Consigli Fantacalcio 28a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Saranno +3 insperati o delusioni? Ecco tutte le possibili sorprese della 28a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della ventottesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 28a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 28a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

PARMA – GENOA

SEPE: Contro la Roma ha risposto presente dopo le critiche arrivate nell’ultimo periodo dove aveva commesso alcuni errori, riuscendo anche a mantenere la porta inviolata dopo più di tre mesi dall’ultima volta. La squadra dopo tante partite dove ha preso gol in maniera troppo facile, ha dato un bel segnale di compattezza arrivato contro una BIG. Contro un Genoa che ha segnato appena 2 reti nelle ultime 4 partite si può anche valutare di schierarlo in base alle alternative a disposizione

PELLE’: Finalmente ha recuperato dall’infortunio anche se la condizione fisica non è ancora ottimale e probabilmente dopo 60/70 minuti uscirà. Ha dimostrato di poter essere un giocatore importante per far salire la squadra e innescare gli inserimenti dei compagni con sponde e spizzate di testa…ora ci aspettiamo che possa diventare determinante anche in zona gol. Probabile staffetta con Cornelius

SHOMURODOV: la crescita dell’attaccante uzbeko non è rallentata particolarmente malgrado il periodo di difficoltà. Contro il Verona gli è bastata un’occasione per colpire. Contro l’Udinese ha dovuto sacrificarsi in una posizione non adatta alle sue caratteristiche. Che contro il Parma – dove tornerà seconda punta e giocherà di fianco al suo partner ideale Destro – l’uzbeko voglia fare il bis dopo il centro dell’andata?

CROTONE – BOLOGNA

CORDAZ: Molto spesso abbiamo maltrattato Cordaz con gli indici, lodandone però l’impegno e l’attaccamento del nostro capitano. È chiaramente l’uomo spogliatoio della squadra, l’unico (a detta di Cosmi) a comunicare fino al suo avvento. In campo urla, sbraccia e guida la squadra da vero capitano. Può sempre raccogliere il pallone dal sacco nonostante la difesa accenni a dei piccoli miglioramenti. Può rappresentare una buona scelta per il modificatore, ma non per l’imbattibilità.

OUNAS: Gli serviva solo l’ambiente giusto per crescere ed esprimersi. In quel di Crotone sembra che l’abbia trovato. Buona l’intesa con i suoi compagni del reparto avanzato e ottima visione di gioco. Vi raccomandiamo di coprirlo perché al momento della redazione della scheda non sappiamo se recupererà o meno.

SANSONE : La panchina iniziale contro la Samp ci ha abbastanza sorpreso, ma è dovuta principalmente ai tanti impegni ravvicinati. Un po’ in calo nelle ultime uscite, ma come terzo slot di attacco e contro una difesa non irresistibile si può tentare. Ah, per chi crede nella cabala è anche ex della partita!

BARROW : E’ nettamente il giocatore più tecnico della squadra ma anche quello che alle volte appare svogliato e superficiale. Difficile la sua gestione al Fanta, in queste partite va messo senza troppi dubbi consapevoli che può segnare 2 gol come sbagliare ogni pallone. Da un ipotetico 10 ad un 5 il passo è brevissimo per il gambiano, azzardo se ce n’è uno, ma contro i calabresi difficile da non tenere in considerazione per le vostre formazioni.

SPEZIA – CAGLIARI

MAGGIORE :Ultimamente è uno dei pochi che quando si scende in campo dà l’anima…Il giovane Giulio sta iniziando a dimostrare finalmente di che pasta è fatto! In una partita dove si combatterà per vincere lui ci sembra il più adatto come sorpresa di giornata sia per il buon voto sia per un possibile bonus, se non avete di meglio potete farci un pensierino!

SIMEONE: Probabilmente non partirà titolare, e da subentrante dovrebbe portare voto ma non sappiamo se avrà occasioni buone. Tuttavia il gioco può valere la candela, sia perché potrebbe partire dal primo minuto, sia in generale perché è un giocatore che va a periodi, e una volta che si sblocca tende a segnare per qualche giornata di fila. È un azzardo di giornata che si può tentare in assenza di alternative decenti.

VERONA – ATALANTA

ZACCAGNI E BARAK: Ci hanno abituato troppo bene questi ragazzi, che questi momenti di appannamento hanno messo in allarme in molti, spaventati dal fatto che la magia possa essersi esaurita. È vero, stanno segnando meno, ma i due sono sempre nel vivo del gioco e le occasioni, specie per Antonin, non sono mancate: non sono da schierare a tutti i costi domenica, tuttavia sappiate che le nostre chance di vittoria passeranno per forza dai piedi dei nostri migliori giocatori, quindi se avete voglia di scommettere sappiate che Xac e Barak faranno di tutto per non deludervi.

PESSINA: Pessina is on fire, purtroppo latita sotto l’aspetto dei bonus, oppure li fa quando non servono. Però a livello di voti, una sicurezza. Se non ricordo male soltanto 2 insufficienze in 17 partite giocate. Ora, a parte il bel gioco e il buon voto, non dobbiamo dimenticarci che per lui è una gara da Ex, dove con questa maglia ha lasciato un bellissimo segno. Vorrà lasciarne anche un altro tipo?

JUVENTUS – BENEVENTO

DE LIGT : Il GoldenBoy olandese è ancora a secco in questo campionato e la squadra di Inzaghi soffre molto i calci piazzati… una sua inzuccata in questa giornata può avvenire.

CAPRARI & GAICH: Discorso simile a quello fatto per Viola in realtà. Entrano in questa sezione per motivi diversi però. Caprari ha già mostrato di poter colpire le big e anche all’andata si mostrò tra i più positivi. Gaich ha avuto un buon impatto tutto sommato, andando vicino al gol anche contro la Viola ed è il vero nome scommessa della partita.

SAMPDORIA – TORINO

DAMSGAARD: Soprattutto da subentrante è in grado di essere un fattore. Ultimamente non ha deluso anche quando la squadra ha avuto prestazioni non particolarmente positive. Resta discontinuo ma se dovesse essere la giornata si…

SANABRIA : 3 partite: 2 gol e 1 assist. Tony dopo le difficoltà iniziali ha avuto un sorprendente avvio in granata. In questo momento sarebbe un peccato lasciarlo fuori, seppur i tanti impegni ed un Zaza rinvigorito dalla scorsa gara, lo pongano in ballottaggio. Minutaggio ne avrà comunque e ad oggi si sta dimostrando troppo importante per Nicola. Ancora una volta è la nostra scommessa di giornata.

UDINESE – LAZIO

LLORENTE: AHÓ, qui banchettano tutti, possibile che il re leone vada in letargo? Non chiediamo la luna, ma un semplice gol contro la banda del buco (Acerbi permettendo) bianco celeste. Dai, se po’ fa!!!

NUYTINCK: Ormai costretto a giocare in marcatura (ruolo che sa fare bene perché lui sa fare tutto) le prestazioni mod sono calate. Complice una eccessiva penalizzazione dei pagellisti, complice la posizione che non lo mette nelle condizioni di effettuare chiusure all’ultimo secondo ne di diventare direttore di orchestra, scende di una classe e diventa “solo” possibile sorpresa. Deve caricarseli tutti sulle spalle e fare da guida divina. Calpestando l’aquila con una bella pedata.

MARUSIC: Con la Lazio in difficoltà tecnico-fisica e con un gioco non spumeggiante le fasce sono le opzioni sulle quale Inzaghi più si appoggia, anche in virtù delle ottime prestazioni dei suoi due inamovibili: Marusic e Lazzari. Il buon Adam si è dimostrato solido anche come terzo centrale – ha tenuto Gnabry e ne è uscito con una sufficienza contro il Bayern, il migliore dei difensori – ma quest’oggi torna a giocare sulla propria fascia di competenza. In un momento assai complesso e con una squadra solida centralmente, ma non altrettanto sulle fasce può essere una buona mossa. Secondo slot in difesa, quarto a centrocampo.

FIORENTINA – MILAN

BONAVENTURA: Non c’è molto da dire su Jack. Giocatore di grande classe, dotato di una tecnica superiore e di un’elevata intelligenza tattica. Irrinunciabile del centrocampo viola, contro il Benevento, pur non portando bonus, ha svolto il suo compito egregiamente, sacrificandosi sia in fase offensiva che difensiva. Probabilmente non porterà bonus contro il Milan, ma come ben sapete la legge dell’ex trascende qualsiasi logica, dunque se avete voglia di scommetterci potete schierarlo come terzo/quarto slot di centrocampo e sperare nella sorpresa.

HAUGE: Più che sorpresa una vera e propria scommessa di giornata. Dopo un inizio di stagione in cui sembrava poter ritagliarsi uno spazio in rosa, quantomeno da giocatore utile per il turnover, è progressivamente sparito dai radar. La squalifica di Rebic e le condizioni non splendide di Leao gli danno probabilmente l’occasione più grande della stagione: dimostrare di poter giocare nel Milan a certi livelli, risultando decisivo in una gara tutto sommato alla sua portata. Non c’è un motivo particolare che ci spinge a inserirlo qui, ma se lo avete preso come ultimo slot e non avete granché da schierare allora fateci un pensierino. JOLLY HAUGE

CALHANOGLU: Pacco, bidone, fregatura, brocco, sopravvalutato (noi ve lo avevamo detto di non strapagarlo ad agosto, c’è chi lo voleva 1° slot…come Ibra…e parlava di doppia cifra di gol…). Questo è Calhanoglu. Un giocatore discontinuo e talvolta irritante, che vive dei buoni momenti di forma in cui può diventare un’arma in più nel vostro centrocampo, ma sul quale non basare il vostro reparto in quanto non è un perno delle vostre fantarose. Lo mettiamo qui perché, in barba a tutte le critiche, con la Fiorentina di solito ha una buona tradizione in termini di realizzazione e il ritorno di Ibra non può che fargli bene. Non aspettatevi però che vi risolva la giornata. Perché questo è Calhanoglu.

ROMA – NAPOLI

PELLEGRINI: Possibile rigorista, ultimamente anche lui è uno dei miglior della squadra. Purtroppo non ha un grande carattere, a volte ciondola per il campo ma quando si accende le giocate decisive passano per i suoi piedi.

OSIMHEN: Buone partite le sue dopo il rientro, certo, è palese che gli manchi la brillantezza ma non sta accusando problemi a livello di resistenza o di adattabilità; inoltre ha avuto in ogni partita almeno un’occasione importante per andare a segno. Non è da consigliare, anche perché probabilmente giocherà solo l’ultima mezz’ora, ma è una buona scommessa di giornata.

POLITANO: Se a livello di bonus può essere considerato uno dei top CC del campionato, bisogna mettere dei paletti per non sovrastimarlo:
– non è detto che giochi titolare;
– se anche fosse titolare, è tornato Lozano e probabilmente entrerà al suo posto nella mezz’ora finale;
– non tira piazzati se non qualche angolo;
– il suo lavoro è principalmente di raccordo, entra poco in area.
Dette queste cose, però non si può negare il suo buon momento e la sua pericolosità, quindi si può schierare tranquillamente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy