Consigli Fantacalcio 27a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 27a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Da Kean a Paquetà, da Joao Mario a Parolo ecco tutte le possibili sorprese per la 27esima giornata di campionato al Fantacalcio

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore allo scoccare della 27a giornata della Serie A 2018-19, e con essa giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, gli sconsigliati ed uno speciale per analizzare tutte le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 27a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori sono delle possibili scommesse per la 27a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibili negli store iOS e Android.

JUVENTUS-UDINESE

Finalmente ecco l’occasione dal primo minuto per il millennial bianconero Kean. Non c’è molto da dire: la partita è abbordabile, lui avrà voglia di spaccare il mondo, dovrebbe avere due assistmen come Bernardeschi e Dybala a supporto…insomma, se ce l’avete in rosa l’occasione è troppo ghiotta per non pensare di buttarlo nella mischia. In crescita, Emre Can arriva da un gol importante al San Paolo e questa è un’occasione da non fallire se vuole puntare ad essere protagonista in champions. Non grandissime possibilità di bonus (anche se in area avversaria sa farsi sentire), ma di bel voto sì. L’argentino Pussetto è il giocatore più in forma della squadra e possiamo affermare in tutta chiarezza che, al momento, la salvezza passa dalle sue giocate. Contro il Chievo entra nella ripresa cambiando la marcia della squadra e procurandosi il rigore della vittoria, mentre contro il Bologna si procura un altro rigore e sigla il gol vittoria. E’ diventato imprescindibile per questa squadra e, forse, anche Nicola si è accorto di lui.

PARMA-GENOA

Il capitano del Parma Bruno Alves non sta attraversando il suo momento migliore, qualche disattenzione e leggerezza di troppo in difesa di cui non ci aveva abituato nella prima esaltante parte di stagione.Rimane però il leader della retroguardia e il suo appeal per i bonus rimane sempre intrigante potendo battere anche le punizioni dal limite.Non a caso ad Empoli ha fatto gol + assist. Il bomber crociato Inglese è a secco da 5 partite e sta pagando anche il momento negativo della squadra. In casa contro un avversario diretto come il Genoa rimane appetibile nonostante il periodo di appannamento, anche perchè è il rigorista della squadra. Non è consigliato perché il rischio che possa incappare in altra gara insufficiente come quella di Empoli è reale. Criscito è la dimostrazione che resta quello dal quale passano le maggiori occasioni per creare qualcosa in fase offensiva e quello che si prende le responsabilità che toccano al capitano, anche a rischio di sbagliare qualcosa. Noi gli diamo fiducia, a Parma non deluderà.

CHIEVO-MILAN

Giaccherini finisce in questa sezione solamente per il suo probabile status di rigorista della squadra. In generale, però, consigliamo di evitare anche lui: fare gol al Milan per questo Chievo sarà davvero un’impresa. Quello che ha fatto saltare letteralmente il banco perché nessuno si aspettava un 21enne brasiliano così pronto per la serieA e per il calcio europeo. Paquetà è un mix pazzesco di fantasia, tecnica, sacrificio e grinta che risiedono in un solo giovanotto scelto da un mago come Leonardo. La cosa che impressiona non è l’applicazione alle due fasi (che già è tanto) o la sua tecnica e palleggio, ma la sua creatività infatti è quasi impossibile da decifrare quale giocata farà (alcune non si sono mai viste in serie A).

BOLOGNA-CAGLIARI

La domenica si riprende come di consuetudine alle 12:30 con Bologna-Cagliari. Insieme a Soriano, Sansone, è stato l’acquisto più importante del Bologna nel mercato di Gennaio ma fin qui ha deluso le aspettative, anche a causa degli infortuni. Servirà anche il suo contributo per salvarsi e questa partita sembra disegnata su misura per dare il là a un finale di stagione importante per l’ex Villareal. Manca terribilmente un terminale offensivo che la butti dentro e porti punti a questo Bologna, la verità è che  Destro non si presenta nelle condizioni migliori a questa partita e non sappiamo quanto minutaggio gli verrà concesso, ma ancora una volta verrà molto probabilmente chiesto a lui di tirare la carretta. In mancanza di alternative, se cercate un giocatore con forti motivazioni personali e di squadra, lo avete trovato. Il rigore sbagliato contro l’Inter, il primo della carriera per Barella, è pesato nella sua valutazione; prima aveva giocato la sua solita ottima partita, mostrando giocate di qualità e dando il solito, ottimo apporto alla squadra recuperando palloni. Dopo il malus della scorsa giornata, però, potrebbe reagire male come particolarmente bene, e magari anche rimediare con un bonus in questa.

FROSINONE-TORINO

Da un lato una squadra che non subisce reti da ben 6 partite consecutive, dall’altra una squadra che non ha ancora mai vinto una partita in casa. Eppure il Frosinone quasi retrocesso è stato ad un passo dal fare punti contro Lazio e Roma, ha ritrovato una sua solidità e identità, non raccogliendo quanto meritato spesso e volentieri. L’atmosfera sarà sicuramente calda, con un pubblico che spingerà i giocatori a dare il mille per mille, nel tentativo di festeggiare la prima vittoria casalinga. Partita adatta alle sue caratteristiche: gli verrà lasciato spazio di giocata, quindi non schierarlo sarebbe da stupidi. Tra i centrocampisti Baselli, come sempre, è quello con maggiori chance di portare bonus.

INTER-SPAL

L’altro giorno Joao Mario ha dichiarato nuovamente di essersi pentito per le parole dette mesi orsono a sfavore del mondo nerazzurro. Dal momento che ogni volta che è sceso in campo ha provato sul serio a farsi perdonare, la speranza che porti un voto decente c’è. Manca decisamente l’apporto dei centrocampisti della Spal: con gli attaccanti impegnati a fare sportellate in area, chissà chi potrebbe approfittarne.

SAMPDORIA-ATALANTA

La pericolosita’ di Gabbiadini pare essere inversamente proporzionale ai minuti giocati, forse a causa di una condizione fisica che non pare ancora ottimale. I suo bonus sono sempre difficilmente prevedibili ma noi ci sentiamo comunque di metterlo qui nella speranza che possa subentrare nel secondo tempo e scatenare il suo terribile sinistro. Fosse stato in forma, avremmo probabilmente messo Ramirez tra i consigliati. Queste sono le sue gare. Intense, fisiche e complicate. Per un giocatore che fa della poca costanza il suo principale difetto, una gara intensa che ti costringe sull’attenti per tutti i 90 minuti parrebbe l’ideale. Nella panchina a Firenze di Hateboer si vede l’abilità della gestione della rosa da parte di Gasperini: era stanco, sulle gambe, e spingeva poco. Il turno di riposo è stato quantomai azzeccato, sia come scelta che, soprattutto, come tempistiche: adesso è carico a mille, ed è tra i tre/quattro difensori con la migliore continuità offensiva.

SASSUOLO-NAPOLI

È vero che le prestazioni di Locatelli non sono più quelle strepitose che avevamo ammirato nelle primissime volte in cui giocò da mezzala, però il livello di rendimento che ha raggiunto ci porta a pensare che anche in partite contro squadre top, può dire la sua. Certo le occasioni per incidere saranno poche o niente probabilmente, ma pensiamo che possa essere certamente all’altezza della gara. Entrambi dovrebbero avere maggiore spazio proprio in partite come questa nel mezzo del doppio impegno europeo ed entrambi hanno praticamente le stesse possibilità di trovare un bonus, come quelle di concludere la partita in anticipo con un’insufficienza. Fatto sta che chi li ha non può non metterli in queste partite, a prescindere da ogni se o ma. Tra l’altro c’è da aggiungere che l’ex Bologna Verdi potrebbe essere l’incaricato di diversi piazzati, tra cui un eventuale calcio di rigore. L’algerino Ounas, invece, trovò il suo primo goal in campionato proprio contro la squadra neroverde all’andata.

FIORENTINA-LAZIO

Per concludere la domenica di campionato ci sono Fiorentina e Lazio. Giocatore di personalità, Veretout è sempre l’ultimo ad arrendersi ed il primo a suonare la carica insieme a Chiesa, la passata stagione in questa partita segnò una tripletta: sarà un segno? Intanto godiamoci il suo status di rigorista ed il ritorno da mezzala in pianta stabile. In panchina nel derby, complici condizioni fisiche non esattamente al top dopo l’infortunio con il Siviglia in EL. Però Inzaghi dovrebbe riproporre Parolo dal primo minuto, e lui ci ha sempre abituato ad essere un profilo appetibile in ogni partita per il Fantacalcio con le sue incursioni.

ROMA-EMPOLI

La 27a giornata chiude il sipario con Roma-Empoli di lunedì sera. Magari con un altro mister Schick riesce a tirare fuori quello che ad oggi gli è mancato? Forse si, forse no. Vediamo come si comporterà. L’attacco della Roma lunedì dovrà affidarsi a lui. Magari sfodera una prestazione da possibile sorpresa. Già immaginiamo Caputo sull’ala sinistra a ricevere i lanci di 60 metri di Pasqual e a fare la guerra contro tutti. Lo mettiamo tra le sorprese perché la Roma in casa ha sempre subito gol tranne con il Frosinone, ha il morale sotto i tacchi e una difesa rabberciata.  Mancherà Kolarov sulla sua fascia, è probabile che contro Santon, ammesso che giochi lui, Di Lorenzo possa trovare più spazio per i suoi inserimenti. A meno che Iachini non decida di impostare la difesa a 5 e a lui non tocchi marcare a uomo El Shaarawy.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy