Consigli Fantacalcio 28a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

State lontani da questi giocatori e non schierateli per nessun motivo nella ventottesima giornata del Fantacalcio.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della ventottesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 28a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 28a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

PARMA – GENOA

CONTI: Sembra l’anello debole della difesa. Contro la Roma era partito male per poi rimediare nel corso della gara ma si ha sempre la sensazione che le azioni pericolose degli avversari arriveranno dalla sua parte. Inoltre per impostazione di gioco rimane spesso abbastanza bloccato dietro lasciando Pezzella a sinistra il compito di spingere

ZIRKZEE: Probabilmente avrà ancora l’opportunità di giocare 20/30 minuti facendo staffetta con Pellè che ancora non è in condizione ottimale. L’olandese ex Bayern Monaco è sembrato ancora molto arrugginito dallo stop di 2 settimane che lo aveva fermato recentemente.

CZYBORRA: dopo un mese e mezzo di cavalcate devastanti, bonus a sorpresa e prestazioni maiuscole, il motorino tedesco si è concesso qualche giornata di pausa, complice anche un piccolo infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per un paio di partite. Aspettiamo di vederlo ritornare al top della condizione – perlomeno atletica – per tornare a scommettere su di lui: a questo giro avrete verosimilmente alternative migliori.

CROTONE – BOLOGNA

I DIFENSORI DEI CALABRESI : La vera costante di questa sezione. L’unico schierabile è Reca, ma Skov-Olsen e Tomiyasu sono avversari temibili.

SCHOUTEN: Spesso imprescindibile nello scacchiere di Sinisa, ultimamente è calato molto. Spesso fa errori evitabili in impostazione e anche contro la Samp ha perso diversi palloni sanguinosi (che per poco non sono costati caro!, vedere palo di Thorsby). Non è più titolarissimo, e al Fanta non è tanto utile, a maggior ragione se non garantisce neanche il voto. Da portare al massimo in panchina.

ORSOLINI : Continua il periodo no per Riccardo, che nell’ultima gara non ha portato nemmeno voto. Sta perdendo il ballotaggio con Skov-Olsen sia per ragioni tattiche (il danese da più copertura e aiuta meglio il terzino di fascia) che per ragioni di rendimento (è da tempo che non fornisce una prestazione sopra le righe). Non è da panchinare per forza, potrebbe anche giocare dall’inizio ma la staffetta è praticamente certa e almeno fino a che non si vedono segnali di risveglio, viene difficile consigliarlo. Da mettere soltanto se vi piacciono gli azzardi o se siete corti, ma con buone alternative la panchina è quasi obbligata!

GLI ALL-IN FELSINEI: L’errore più grande che potete fare è schierare più di 2 giocatori rossoblù in questa partita. I precedenti a Crotone parlano chiaro (una vittoria per parte, seppur con squadre e allenatori diversi, entrambe per 1 rete a 0) e soprattutto le motivazioni faranno molto la differenza in questa partita. Il Crotone non avrà nulla da perdere e soltanto un risultato a disposizione per sperare ancora, per questo vi consigliamo di non esagerare pensando ad una facile vittoria dei nostri.

SPEZIA – CAGLIARI

ZOET :Apparso ancora troppo sulle gambe le scorse partite e spesso si complica la vita con uscite poco appropriate, è normale e logico che finisca tra gli sconsigliati di giornata proprio lui.

LYKOGIANNIS: Con alternative neanche tanto buone si può rischiare anche lui in realtà, vista l’importanza che ha questa partita per noi. Tuttavia è il giocatore rossoblu più rischioso, dato che c’è sempre la possibilità di un errore grave o un cartellino. Da schierare con molta attenzione.

VERONA – ATALANTA

PORTA E DIFESA SCALIGERA: Gli errori, gravi, commessi contro il Sassuolo confermano il momentaccio della nostra retroguardia: di fronte ci sarà, pur con le assenze, la macchina da gol per eccellenza di questo campionato. Da evitare, senza troppi giri di parole: le possibilità di farvi molto male, schierandoli, sono davvero molto alte.

DE ROON: Poverino, lui è anche uno dei giocatori più importanti della Dea e difficilmente senza il suo contributo la squadra girerebbe così bene e con questi equilibri. Però per il gioco che facciamo noi ha una sola qualità positiva: il tappabuchi. Ultimamente lo vediamo spesso anche abbassarsi come terzo centrale di difesa per far sganciare uno dei due difensori laterali a sovrapporsi al terzino. Lui vi serve per non restare in 10 o quando avete come terzo slot per il centrocampo della vostra formazione titolare solo Dhorasoo contro il Barcellona di Guardiola. Quindi se la vostra alternativa è da 5 potete mettere anche il buon Marten, però non aspettatevi bonus e quasi sicuramente un malus (visto la predisposizione ad inserirsi dei centrocampisti giallo blu) sperando sia solo leggero.

JUVENTUS – BENEVENTO

KULUSEVSKI: Rispostato sull’out di destra con licenza di accentrarsi ,notiamo che il ragazzo svedese ha perso il suo proverbiale tiro e non prova mai la conclusione… ovviamente anche per lui questa sezione è una provocazione …sia mai che finalmente torni al bonus

FOULON: Nelle sue ultime apparizioni è stato peggio di una catastrofe naturale, combinandone di tutti i colori. A meno di interventi divini, davvero improbabile che abbia risolto tutte le sue lacune difensive in questo periodo e non ci sono presupposti per non fare danni in questa partita.

INSIGNE: Giocatore che non sembra ancora pronto alla categoria. Può dar ben poco alla causa del Benevento in queste partite, figuriamoci alla nostra.

LAPADULA: Dite voi, han fatto tornare alla rete Simeone, non ci possono riuscire anche con Lapadula? Beh, anche i miracoli hanno un limite, ma tutto può essere. Sconsigliare così fortemente Lapadula dovrebbe essere un di più in una partita di questo tipo, ma lo facciamo per rimarcare la sua inconsistenza, nel caso qualcuno sia così disperato, o pazzo, dal volerlo schierare.

SAMPDORIA – TORINO

THORSBY: Momento difficile per il giocatore che per la sua abnegazione ha saputo entrare nel cuore dei tifosi blucerchiati. La forma fisica non aiuta e la sua generosità lo porta a strafare, non è sconsigliato in assoluto ma considerate molto bene le alternative.

SIRIGU: All’88esimo della gara con il Sassuolo ha compiuto una parata su Obiang che ha contribuito ai 3 punti ed ha fatto vedere sprazzi di quel Sirigu provvidenziale delle scorse stagioni. Troppo poco però per dimenticare le responsabilità sui gol di Berardi ed in generale quelle su metà dei gol stagionali. Purtroppo ad oggi chi schiera Sirigu è atteso da 90 minuti thriller in cui da un momento all’altro il voto base potrebbe calare a 5. A prescindere quindi dal passivo, che potrebbe limitarsi a 1/2 gol, è troppo rischioso scommettere sullo stato del portierone sardo che potrebbe essere in forma come in una di quelle giornate in cui ci chiediamo chi ce lo abbia fatto fare a dargli una maglia nella nostra fantasquadra.

ZAZA: Ma come Zazito finalmente ci tira fuori un’altra doppia e finisce diretto negli sconsigliati? Ebbene sì! Come si può vedere dall’indice 3 non è sconsigliato a prescindere, ma conosciamo troppo bene questo giocatore per non mettervi in guardia. Molti potrebbero essere tentati dallo schierarlo in luogo della scorsa performance, preferendolo ad altri attaccanti. Probabilmente non è il caso di farlo, o meglio di farlo consapevolmente sapendo che un’insufficienza può essere dietro l’angolo. Anche dopo la bella doppietta contro il Benevento seguì un netto 5 contro la viola. Proprio perché è un giocatore molto umorale e solitamente gli è richiesto un lavoro di sacrificio, mentre l’entrare con tanti giocatori offensivi in campo lo ha agevolato e portato più vicino alla porta. Considerando anche che non è detto che parta titolare o che possa sempre incidere dalla panchina. Insomma schierabile ma ponderando bene il rischio e non facendosi prendere dall’euforia.

UDINESE – LAZIO

BONIFAZI BECAO (con Demaio che non disdegna): Doppia lettura in questa rubrica:
– da una parte sono loro i principali candidati alla insufficienza grave di questa giornata. Perché la Lazio non può continuare a zoppicare con i suoi attaccanti. Perché se ci sarà un’imbarcata loro due sono i principali indiziati al 5 con malus. Perché addirittura non si sa nemmeno se partiranno titolari e quindi (peggio ancora) vi costano una sostituzione che lo status rivestito non gli consente di sprecare;
– dall’altra Il voto da mod può anche arrivare se si porta a casa la partita, perché Correa vs le piccole è evanescente, perché Immobile è in difficoltà, stanco, appannato, perché la Lazio è stanca per via della Champions.

LA DIFESA BIANCOCELESTE: Ragazzi, dai su, dobbiamo davvero spiegarlo? Nota di merito per Patric e Fares!

FIORENTINA – MILAN

PEZZELLA: Probabilmente il peggior giocatore viola della sfida contro il Benevento, capitan Pezzella continua a dimostrare di non essere propriamente sé stesso questa stagione, commettendo errori che giocatori del suo livello e della sua esperienza non dovrebbero fare neanche per sbaglio. Nel primo tempo, l’unica grande occasione del Benevento nasce da un suo errore (perde in modo grave la marcatura su Gaich) ed inoltre rischia molto con un retropassaggio al portiere, ma fortunatamente ci pensa Dragowski a rimediare. Nel secondo tempo, si fa sovrastare da Ionita in occasione di un corner, errore da cui nasce l’unico gol realizzato dal Benevento. Che sia semplicemente una stagione “no” o che stia giocando con la testa altrove, Pezzella non riesce a trasmettere quella sicurezza che il leader difensivo e capitano della Fiorentina dovrebbe trasmettere. Inoltre, considerando che ha faticato anche contro Gaich, l’idea di vederlo battagliare contro Ibrahimović non ci alletta molto. Alla luce di tutto questo, il consiglio è ovviamente quello di concedergli almeno un turno di riposo nelle vostre formazioni, visto che in questa occasione il grado di rischio pare decisamente elevato.

CASTROVILLI: Alti e bassi. Così potrebbe essere descritta la stagione del nostro “10”. Inizio di stagione di livello, in cui è riuscito a realizzare 4 gol e 1 assist in 5 partite, poi qualche partita sufficiente, qualcuna mediocre e qualche altra di nulla cosmico. Poi un subentro eccezionale contro lo Spezia, partita in cui in 45 minuti è riuscito a portare la Fiorentina a vincere 3-0, siglando pure 1 gol e 1 assist, poi sparisce contro l’Udinese e si infortuna contro la Roma. Questa giornata il suo indice è più correttamente un 2.5/5, con una valutazione a cavallo tra la Possibile Sorpresa e lo Sconsigliato. Tuttavia, considerando la difficoltà della sfida, la discontinuità che lo caratterizza ed il fatto che non giochi da oltre due settimane causa infortunio, riteniamo che lo scenario più probabile e realistico sia rappresentano da una prestazione mediocre, motivo per cui lo inseriamo tra gli Sconsigliati. Poi chiaro, il ragazzo talento ne ha, ma francamente non abbiamo i mezzi per prevedere se questa possa essere una delle partite in cui raggiungerà gli “alti” stagionali. Dunque, se avete voglia di scommetterci, con molto coraggio si può rischiare, ma in caso di esito negativo non veniteci a dire che non eravate stati avvisati.

TONALI: Solita “bocciatura” fantacalcistica per un ragazzo che è davvero poco appetibile, vuoi per il ruolo che ha, vuoi per la posizione di sacrificio, vuoi per il fatto che è un anno di rodaggio in cui ha iniziato a giocare a certi livelli con continuità, vuoi per la scarsa propensione al bonus, sia leggero che pesante. Inoltre il suo collega di reparto Kessie gli ruba spesso e volentieri la scena. Da evitare.

ROMA – NAPOLI

IBANEZ (MA OCCHIO ALLA DIFESA): Ci sembra un po’ spaesato questo ragazzo che alterna grandi giocate a errori marchiani. Comunque la Roma gioca contro una big e come al solito bisogna stare attenti, anche perché il Napoli arriverà bello riposato mentre la Roma affaticata. Insomma in questa partita loro sono chiaramente i favoriti.

BAKAYOKO: Ne stava combinando un’altra pure a Milano e stava rischiando di mandare in fumo una vittoria pesantissima, in questo momento è soltanto dannoso.

MANOLAS e MAKSIMOVIC: Manolas ancora non è al 100% e quando fisicamente non è al top combina qualche errore di troppo, Maksimovic non è affidabile. Meglio guardare alternative in questa giornata, anche se per il greco è la classica partita dell’ex… per gli amanti della cabala, insomma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy