Consigli Fantacalcio 26a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 26a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori che potrebbero essere insidie o speranze per la 26a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore al ventiseiesimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 26a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 26a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

LAZIO-BOLOGNA

Ahi Manuel, alla fine Marusic ti sta dando filo da torcere minando la tua titolarità. Sulla capacità di corsa e di allungare la squadra nessun dubbio, ma sui bonus ormai ci abbiamo messo una croce. Il Bologna soffre non poco sul suo out sinistro, un assist per Lazzari non è da escludere.

Il recupero più importante tra gli infortunati è quello di Roberto Soriano, uomo chiave nel gioco di Mihajlovic. Imprescindibile. Ed è la scommessa di giornata, perchè se sta bene sa come fare male con i suoi inserimenti. Mancherà Acerbi e potrebbe essere un vantaggio non da poco per il Trenza Palacio, che se è in giornata oltre alla sufficienza potrebbe strappare un bonus.

UDINESE-FIORENTINA

Fofana ha le capacità per spaccare la partita con una delle sue progressioni. Scommessa interessante di questa giornata, ottimo quarto slot di giornata a centrocampo. Si spera che il gol al Bologna abbia sbloccato Okaka. Le prestazioni che offre sono sempre bonus, ma le occasioni che gli capitano non sono mai tantissime. In questa partita è schierabile e, tra gli attaccanti bianconeri, resta il principale indiziato al bonus pesante.

Una statistica dice che il serbo Vlahovic va a segno ogni 4 partite quindi non dovrebbe segnare.Però la sua occasione l’ha sempre, anche con il Milan ha avuto una palla gol incredibile sul mancino e non ha beccato la porta, il rischio è proprio questo: gol oppure 5.

NAPOLI-TORINO 

La coppia del centrocampo azzurro sembra vivere un buon momento e Gattuso potrebbe riproporre entrambi contro un Toro che a centrocampo per caratteristiche potrebbe soffrire oltremodo i loro inserimenti e la loro qualità. Fabiàn Ruiz sulle ali dell’entusiasmo del goal ritrovato a Brescia e Zielinski per dare continuità all’ottima prestazione di martedì contro il Barcellona potrebbero rendersi nuovamente protagonisti. Chi li ha può puntarci.

La pausa avrà probabilmente aiutato Izzo a recuperare gambe e testa dopo il terribile bimestre passato,
inoltre per un napoletano doc come lui giocare al San Paolo non è mai un aspetto banale (senza dimenticare l’inzuccata a Marassi di due stagioni fa, sempre contro i partenopei). Gli stimoli non mancano, sta a lui dimostrare il suo vero valore anche in quest’infausta stagione. Il rischio nello schierarlo permane, considerando anche che la partita si preannuncia ricca di provvedimenti disciplinari, ma il fatto che il Napoli stia palesando delle difficoltà offensive e che abbia le carte in regola per fermare il suo caro amico Insigne, lo rendono una interessante scommessa di giornata sperando in una nuova inzuccata. Le ultime danno Verdi partente dalla panchina, quindi perché schierarlo? Facciamo leva sul suo orgoglio, sperando voglia dimostrare alla sua ex squadra il suo valore, non dimostrato appieno la scorsa stagione. Scommessa da ultimo slot di centrocampo se in assenza di alternative valide. Appannato nelle ultime uscite, il Gallo Belotti ritrova il Napoli, squadra contro cui ha un’ottima tradizione, avendo segnato ben 5 reti nelle passate stagioni, tra cui la prima doppietta in serie A con il Palermo al San Paolo. Purtroppo con le attuali carenze offensive non garantisce più la sufficienza in caso di sconfitta, confidiamo in lui in virtù della non perfetta fase difensiva napoletana, senza dimenticare che è rigorista. Non una prima scelta di giornata, ma nemmeno da panchinare a cuor leggero, d’altronde ci ha abituato a scherzetti di cattivo gusto in partite importanti, specie in trasferta.

MILAN-GENOA

Lo riproponiamo qui, nonostante i voti non spettacolari (ma nemmeno pessimi) rimediati contro la Fiorentina (fra il 5,5 e il 6). Per noi in questa posizione Calhanoglu può fare bene e diventare pericoloso coi suoi tiri e le sue imbeccate per i compagni. Questione di fortuna a volte, ma siamo convinti che la partita gli concederà qualche occasione da convertire in bonus.

In gol a Bergamo e a Bologna, Sanabria si sta specializzando nei gol in trasferta. Il Genoa sta iniziando ad avere un discreto gioco offensivo, qualche occasione da gol comincia ad arrivare con regolarità e fatalmente potrebbe passare dai piedi o dalla testa dell’attaccante paraguayano. Se avete un posticino vacante come terzo slot potreste anche giocarvi Tony come scommessa di giornata.

LECCE-ATALANTA

Manca Saponara e cosa succede? Il Lecce si spegne. Faro della manovra offensiva, quello che aveva dato imprevedibilità ed estro nelle scorse partite alla squadra. Qualche defezione nel reparto difensivo per i bergamaschi lo fanno finire ancora nelle possibili sorprese, perché lui è così, forse una piacevole sorpresa con voto alto più bonus oppure una brutta sorpresa con voltaggio più cartellino. A parte le battute noi lo mettiamo qui perché se riprende dove aveva lasciato, prima degli acciacchi, non potrà non mettersi in mostra e fare bene.  Uno dei meno peggio nella disastrosa serata dell’Olimpico. Ectoplasma nella prima frazione, mentre Mancosu fa qualcosa di più nella seconda (assist al bacio per Lapadula che si fa fermare dal palo). Comunque pochi giri di parole su di lui, stiamo parlando di uno dei migliori centrocampisti al fantacalcio quest’ anno. Va schierato salvo alternative di pari livello.

Dopo il discreto ottavo di Champions Mattia Caldara avrà chances anche in campionato. Giocare, chiaramente, non può fargli che bene, e chissà che non ritrovi anche il suo incredibile fiuto del gol.

PARMA-SPAL

Da un po’ di tempo l’ex Zenit Hernani sta dimostrando una certa crescita nella lettura delle situazioni nelle due fasi di gioco e il suo contributo nell’economia delle partite è sempre più evidente. Essendo assente Kucka, un eventuale rigore sarebbe roba sua così come diversi piazzati.

A volte ci dimentichiamo delle belle speranze che si avevano sull’ex Bologna e Sassuolo. In un calcio sempre più spietato, i suoi 26 anni cominciano a diventare troppi e le sue possibilità vengono sempre meno e Federico Di Francesco farà di tutto per sfruttare al massimo le sue possibilità.

SASSUOLO-BRESCIA

Il Brescia non dovrebbe dare grossissimi grattacapi sulle fasce, e Toljan potrebbe trovare quel gioco con Berardi che spesso gli crea i giusti spazi sulla fascia. Ha la possibilità di fare 90′ di continuità in entrambe le fasi, strappando buon voto e magari un bonus leggero, contro un Martella che potrebbe andare in seria difficoltà ad affrontare lui e Berardi. Con Traorè assente per infortunio, il serbo Djuricic verrà nuovamente riproposto dal 1′. In partite così può accendersi ed è difficile tenerlo fuori. Obbligatorio quantomeno valutarlo.

Questa partita ha tutto per essere una delle sue. Il Sassuolo è una squadra strana a volte, abbina forza e qualità a centrocampo e le mezzali del Brescia dovranno essere brave a contrastarli. Bisoli è anche quello con maggiore licenza d’offendere e, in ogni partita, ha qualche occasione di bonus, malamente poi sprecata da lui o dai suoi compagni. Croce e delizia di tanti fantallenatori per i suoi problemi, Torregrossa è un giocatore che quando è disponibile fa sempre valere la sua presenza. Viene da uno stop lungo, avendo saltato l’Udinese per squalifica e Juventus e Napoli per infortunio, ma non abbiamo dubbi sul suo rientro in buona forma. Balotelli è fin troppo isolato in sua assenza e la nostra produzione offensiva ne risente enormemente.

CAGLIARI-ROMA

A volte le possibili sorprese sono giocatori quasi consigliati, a volte sono degli azzardi tremendi che però possono pagare bene. Quest’ultimo è il caso di Pellegrini, che rischia l’insufficienza eccome, visto il potenziale offensivo avversario. Però, nel caso riuscisse a spingere lui e a mettere in difficoltà gli avversari, un buon voto e un bonus leggero non sono così impossibili, soprattutto per lui che è un altro ex della partita e potrebbe avere voglia di far bene.

Tocca di nuovo a Under nel valzer degli esterni, dopo che Perez ha giocato 90 minuti in Europa League. Non abbiamo chissà quali aspettative, però ci sembrerebbe uno spreco non pensare di metterlo in campo in una partita in cui giocherà titolare. Ha pure fatto un gol due anni fa in questo stadio, ai tempi di Di Francesco.

JUVENTUS-INTER

In forma scintillante , sta trovando quella continuità che con Allegri non aveva mai avuto. Con Cuadrado e Ronaldo trova spazi a lui congeniali, già a segno a San Siro, perchè non ripetersi allo Stadium ? La Dybala mask è pronta a colpire. In gol contro la Spal, Ramsey è entrato molto bene anche a Lione. Diventa un fattore in questo momento della stagione e Sarri non può non tenerne conto.Potrebbe essere una buona scelta anche per il big match.

Eccolo qui, il nostro bell’Amleto Eriksen. Dubbi su dubbi: schierarlo o non schierarlo, questo è il problema. Se sia più nobile nella mente soffrire dardi d’atroce fortuna (per averlo messo titolare e ti piglia 5 e mezzo) o prender armi contro un mare d’affanni e, opponendosi, por loro fine (sfidando la sorte, e ti ripaga con un gol da quaranta metri)? Morire, dormire… nient’altro, e con un sonno dire che poniam fine al dolore del cuore. Morire, dormire. Dormire, forse sognare. Sognare un +3 a Torino poderoso, sublime, liberatorio.

SAMPDORIA-HELLAS VERONA

Ttticamente anarchico Jankto potrebbe rappresentare la variabile impazzita necessaria per scardinare una partita come questa. Per schierarlo ci vuole un po’ di coraggio come per tutte le scommesse, ma se c’è un profilo che può sorprendere in questa partita noi pensiamo possa essere il giocatore Ceco.

Ex di turno, da sempre Verre è stato “snobbato” alla Sampdoria. Che i motivi siano validi o meno noi non lo sappiamo, ma oggi sarà sicuramente tra i più pericolosi in campo. Inoltre con le assenze di Pazzini e la probabile di Di Carmine, sarà il rigorista. Fascia destra o sinistra che sia, sono il punto debole del nostro avversario. Veloce e abile nel dribbling, il tutto è accompagnato da un buon tocco. In questa partita da Lazovic passeranno la maggior parte dei palloni, potrebbe essere il vostro uomo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy