Consigli Fantacalcio 28a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Ecco tutte le possibili sorprese per la 28a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

La redazione di Fantamagazine, per ogni turno di campionato, vi propone consigliati, sconsigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle nostre schede squadra (che potete trovare QUI). In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori sono consigliati al Fantacalcio per la 28a giornata della serie A.

CONSIGLI FANTACALCIO 28a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE FANTAMAGAZINE

Seguiteci inoltre nel nostro canale Telegram! Scaricate l’app gratuita dallo store e iscrivetevi al nostro canale (questo il link, cliccate direttamente da cellulare -> https://telegram.me/fantamagazine). Riceverete gli indisponibili, le ultime news, i voti, i consigli direttamente sul vostro smartphone. Gratis! È un’esclusiva Fantamagazine per voi.

JUVENTUS – MILAN

Un gol a riprendere una partita che si era messa male e dove qualche responsabilità sul gol di Zapata le ha avute anche lui. Un gol cercato e voluto con voglia e cattiveria, un gol che scrolla via tutte le pressioni delle ultime settimane, e che ridà slancio ad un giocatore, Bonucci,  che fin’ora non sta avendo un rendimento da top assoluto come ci si aspettava ad inizio anno. Una ritrovata tranquillità potrebbe avere ripercussioni positive, in una partita in cui può esaltarsi e offrire una grande prestazione in ottica modificatore. Nel caso dovesse essere proposto sulla linea difensiva Dani Alves dovrà vedersela con Deulofeu che potrebbe metterlo in difficoltà in fase difensiva, specie vista la sua condizione fisica che sta crescendo ma che non è ancora la migliore possibile. La suggestione di vederlo esterno alto però può sicuramente ingolosire, e nonostante lui si esprima al meglio nel ruolo di terzino destro puro, ha la tecnica e la qualità giusta per poter farsi notare anche più avanti. Per fermare la Super Juve da 30 vittorie consecutive nel suo stadio c’è bisogno di un Super Eroe. Donnarumma è pronto a spiccare il volo. Pasalic con il penalty decisivo ha regalato la Supercoppa al Milan spiazzando Buffon, segni del destino. Ha la fisicità giusta per reggere il passo degli avversari.

GENOA – SAMPDORIA

Con l’arrivo di Mandorlini Burdisso è tornato a guidare il reparto arretrato con più sicurezza, anche se qualche incertezza rimane. Ultimamente ha rischiato anche di metterla dentro in più di una occasione, inoltre potrebbe essere il suo ultimo derby da capitano. Come una giovane coppia che va a convivere, Pinilla e Simeone devono scendere a compromessi e sopportarsi un po’ a vicenda. Finora dei due è stato il cileno a sacrificarsi un po’ di più, lottando su ogni pallone giocabile, mentre il Cholito, pur essendo un po’ fuori forma, rimane il più pericoloso sottoporta. Le recenti prestazioni non sono state il massimo ma Praet è uno di quelli che rende meglio nelle partite importanti, quindi c’è la speranza che possa tornare sui livelli fatti vedere un mese fa.

SASSUOLO – BOLOGNA

Matri a Bologna segnò il primo goal con la maglia del Sassuolo, e al ritorno dovrebbe giocare titolare dati i problemi fisici di Defrel. Il Bologna ha preso 19 goal nelle ultime 10 partite di campionato, e subisce almeno una rete a match da 7 partite. E’ un attaccante d’area, e se dovesse essere il Sassuolo a fare la partita, allora almeno un paio di occasioni dovrebbe averle. Non è in forma splendida, questo è vero, però 1/2 occasioni a partita comunque le ha. Anche a Crotone ha avuto sulla testa la palla goal più ghiotta degli emiliani. In casa contro un Bologna in difficoltà lo si può schierare; se poi lo avete listato da centrocampista, allora una maglia da titolare per Politano sarebbe il caso di trovarla. Il Sassuolo in casa è piuttosto ostico, però ha anche lui i suoi difetti: i terzini. Krejci e Verdi dovranno essere bravi a sfruttare qualche buona ripartenza, dato che al centro difficilmente si passerà con un Acerbi così solido.

INTER – ATALANTA

Banega ha offerta una grande prestazione contro il Cagliari nella scorsa giornata. Si aspetta la conferma da parte sua anche in questa sfida più complicata sulla carta. Petagna segna poco, ma quando lo fa spesso è contro una big.

CHIEVO – EMPOLI

Nonostante il pessimo voto rimediato a Milano da Cacciatore lo abbiamo visto meglio e in ripresa. In casa, con un Empoli non irrestibile in avanti, per Fabrizio si apriranno gli spazi per provare a sfondare sulla fascia di competenza. Il bonus, assist o gol che sia, è maturo e siamo convinti che a breve tornerà a ballare la Caccia dance. A Milano ha giocato quasi un tempo, segno questo che la botta che aveva preso è stata ampiamente smaltita. Si dovrebbe tornare a vedere la doppia punta, Meggiorini a fare gioco sporco e Inglese a cercare la rete. La difesa ed il portiere empolese sono tutt’altro che clienti facili ma si gioca al Bentegodi in un gara che prevediamo chiusa e con poche occasioni da gol, sta a lui riuscire a finalizzare le palle che gli verranno servite. Se l’Empoli ha margine sulla terzultima, una buona fetta di questo merito è di Skorupski: difficilissima una papera, assai probabile un buon voto e possibile l’ennesima parata-miracolo. Ci si aspetta di più da Krunic, soprattutto in fase offensiva in cui ha dimostrato di saperci anche da fare

FIORENTINA – CAGLIARI

E’ già la seconda volta che mettiamo Tello tra le possibile sorprese, sta avendo un piccola continuità che prima non aveva. Sousa lo sgrida ogni minuto, ma le azioni più pericolose contro l’ Atalanta sono partite da lui. Ha la solita autonomia, ma potrebbe essere la volta buona del bonus. Buon inizio nella scorsa giornata anche se Joao Pedro è calato alla distanza, ma in ogni partita si sa rendere pericolosissimo e Medel gli ha tolto un gol sulla linea. Può andare a bonus in ogni partita, e questa non fa eccezione. Le incognite su Farias sono sia fisiche che di minutaggio, ma è il classico giocatore che può portare un bonus “inaspettato”. Gran gol due anni fa a Firenze, ma è difficile prevedere se si ripeterà o no.

PESCARA – UDINESE

Tra le file friulane mancherà la grinta di Fofana a centrocampo e di conseguenza Memushaj potrebbe avere la meglio ed inserirsi come sa, magari ritrovando il bonus proprio come due giornate fa contro il Genoa. Occasione importante per Badu per dimostrare di meritare il posto e non far rimpiangere un’assenza importante come quella di Fofana.

NAPOLI – CROTONE

Milik ritornerà finalmente titolare in campionato, dopo i tanti spezzoni fatti fin’ora e la parentesi Juve dal primo minuto. Chi ce lo ha non può non metterlo. Stavolta dovrebbe partire dalla panca, ma le qualità messe in mostra dal talentino croato Rog non sono davvero passate inosservate. In assenza di alternative di un certo spessore potete tentare l’azzardo. Torna Rhoden e la squadra dopo 5 partite torna a fare punti. Troppo importante per il gioco di Nicola, garantisce sia aiuto in fase difensiva che inserimenti per supportare l’azione in fase offensiva. Certo che con questo Napoli è durissima, una sufficienza sarebbe già oro.

PALERMO – ROMA

Rendimento altalenante ma Bruno Henrique, favorito dai piedi buoni e la posizione più avanzata, è di gran lunga il miglior centrocampista dei rosanero. Da schierare in casi estremi, alla ricerca di una sufficienza che dura da due giornate. Bruno Peres due anni fa con la maglia del Torino segnò al Barbera contro il Palermo e sulla sua fascia di competenza può essere devastante. Totti potrebbe entrare a partita in corso e regalare una perla in ottica fantacalcistica. Da schierare comunque sempre con copertura.

LAZIO – TORINO

Classe ’96, Murgia ha scalato le gerarchie, diventando praticamente la prima riserva a centrocampo. Contro il Torino mise a segno il suo primo gol in Serie A, e Biglia è in fortissimo dubbio per questa gara. A Bologna va detto, Keita è entrato con una certa supponenza dalla panchina, non risultando efficace come gli accade quando subentra. Inzaghi si sta affidando a Lulic, che garantisce entrambe le fasi come pochi esterni fanno in Serie A. Se dovesse anche stavolta essere escluso dagli undici, il voto tranquilli che arriverà al 99%: e con le squadre stanche, potrebbe far davvero del male ai granata. Ljajic su azione ultimamente combina poco, ma da fermo è una sentenza: che sia da titolare o da subentrante se le alternative lo consentono è da mettere. Iago Falque potrebbe essere galvanizzato dallo status di ex romanista in questa partita e giocare come se fosse un derby.


Se questo articolo vi è piaciuto, vi forniamo altri articoli sui consigli fantacalcio 28a giornata

Vedi anche -> Sconsigliati 28a giornata 

Vedi anche -> Consigliati 28a giornata

Vedi anche -> Live ultime dai campi 28a giornata

Vedi anche -> Riepilogo indici di schierabilità 28a giornata

Vedi anche -> Analisi Arbitri 28a giornata: probabilità rigori e cartellini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy