Consigli Fantacalcio 29a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

State lontani da questi giocatori e non schierateli per nessun motivo nella ventinovesima giornata del Fantacalcio.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della ventinovesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 29a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 29a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

MILAN – SAMPDORIA

DALOT: Non è Calabria, più volte lo ha fatto rimpiangere nonostante le aspettative positive di inizio stagione. DI solito si esalta con le big e nelle gare sulla carta più facili stecca: considerando questo andamento incostante in termini di voti e prestazioni, non vi consigliamo di farci affidamento. Attenzione al ballottaggio con Kalulu, che fortunatamente sarà risolto in tempo per la consegna delle formazioni.

SILVA: Non il tipo di partita per lui che probabilmente dovrà comunque giocare visto il possibile forfait di Ekdal. I centrali di centrocampo del Milan viaggiano a velocità tripla , ovvero proprio ciò che lui sembra soffrire di più. Insieme al fatto che di bonus non ne porta è ampiamente panchinabile nelle vostre fantarose.

ATALANTA – UDINESE

LAMMERS: Sparito dai radar, il ragazzo deve innanzitutto trovare la condizione fisica ideale, e poi crescere in convinzione e cinismo. Nel frattempo, c’è un posto nelle vostre panchine già pronto per lui.

MUSSO: porterà sicuramente un 6,5 per il mod. Ma contro l’Atalanta il rischio goleada è sempre molto alto, anche per una squadra organizzata come l’Udinese. Non rischiate.

NAPOLI – CROTONE

BAKAYOKO: Abbiamo finito gli aggettivi non bannabili per descriverlo, da evitare assolutamente.

MARIO RUI: Il povero Mario è da qualche tempo frequentatore abituale di questa sezione purtroppo e questa giornata non fa eccezione. Il Crotone fa gioco soprattutto dalle sue parti e se Ounas dovesse recuperare sarebbero dolori. Inoltre il cartellino giallo per indole è sempre alla portata.

I DIFENSORI DEI CALABRESI : Non serve aggiungere una descrizione.

BENEVENTO – PARMA

LAPADULA: Solito in questa categoria, bocciato anche per questa giornata. Fate altre scelte.

CONTI: Da quando è arrivato è sempre partito titolare se a disposizione ma sta giocando male e prendendo brutti voti, infatti la sua FMV è imbarazzante. Non sta dando quell’apporto preventivato e la MV ne risente rendendolo di pochissimo appeal al fantacalcio anche perchè le sortite offensive sono rare e difficilmente potrà portare soddisfazioni in ottica bonus. Inoltre si sta allenando a parte e per questo motivo è in forte dubbio e potrebbe giocare Laurini al suo posto

KARAMOH: Sta avendo parecchio spazio e minuti ma il rendimento fin qui è stato a dir poco discontinuo e con pochissime gioie in ottica fantacalcio (appena 2 gol e 1 assist il magro bottino). Molto probabilmente avrà ancora un’occasione per partire titolare visto che uno tra Man e Mihaila reduci dagli impegni con la Romania, potrebbe riposare. La sensazione è che possa fare sempre qualcosa di più ma che gli manchi un po’ di concretezza in certe situazioni

SASSUOLO – ROMA

TOLJAN: Nelle ultime gare De Zerbi gli ha ridato fiducia schierandolo di nuovo da titolare dopo molto tempo, ma purtroppo le sue prestazioni restano per lo più anonime, o comunque senza grossi spunti. In una partita giocata a viso aperto può andare in difficoltà nella fase difensiva, e poi c’è da considerare che nel caso la Roma recuperi qualcuno dietro, potrebbe trovarsi di fronte Spinazzola, avversario troppo forte per lui. In conclusione non ci sono motivi validi per schierarlo, meglio evitare.

FAZIO E EL SHAARAWY: Sul primo non c’è bisogno di fare tanti commenti. Sul secondo invece un commento si deve fare: sta giocando male e fatica a ritrovare il ritmo, pure in Nazionale ha stentato. Probabilmente entrerà a partita in corso, da mettere solo se siete alla canna del gas e non avete alternative di lusso perché al momento non ci sono ulteriori motivi per metterlo dentro.

GENOA – FIORENTINA

CZYBORRA: confermiamo le sensazioni espresse nell’analisi della scorsa gara. Il ragazzo non è ancora tornato a pieno ritmo e sembra faticare a riprendere il filo di ottime prestazioni interrotto dall’infortunio. In attesa di un segnale di risveglio, non vi consigliamo di schierarlo.

MILENKOVIĆ: Premettiamo subito che Nikola è schierabile contro il Genoa, tant’è che il suo indice di schierabilità è 3/5 e non 2/5. Tuttavia, vi starete chiedendo: “E allora perché è sconsigliato?”. È evidente che questa non sia una delle migliori annate della giovane carriera di Milenković, che nel corso di questa stagione ha attraversato degli alti e dei bassi spaventosi: i tre gol finora realizzati hanno permesso alla Fiorentina di portare a casa diversi punti (contro Udinese, Genoa e Parma), ma altre volte suoi errori difensivi ci hanno condannato alla sconfitta (in particolare, contro Udinese e Roma). Capitano le stagioni così, soprattutto giocando con la testa altrove, considerando l’imminente cessione che lui già desiderava la passata estate. Ma quantomeno ci aspettavamo di vederlo più motivato nelle partite con la Nazionale maggiore, essendo il punto di riferimento della retroguardia serba. E invece, durante questa sosta Nazionali lo abbiamo visto commettere gli stessi errori: nella seconda partita di qualificazione ai Mondiali, i due gol del Portogallo nascono da due suoi errori difensivi, conditi da un’espulsione per un fallo assurdo a centrocampo, che ha anticipato il suo ritorno a Firenze. Come dicevamo all’inizio, resta schierabile contro il Genoa, anche in virtù della sua pericolosità lato bonus (all’andata la pareggiò proprio lui al 98’), ma nel caso foste in dubbio tra lui e un altro difensore di pari livello, vi consigliamo di valutare attentamente la questione.

BIRAGHI: Convocato da Mancini, nelle ultime due settimane si è allenato con i compagni della Nazionale, sedendo in tribuna per tutte e tre le partite di qualificazione ai Mondiali, ma non è che ci fossero dubbi al riguardo. Sarà pure il primo giocatore della Serie A per cross tentati, ma puntualmente ogni partita almeno un gol lo subiamo dal suo lato. Chiaramente ogni tanto compensa la propria prestazione al limite della decenza con qualche bonus, ma a livello calcistico tende a fare più danni che altro. Questa giornata il suo principale avversario sarà Zappacosta, giocatore non eccellente in fase difensiva, ma estremamente pericoloso in fase offensiva. Il nostro Cristiano probabilmente lo soffrirà, ma allo stesso tempo potrebbe approfittare di sue eventuali lacune difensive. Biraghi è un arma a doppio taglio: ferirete o rimarrete feriti?

CAGLIARI – VERONA

LYKOGIANNIS: Contro una squadra forte sugli esterni, e con lui che è solitamente uno di quelli che fanno peggio, la voce “sconsigliati” è abbastanza facile da fare. Magari segna su punizione, magari si perde Faraoni che va a segno: entrambe sono possibili, ma la seconda l’abbiamo vista decisamente più spesso.

SIMEONE: Metterlo qui forse lo sblocca, chissà. Pensavamo potesse essersi ripreso dopo il gol con la Juventus, invece alla scorsa ha sprecato un’occasione colossale, che potremmo rimpiangere parecchio. Fate molta attenzione se volete schierarlo.

VELOSO: Purtroppo il suo rendimento è spesso condizionato anche dal resto della squadra. In un centrocampo molto fisico come quello del Cagliari potrebbe soffrire il pressing che si troverà addosso. Non totalmente sconsigliato, ma potrebbe perdere diversi palloni.

LAZIO – SPEZIA

FARES, LULIC & PATRIC: Chi per un motivo, chi per un altro, rappresentano a pieno titolo il peggio della Lazio targata 2020-2021. Patric magari porterà anche una sufficienza, ma l’errore pesante di giornata non manca mai e, se decisivo, il voto rosso è pronto. Fares e Lulic hanno favorito l’ascesa di Marusic. Il primo completamente inadeguato, le prestazioni quantomeno sufficienti sono pochissime, indipendentemente dall’avversario. Per Lulic i tempi belli sono passati da tempo, gratutidine per quanto fatto in maglia laziale ma non è più un prospetto appetibile.

TERZI :Non sappiamo ancora se sarà il capitano a partire dall’inizio o Erlic, se così fosse possiamo anche lasciarlo fuori, poichè queste sono le partite dove di solito stecca.

TORINO – JUVENTUS

VOJVODA: Visto il probabile forfait di Ansaldi e quello certo di Singo, dovrebbe essere ancora lui a presidiare la fascia destra. Nelle ultime non è apparso molto brillante, sbagliando tanto sia difensivamente che offensivamente. Se consideriamo un avversario difficile, soprattutto dalle sue parti, e la stanchezza accumulata dai 270 minuti con il Kosovo, non può che essere consigliato lasciarlo in panchina.

MORATA : Troppi e clamorosi gli ultimi errori sotto porta dello spagnolo e con un Dybala forse pronto e le voci di un riscatto non proprio sicuro, potrebbero minarne la tranquillità mentale e sappiamo bene come sia un giocatore umorale. Da schierare solo senza alternative succose.

BOLOGNA – INTER

DANILO: Anello debole della difesa, il rendimento da Mod. delle stagioni passate è ormai un lontano ricordo e il brasiliano spesso risulta insufficiente anche quando la squadra vince. Viene da se che in una partita in cui il Bologna è visibilmente sfavorito viene difficile consigliarlo. Utile come voto sicuro in panchina ma viene difficile aspettarsi di più.

GLI ALL-IN NERAZZURRI: Evitate troppi nerazzurri tutti insieme, non ci aspettiamo una partita totalmente dominata. Inoltre il turnover potrebbe giocare brutti scherzi!

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy