freddo e lucido. Il tutto sta nel servirlo bene, la squadra a Cagliari è sembrata piuttosto pasticciona o inconcludente negli ultimi metri, sia per uno spento Spalek, sia per l’assenza di Torregrossa. E, proprio il rientro di Torregrossa, non potrebbe che far bene alla nostra punta.

JUVENTUS – NAPOLI

Ovviamente non dobbiamo di certo dirvi noi di schierare un giocatore come Cristiano Ronaldo, dal momento che stiamo parlando di un assoluto top di reparto. La partita non è semplice, ma CR7 cercherà sicuramente in tutti i modi di mettere a segno il primo goal stagione davanti ai propri tifosi, ed è proprio nei big match che escono fuori i fuoriclasse.
Insigne e Callejon sono i giocatori più in forma della squadra, gli unici che oltre ad essere essenziali in fase difensiva sono capaci di essere determinanti pure in ogni azione d’attacco. Si riparte da una coppia che sta facendo la storia recente azzurra: presenze (Callejon 305, Insigne 304), gol (Callejon 79, Insigne 79), assist (Callejon 69, Insigne 68).
Se il Napoli dovesse andare a bonus, molto difficilmente non ci sarà il loro zampino in qualche modo.

LAZIO – ROMA

Tra voci di mercato costanti e un possibile rinnovo da top player con la Lazio, Milinkovic ha stregato tutti alla prima giornata con una prestazione super. Lui è legatissimo alla maglia, ed anche in passato ha dimostrato di tenere particolarmente ai derby: sarà proprio il Sergente il dominatore del centrocampo nella stracittadina? Secondo noi ha tutte le carte in regola per esserlo, voi intanto schieratelo senza alcun dubbio!
Dzeko si è confermato subito il campione che è con un gol fantastico contro il Genoa. Ora servirà tutta la sua esperienza e la sua concentrazione per far vincere la sua squadra domenica. Chi insieme a lui ha ben figurato è stato Under, non ha solo fatto gol ma anche una grande partita, sbagliando pochissimi passaggi, servirà il suo sinistro per far male alla Lazio.  Kolarov Sarà il rigorista della squadra con Perotti fuori (in verità ci sarebbe pure Pellegrini ma dovrebbe presentarsi lui sul dischetto), terzino top al fanta e non.

GENOA – FIORENTINA

Giocatore capace di fare reparto da solo, ma che se supportato a dovere riesce ad essere letale sottoporta: dategli un occasione limpida e cercherà di concretizzarla. Contro il duo Pezzella-Milenkovic non sarà per niente semplice, ma Pinamonti può riuscire ad essere decisivo. Sottil ha fatto fare gli straordinari a Koulibaly, uno contro uno, scatti e tante punizioni guadagnate. E’ un esterno elettrico ed ha un intesa veramente ottima con Federico; questo potrebbe giovare a suo favore, visto una difesa non ancora assemblata come quella del Genoa e portarvi il primo bonus della sua carriera in A. Peccato sia listato attaccante, ma se volete giocarvi un jolly come terzo in attacco fateci un pensierino.

SASSUOLO – SAMPDORIA

A Caputo sono bastate due occasioni per riuscire a segnare, in una partita non semplice e dove lui stesso non ha brillato per gran parte del match. Tuttavia ha dimostrato di fare tanto movimento e di poter colpire da un momento all’altro. Rientra Berardi e la Samp mostra qualche difficoltà difensiva, lui, attaccante bravo a sfruttare gli spazi, potrebbe beneficiarne.

Brutta batosta alla prima di campionato per la Sampdoria, l’inizio per Di Francesco non è dei migliori e ci sarà curiosità nel capire come ha preparato il gruppo dopo lo schiaffo morale. Nell’attesa di scoprirlo, meglio stare alla larga dallo schierare i giocatori.

ATALANTA – TORINO 

Da centrocampista Gomez è sempre dentro, senza se e senza ma. Sarà lui, se adeguatamente accompagnato da un buon ritmo gara di squadra, a fare la differenza: da schierare.

Il difensore napoletano Izzo spesso in partite ostiche in passato si è esaltato, venendo premiato dai pagellisti. Inoltre, un eventuale risultato positivo contro una delle squadre più offensive del campionato abbiamo fiducia che possa essere ben considerato sempre da quest’ultimi. Se proprio vi servisse un motivo in più, l’ultima volta che ha incontrato il team di Gasperini l’ha anche messa dentro.

CAGLIARI – INTER 

Contro il Brescia è entrato e ha cambiato la partita, probabilmente non avrà più di un’ora di autonomia ma lo vedremo comunque in campo, che sia da titolare o da subentrante. Castro è uno dei pochissimi che può combinare qualcosa anche in una partita difficile come questa, e potrebbe portare una sufficienza anche senza bonus, i quali sono però improbabili. Non lo consigliamo più di tanto, ma è il rossoblu che maggiormente vale la pena provare.
Con questa forma fisica e psicologica Candreva a Milano non si era mai visto, più che ritrovarlo l’Inter lo sta riscoprendo. Lanci lunghi, cambi di gioco, diagonali, cross millimetrici, gol dalla distanza: è praticamente un nuovo acquisto e chi ce l’ha lo schieri.

LECCE – VERONA

Falco è la stella assoluta della serata giallorossa nella disfatta di San Siro. La difesa dell’Inter non lo tiene mai e mette in seria difficoltà Skriniar, uno dei migliori della Serie A nell’uno contro uno. Regala spettacolo, avrebbe meritato il gol. Contro l’Hellas può regalare qualche gioia ai pochi che hanno scommesso su di lui. A Lecce e Liverani si sono innamorati di lui, per come gioca, con le sue incursioni le sue verticalizzazioni, ha provato a scardinare (anche se senza successo) la difesa nerazzurra. Ora contro il Verona Petriccione (o Modric del Salento) si ripeterà, è il più in forma, può far male alla difesa avversaria e al vostro avversario del fantacalcio. Se avete un posto a disposizione, schieratelo e non vi deluderà.

UDINESE – PARMA

In grande spolvero nel precampionato, in questa partita alla portata dell’Udinese Mandragora potrebbe spingersi maggiormente in avanti. Attenzione alle sue conclusioni da fuori e, soprattutto, ai calci piazzati: in assenza di De Paul, Mandragora si incaricherà di battere la maggior parte delle punizioni ed è uno dei papabili rigoristi della squadra, cosa che lo rende molto appetibile per questo turno. Lasagna contro il Milan si è reso un paio di volte pericoloso, sia di testa che con una bella girata salvata da un grande intervento di Donnarumma. E’ un match che l’Udinese vorrà vincere: i suoi movimenti potrebbero mettere in difficoltà la statica difesa del Parma.
Bruno Alves e’ il pilastro della difesa, contro la Juventus ha patito la tecnica e la velocità dell’amico Ronaldo ma rimane un signor difensore che in queste partite riesce a trasmettere ai compagni sicurezza e solidità. Inoltre sui piazzati è pericoloso sia quando va a saltare, sia su un’eventuale punizione dal limite. Quella contro l’Udinese è la classica partita dove Gervinho può fare la differenza grazie alla sua pericolosità in campo aperto. In trasferta può essere letale se gli uomini di Tudor non saranno in grado di fare bene la fase di transizione difensiva.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy