Consigli Fantacalcio 28a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente al Fantacalcio nella 28a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della ventottesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli Fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 28a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 28a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

PARMA – GENOA

KUCKA: Rientra dopo la giornata di squalifica, sarà riposato e agirà nel suo ruolo naturale di mezz’ala. E’ l’anima della squadra, può essere utile in zona gol con i suoi inserimenti senza palla oltre ad essere il rigorista.

MIHAILA e MAN: I due esterni offensivi rumeni stanno crescendo di partita in partita portando anche bonus e bei voti. Vanno entrambi verso la conferma da titolari seppur ci sia qualche flebile possibilità di rivedere Karamoh al posto di uno dei due. Sono in fiducia e contro una squadra di pari livello, è giusto schierarli in un momento del genere

CRISCITO: a questo giro puntiamo sul Capitano. Contro l’Udinese la sua buona prova è stata macchiata dall’incertezza che ha concesso agli ospiti il rigore del pareggio, ma si tratta di un errore isolato in una stagione altrimenti superlativa dell’ex Zenit San Pietroburgo. Dalla sua, poi, c’è sempre la questione dei rigori, e stavolta scommettiamo sulla legge dei grandi numeri: 16 rigori in 38 partite l’anno scorso (0.42 rigori a partita), 1 in 27 partite quest’anno (0.04 rigori a partita). Che sia la volta buona perché Criscito torni a presentarsi sul dischetto?

CROTONE – BOLOGNA

SIMY: Bomber Simy è al momento tra i primi dieci marcatori in Serie A. Più volte bistrattato per il suo stile di gioco legnoso e macchinoso, tant’è che Stroppa stava cominciando a preferirgli Di Carmine. Simy invece rinasce come un cervo a Primavera, convince Cosmi riguardo il ballottaggio con il suo collega e si riprende il suo posto in attacco. Infallibile dagli 11 metri, siamo a quota 12 gol e mancano ancora 11 giornate.

SORIANO: un centrocampista da 9 gol e 3 assist in 27 giornate non si discute, si mette

SVANBERG: Il potenziale del giocatore è sempre stato importante, e la stagione che sta disputando lo dimostra. E’ cresciuto tanto, e si inserisce spesso. Viene da una partita in cui è risultato il migliore in campo, presente in entrambe le fasi. Gol da box to box e gran palla per il gol di Bobby. Da schierare se lo avete, sarà difficile ripetersi visto il rendimento della squadra in questo tipo di partite e l’incostanza dei nostri giovani, ma panchinarlo sarebbe un delitto!

SPEZIA – CAGLIARI

VERDE :Nonostante i pochi palloni buoni arrivati dalla sua parte lui cerca spesso e volentieri i compagni con pennellate sempre degne di nota, partita di sacrificio ed a sprazzi si infiamma con sgroppate solitarie cercando la porta, in una giornata no contro la Dea riesce comunque ad essere il migliore lì davanti e noi vogliamo premiarlo reinserendolo tra i consigliati di giornata.

JOAO PEDRO: Con la vittoria del Torino di mercoledì il Cagliari torna a essere terzultimo, e diventa obbligatorio vincere gli scontri diretti come questo. In queste circostanze difficile non fare affidamento al capocannoniere della squadra, che ci auguriamo possa avere occasioni da gol e si faccia trovare pronto. Un discorso molto simile si può fare anche per Pavoletti, peraltro, che è diciamo mezzo consigliato per via del ballottaggio.

VERONA – ATALANTA

FARAONI: Due gol e un assist nelle ultime cinque gare per il nostro trenino sulla destra: sembra che la primavera abbia fatto bene al buon Davide, che sta sfornando prestazioni che ci ricordano i fasti dello scorso anno. La sua prestazione sarà cruciale, visto che gran parte del match si deciderà proprio su chi vincerà i duelli sulle fasce: la probabile assenza di un cliente scomodo come Gosens, che lo avrebbe costretto a una gara più difensiva, non può che essere una buona notizia per i suoi possessori.

MURIEL : Senza di lui probabilmente quest’anno, con l’affanno di Duvan, la Dea non lotterebbe nemmeno per la Champions. Io penso che nessuno di voi abbia 3 attaccanti migliori di lui al momento da poter schierare, e quindi va assolutamente messo. Chi ha entrambi i colombiani, o mette tutti e due sperando in uno risveglio di Zapata, o valuta le alternative proprio per quest’ultimo. Ma Ciccio si mette senza ombra di dubbio.

JUVENTUS – BENEVENTO

CHIESA e RONALDO: Federico in questo 2021 sta dando una continuità di prestazioni impressionanti, che sia un gol o un assist è sempre decisivo; Cristiano ha risposto con la solita rabbia da Campione a Cagliari e vorrà proseguire anche contro il Benevento. Entrambi da schierare senza manco pensarci.

VIOLA: Si spera possa essere uno dei meno peggio. Magari con un bonus da piazzato, non per altro. Riuscisse a far muovere il pallone come suo solito, sarebbe fondamentale per provare a pungere la Juventus.

SAMPDORIA – TORINO

CANDREVA: Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. Assistman, possibile rigorista (in assenza di Quaglia), ma soprattutto giocatore d’esperienza. In partite come questa c’è bisogno di gente in grado di trasmettere il proprio carisma ai compagni e lui lo può fare.

MANDRAGORA: Dopo i primi dubbi dati dal suo passato in maglia bianconera, Rolando ha già conquistato l’amore dei tifosi granata. Lui e Sanabria hanno portato una vera scossa, dal punto di vista morale, di gioco ed anche realizzativo. Non è in questa sezione tanto per il gol, che non è il suo punto forte seppur siano già 2 in 6 presenze, quanto per la sua abnegazione in campo e per le sue comunque presenti opportunità da bonus. Contro il Sassuolo ha avuto 3 occasioni di timbrare ed ha tirato degli angoli anche in presenza di Verdi, ciò vuol dire che potrebbero sempre esserci altri bonus nei paraggi. Mal che vada pensiamo che comunque possa portare un altro voto positivo e non farvi pentire di averlo schierato.

UDINESE – LAZIO

DE PAUL & PEREYRA: sono finiti gli aggettivi. Uno segna con rigore, l’altro non contento porta a casa un 7 pulito. Anima cuore e mente di questa squadra.

MILINKOVIC-SAVIC: In una Lazio in difficoltà è impossibile non ritrovare in Milinkovic il proprio condottiero. Sergej quest’anno – non ci stancheremo mai di dirlo – è finalmente maturato e al Fantacalcio è un indiscusso primo slot. Noi ci aspettiamo una partita piuttosto chiusa dove le punizioni e gli inserimenti del sergente potranno essere letali.

FIORENTINA – MILAN

MARTÍNEZ QUARTA: Sempre lui, El Chino. Difensore grintoso, tecnico e veloce dotato di un notevole senso dell’anticipo e capacità di gestire il pallone, oltre che buone doti di impostazione. Unica pecca il fatto che talvolta si scordi di giocare nella Fiorentina, prendendosi più libertà di quante dovrebbe, ma forse dopo la partita contro il Benevento avrà capito che la Fiorentina non ha sicurezza di vincere neanche con un vantaggio di 3-0. Palo contro la Sampdoria, traversa contro l’Udinese, gol e traversa contro il Parma, gol mangiato contro il Benevento.. insomma, le occasioni non stanno mancando neanche lato bonus. Ormai punto di riferimento della difesa viola, questa giornata ci aspettiamo una prestazione di livello da parte di El Chino, i cui avversari principali saranno verosimilmente Calhanoglu e Saelemaekers/Castillejo. Alla luce di tutto questo, il consiglio è di schierarlo come terzo/quarto slot di giornata, visto che, se dovesse andare tutto liscio, il 7 è dietro l’angolo.

VLAHOVIĆ: Diciamocelo: essere nella Top 10 dei miglior marcatori della Serie A a 21 anni non è da tutti; fare una tripletta al primo anno da titolare non è da tutti; essere il secondo miglior marcatore nato negli anni 2000 (dietro ad un certo Håland) non è da tutti. Ah, e tutto questo giocando in forse la peggior Fiorentina vista negli ultimi anni a livello di gioco. I primi due gol contro il Benevento nascono da due palloni sfruttati ottimamente, così come dovrebbe fare un attaccante d’area di rigore.. ma vogliamo parlare del terzo gol? Gol di rara bellezza che Luca Toni ha commentato dicendo: “Bellissimo, così io ne ho fatti pochi”. Se andassimo ad analizzare solo le ultime 16 partite, ovvero iniziando da quella contro il Sassuolo in cui si è sbloccato sotto la gestione Prandelli, osserveremmo che ha una media di un gol ogni 120 minuti.. nella Fiorentina, squadra che fino a qualche giornata fa deteneva il secondo peggior attacco del campionato. Un gol meno di Lautaro, due meno della scarpa d’oro Ciro Immobile.. provate a riflettere su cosa potrebbe fare questo ragazzo in una squadra che ha un’idea di gioco, che ha interpreti offensivi a supporto costante della punta e che non pensa solamente a difendersi giocando col 5-3-2. Tornando a noi, è inutile dirvi quanto sia proibitiva la sfida di questa Domenica: il Milan vanta la quarta miglior difesa della Serie A, e per di più dovrebbe ritrovarne tutti i suoi interpreti principali. Realisticamente parlando, le probabilità che vada a rete non sono molte. Ma.. Dušan è al top della forma, è gasato come non mai e sarà senza dubbio stimolato e motivato dal giocare contro il suo idolo di sempre, Zlatan Ibrahimović. E poi lui stesso ha ammesso di essersi comprato al Fantacalcio.. non vorrà certo autoinfliggersi un’insufficienza, no? Scherzi a parte, non possiamo garantirvi che segnerà, ma possiamo assicurarvi che lotterà come un dannato fino al novantesimo per regalare a sé stesso, ai tifosi viola ed ai propri fantallenatori l’ennesima gioia.

IBRAHIMOVIC: C’è poco da dire, il giocatore non si discute. Sa essere decisivo anche solo con la sua presenza in campo, oltre al fatto che senza di lui la squadra fa fatica a segnare (Kessie su rigore a parte). É chiaro che è il principale indiziato a bucare la porta dei viola. Va messo, senza alcun dubbio.

ROMA – NAPOLI

MANCINI & SPINAZZOLA: Sono un po’ stanchi ma sono le sicurezze della Roma in questo momento. Anche contro una squadra contro il Napoli vediamo in loro i possibili protagonisti della partita o comunque i meno peggio .

ZIELINSKI & INSIGNE: Se avete visto le partite del Napoli nell’ultimo mese non c’è molto aggiungere, sono i due giocatori che si sono caricati il peso offensivo della squadra e che stanno facendo meglio in tutti i sensi: come prestazioni e a livello offensivo. Zielinski va schierato a meno di avere 3 top di ruolo, Insigne al momento sotto solo i principali bomber del campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy