Consigli Fantacalcio 26a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 26a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da non schierare assolutamente nella 26a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore al ventiseiesimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 26a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 26a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

LAZIO-BOLOGNA

Non è sconsigliato in senso assoluto e lo dimostra l’indice, ma da Jony Radu non avrà tanto aiuto a livello difensivo e il Bologna da quel lato ha Orsolini che, se in giornata, può mettere in seria difficoltà il rumeno.

Abbonato ormai a questa sezione, Denswil è il tipico giocatore da mettere a copertura dei titolari come ultimo dei panchinari solo perché sicuro del voto, ma vi da poche altre garanzie. Aggiungeteci il fatto che dalla sua parte ci sarà un motorino come Lazzari a spingere continuamente. Totalmente fuori fase, Skov Olsen sembra non essersi ancora ambientato in serie A nonostante abbia dimostrato di avere degli strappi importanti in alcune occasioni , probabilmente un problema di testa e fiducia derivante dalla sua giovane età e dalla prima volta in cui è lontano da casa e dalla famiglia , aspetti da non sottovalutare vista la sua titubanza iniziale in estate legata proprio a questi temi.

UDINESE-FIORENTINA

Zeegelaar si ritrova titolare per l’infortunio di Sema. Sul suo lato ci sarà la spinta offensiva della Fiorentina, con Chiesa che potrebbe allargarsi nella sua zona. Non gioca con continuità da troppo tempo, può soffrire parecchio. Kevin Lasagna lo lasciamo in questa sezione. Non è un attaccante affidabile nè per l’Udinese nè per il fantacalcio quest’anno. Al limite della scommessa, ma è più probabile un altro suo brutto voto.

E’ rigorista, quindi non dovrebbe comparire in rosso, in più a segnato nell’ultima proprio dal dischetto.
Ma fino a quel momento il cileno Pulgar è stato uno dei peggiori in campo, lo metterei solo se non avete alternative valide in mezzo al campo visto che non arriva un bonus da fermo è probabile un 5,5-6 con giallo. Attenzione però ad essere coperti, nelle ultime ore si fa sempre più viva l’ipotesi Badelj al suo posto.

NAPOLI-TORINO

Martedì dai due volti per Josè Callejon: encomiabile per la prestazione offerta come terzino, molto male invece in fase propositiva e con una palla goal colossale sprecata addosso a Ter Stegen. Ma a prescindere dal goal sbagliato lo spagnolo non convince ancora e forse tra tutti i calciatori della rosa è quello che continua a deludere nonostante i piccoli progressi collettivi. Pur potendo avere come sempre la solita occasione d’oro per andare a bonus non è affatto delittuoso pensare di tenerlo fuori in questo momento.

Quest’anno De Silvestri si sta rendendo innocuo offensivamente, lasciando la casella bonus ancora vuota. Difensivamente invece sta avendo numerose difficoltà e incappando in diverse insufficienze. Dalla sua parte agirà un cliente scomodo come Insigne, con il Napoli che è la seconda squadra del campionato per percentuale di azioni sviluppate dalla sinistra. L’ultimo gol granata al San Paolo è stato proprio il suo, ma sembrano troppo lontani i tempi in cui segnava a raffica per rischiarlo questo weekend. Il centrocampo del Napoli non è facile da affrontare e i due, che per motivi diversi non sono al massimo della forma, potrebbero faticare più del dovuto. I bonus sono un lontano ricordo mentre i malus sono dietro l’angolo. Oltre al voto, che si preannuncia basso, Rincon e Baselli non offrono nulla di interessante e per questo non gli concederemmo più di un posto in panchina.

MILAN-GENOA

Inutile ripeterci, tagliamo corto: per la coppia Calabria – Conti voti mediocri, bonus tendenti allo zero, nessuna certezza di titolarità. Evitate a meno di grosse emergenze di reparto. Il giocatore più ammonito della Serie A. Anzi. Di tutta Europa (primi 5 campionati). Ben 12 cartellini gialli in 19 presenze, davvero troppi. Mettiamoci che i bonus Bennacer li vede col telescopio e capirete che il bel voto non può bastare per salvarlo dalle critiche “fantacalcistiche”. In campo sarà anche utile, nelle vostre rose molto meno.

Potrebbe essere schierato come esterno destro per cercare di neutralizzare lo spauracchio Theo Hernandez. Il compito sarebbe certamente arduo e in più Biraschi con il Milan non ha dei bei precedenti. Se giocasse nella linea difensiva gli avversari potrebbero anche essere peggiori e il Milan sviluppa la maggior parte del gioco offensivo proprio dalla parte sinistra, in buona sostanza lasciate perdere, non ne vale la pena.

LECCE-ATALANTA

Basterebbe citare i nomi dell’attacco della Dea per far spaventare i possessori di Luca Rossettini. Ma oltre a questo volgiamo approfondire la questione visto che vogliamo darvi qualche motivazione in più: Rapidità degli attaccanti, tagli ancora più rapidi, forza fisica di Duvan, Rossettini che non è proprio Bolt ed il gioco è fatto. Se proprio non volete giocare in 10 mettetelo come copertura perché almeno il voto lo porta. Un po’ lo stesso discorso fatto per Rossettini (che in realtà andrebbe esteso a tutta la difesa), la Dea gioca molto sugli esterni e quindi anche Donati non spingerà molto e c’è il rischio che, visto lo stato di forma delle frecce del Gasp, vada in grossa difficoltà. Abbiamo voluto salvare Calderoni perché ha sempre dimostrato di avere il piede caldo, in qualsiasi momento, e Lucioni perché sui corner va sempre a saltare e ha già punito i bergamaschi all’andata.

Dovesse giocare nel terzetto arretrato De Roon sarebbe  ancora meno appetibile: meglio evitare.

PARMA-SPAL

Dovrebbe stringere i denti e farcela a partire dall’inizio anche se qualche dubbio rimane. Oltre a questo nell’ultimo periodo Darmian è sembrato un po’ appannato ed in calo rispetto al buon girone d’andata. Ci può stare preferire altro per questo turno.

Serve ancora spiegarvi perché non andrebbero mai schierati? Difensivamente quest’anno per loro è assolutamente da dimenticare. Insieme a Tomovic, Cionek e Vicari sono la causa principale di buona parte di quelli che nel tennis verrebbero definiti “Unforced Errors”.

SASSUOLO-BRESCIA

In partite così non è che Ferrari sia per forza sconsigliato, però al tempo stesso bisogna dire che è il meno in forma dei suoi. Non gioca male, ma i pagellisti lo puniscono alla prima sbavatura, che comunque c’è. Contro il Parma ha commesso un solo errore, che però è valso il goal degli ospiti. Non è nemmeno detto che giochi. Se siete senza alternative, o i vostri difensori hanno partite proibitive, allora mettetelo; ma occhio alla copertura.

Torna in questa sezione Sabelli dopo esserne stato gran beniamino per diverso tempo, ma dobbiamo precisare una cosa, stavolta non per colpe sue. Le prestazioni sono sempre di discreto livello, non ci sono più gli errori grossolani di inizio stagione, ha affrontato diversi avversari dal nome altisonante, uscendone sempre piuttosto bene, il problema è che non sembra essere ben visto dai pagellisti, che gli danno sempre un mezzo voto, se non qualcosa di più pure, in meno. Dove sorge quindi il problema? Che visto i giocatori del Sassuolo, soprattutto in attacco, stavolta davvero rischia di uscirne malaccio, per un mix di tutti questi fattori; quindi da valutare con attenzione il suo utilizzo. Di fondo si può schierare, soprattutto se non vi aspettate molto e siete psicologicamente pronti ad un eventuale brutto voto in caso di sconfitta. Martella invece qui ci finisce per colpe sue solamente. Ormai il discorso della linea Maginot dovreste saperlo bene.

CAGLIARI-ROMA

Se serve un nome da sconsigliare, con Cacciatore non si sbaglia mai. Non per essere ripetitivi, però il terzino destro raramente fa prestazioni sopra la sufficienza, e in generale sta sotto di essa; tra le cause, oltre i problemi a livello tecnico, ci sono anche i molteplici infortuni che impediscono al laterale di turno di giocare al meglio, e infatti anche in questo caso rientra dopo uno stop. Al massimo tenetelo in panchina se avete pochi giocatori e vi serve un voto.

Spinazzola vuole giocare a sinistra, mentre Fonseca lo vede più a destra. La sensazione è che Spinazzola non sia felice e questo si riflette pure nelle sue prestazioni, che sono povere per qualità e intraprendenza. Anche in fase difensiva spesso difetta di attenzione come ha dimostrato la partita contro il Gent. Siete liberi di metterlo se la redazione con cui giocate tende a premiarlo. Noi ci limitiamo a dire che se siamo alla 26a giornata e ancora non è un titolare di questa squadra, un motivo evidentemente c’è. Soprattutto se Fonseca spesso gli preferisce Peres o Santon. Poi come al solito, felici di essere smentiti.

JUVENTUS-INTER

A parole dovrebbe essere Beckenbauer, nei fatti invece si sta dimostrando l’anello debole difensivo. Spaesato e poco propositivo nel difendere alto, Lukaku e Martinez possono dargli il colpo di grazia.Non è detto che sia proprio Bonucci a pagare per la partita di Lione con Chiellini al suo posto. Malissimo a Lione, errori tattici e tecnici, sembra il lontano parente del brasiliano Alex Sandro ammirato i primi anni in Italia. La mancanza di alternative lo sta costringendo a giocarle tutte ma non si vedono miglioramenti. Il passo lento di Pjanic e la sua poca propensione alla verticalizzazione potrebbe riservare dei rischi per Sarri nello schierarlo. Se lo stato di forma è quello visto mercoledì in Champions, statene alla larga.

Parliamoci chiaro, qui non si tratta soltanto di andare a Torino a giocarsi le chance scudetto contro una Juventus infastidita dalla sconfitta di CL e col fiato laziale sul proverbiale collo, ma di farlo schierando un portiere, Handanovic, non al meglio. O Samir fa la partita della vita, oppure sarà una serata poco simpatica. Nel caso giocasse, credete che Handanovic farà la gara della vita? Okay, puntateci. In caso contrario, pregate. Se gioca Padelli, poi, potrebbe essere anche peggio.

SAMPDORIA-HELLAS VERONA

Niente, sembra proprio che almeno un difensore della Samp quest’anno debba farci disperare. Aggiungeteci che la titolarità è insidiata da Yoshida e convincetevi a cancellare il nome di Colley dal vostro undici.

Dovrebbe giocare Stepinski in queste occasioni, ma il problema che non è mai entrato bene nei meccanismi di Juric. Ci vuole rapidità e buona visione di gioco, cosa che lui almeno finora non ha mai dimostrato. Anche in una difesa malconcia come quella della Samp, potrebbe avere fatica. Ultima spiaggia se lo avete ancora in rosa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy