Consigli Fantacalcio 24a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 24a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da lasciare fuori per la 24a giornata di campionato

di Giovanni Sichel, @SichelGiovanni
Pjanic

Ventiquattresimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A, e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 24a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 24a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

LECCE – SPAL

Al Via del Mare si apre la 24a giornata con quello che ha tutta l’aria di essere il più importante scontro diretto per la salvezza. La Spal, ospite del Lecce, qualora uscisse sconfitta da questa trasferta, dovrebbe quasi certamente abbandonare i sogni salvezza anche senza la condanna matematica. Fra i salentini, lo sconsigliato, è Lucioni. Il difensore ex Benevento non sta vivendo una stagione eccellente e trovarsi ad affrontare per 90 minuti il giocatore più in forma della squadra avversaria, non lo metterà certo nelle condizioni di far bene.

Anche nella Spal i problemi maggiori li troviamo in difesa. Eccezion fatta per Berisha e Bonifazi, infatti, gli altri giocatori che fin qui si sono alternati nei ruoli di centrale e di centro-destra della difesa a tre, hanno dimostrato senza soluzione di continuità che la Spal è una delle peggiori difese del campionato. Vicari, Tomovic e Cionek sono sempre stati fra i peggiori in campo, a volte alternandosi, a volte tutti insieme. Se li avete in rosa, sarà meglio lasciarli ben lontani dal vostro undici titolare.

BOLOGNA – GENOA

Al Dall’Ara Sabato si affronteranno due squadre all’inseguimento. Il Bologna, padrone di casa, dietro all’Hellas Verona di appena un punto, per giocarsi un posto in Europa League. Il Genoa, tre punti dietro al Lecce, per non perdere il treno della salvezza. I felsinei sono in un grande stato di forma con Mihajlovic finalmente soddisfatto dall’atteggiamento dei suoi. Unico punto debole resta il ruolo di terzino destro. Denswil, che nasce come centrale difensivo riadattato a terzino per mancanza di valide alternative, sta soffrendo molto, soprattutto gli esterni di spinta e questo contro un Genoa agguerrito potrebbe costar caro alla difesa dei padroni di casa.

Dopo la vittoria di misura sul Cagliari, il Genoa di Nicola cerca conferme per risalire la classifica e rosicchiare punti. Una delle certezze della squadra di Nicola, però, resta il rendimento basso di Biraschi in questa stagione. Intendiamoci: se parliamo di calcio giocato, negli ultimi mesi è anche leggermente cresciuto di condizione nonostante comunque non sia lo stesso giocatore di un anno fa, ma fantacalcisticamente è disastroso.

ATALANTA – ROMA

Big match d’alta classifica quello che si giocherà Sabato sera al Gewiss Stadium. L’Atalanta, quarta in classifica, ospita la Roma di Fonseca, quinta in classifica e a soli 3 punti dai bergamaschi. La squadra di Gasperini attraversa un momento difficile da interpretare: pur continuando a giocare come sa, in certe partite sembra andare in difficoltà. Oltre al solito De Roon – che, lo ricordiamo, è un ospite fisso degli sconsigliati solo perché poco avvezzo al bonus a causa del suo ruolo – infatti, troviamo Djimsiti che, nonostante ormai le tante presenza in nerazzurro, non sembra riuscire a trovare quella sicurezza che acquisiscono i difensori di Gasperini.

La Roma in questo big match si gioca tutto. Con la vittoria, infatti, aggancerebbe i bergamaschi, mentre con la sconfitta rischia di ritrovarsi Verona e Bologna alle calcagna. La squadra di Fonseca da dopo il derby, però, sta soffrendo molto, soprattutto in fase difensiva. Lo sconsigliato di oggi è proprio un difensore e per di più ex della partita: Mancini. Troppo avventato, si prende dei rischi cercando sempre l’anticipo e sempre troppo alto, lasciando enormi praterie agli avversari e contro l’Atalanta di Gomez e Ilicic, questo potrebbe risultare fatale.

UDINESE – VERONA

Lunch-match di Domenica, la sfida fra Udinese e Verona vede due squadre in momenti opposti: l’Udinese che non vince dal 12 Gennaio e che nelle ultime 4 giornate ha accumulato un pareggio e tre sconfitte, e il Verona, reduce dalla vittoria in rimonta sulla Juventus e in piena corsa all’Europa League.

Se il Verona, in questo momento di forma splendido, non ha sconsigliati per questo turno, non si può dire lo stesso per l’Udinese che, seppur ha ritrovato con Gotti, ordine in campo e idee di gioco, ancora soffre cali di tensione, soprattutto in fase difensiva. Lo sconsigliato di oggi, per l’Udinese, appunto è Troost-Ekong. Il giocatore naturalizzato olandese soffre molto la velocità degli inserimenti avversari e il Verona è una di quelle squadre che proprio dal suo lato può far male.

JUVENTUS – BRESCIA

Il momento di flessione della Juventus, sul piano del gioco ancor più che dei risultati, è evidente. Una vittoria, un pareggio e due sconfitte nelle ultime quattro partite disputate, di per sé, sono risultati a cui non siamo abituati, ma a questo bisogna aggiungere una squadra sconnessa, troppo Ronaldo-dipendente che crea poco e subisce troppo. Lo sconsigliato di oggi è uno dei giocatori che più sta soffrendo questo momento, vale a dire Miralem Pjanic. Il bosniaco, a detta dello stesso Sarri, è in un momento di flessione. L’allenatore assicura che fra meno di quindici giorni il giocatore tornerà al suo livello, ma per il momento sarà forse meglio valutare le vostre possibili alternative.

Il Brescia, alla prima di Diego Lopez, va vicino alla vittoria, ma mostra ancora troppi limiti e un’incostanza che contro la Juventus potrebbe tradursi in una partita a senso unico. Dovendo scegliere chi evitare in questo match dei bresciani su tutti vi sconsigliamo Dessena e chi fra Mateju e Martella scenderà in campo. Il primo è in evidente sofferenza in mezzo al campo e fantacalcisticamente non è proprio il prototipo di portatore di bonus. Gli altri due sono i veri e propri anelli deboli della difesa. Dal loro lato arrivano i maggiori pericoli e contro la Juventus, seppur sottotono, sono assolutamente da evitare.

SAMPDORIA – FIORENTINA

La Sampdoria di Ranieri sembra finalmente risorta. Con Quagliarella che sta ritrovando il feeling con il gol e Gaston Ramirez che torna a brillare, i blucerchiati si stanno allontanando dalla zona retrocessione sempre più. I problemi, però, non mancano. In difesa, infatti, ancora qualcosa traballa e su tutti, il giocatore da evitare è Colley. Il difensore gambiano è in un momento di calo evidente e, con Yoshida che scalpita in panchina, rischia di perdere il posto da titolare.

La Fiorentina, invece, non trova la vittoria da un mese. Il calo fisico della squadra, collettivo, è arrivato alla fine di Gennaio e sembra complicato per i viola uscirne. Chi ne sta pagando le conseguenze maggiormente è la difesa. Su tutti, capitan Pezzella. Il difensore argentino è spesso costretto agli straordinari e questo lo porta a commettere errori a volte anche banali.

SASSUOLO – PARMA

Il Sassuolo sta attraversando un momento di forma strabiliante. Tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro partite, con la vittoria, importante, sulla Roma ha rilanciato la squadra di De Zerbi che, con la sua qualità, non sembra porsi limiti. Anche lo sconsigliato di oggi, al momento, è una bella sorpresa di questo girone di ritorno neroverde: Kyriakopoulos, infatti, sta meritando i galloni da titolare. La sfida che lo attende Domenica, però, è sicuramente impegnativa: dal suo lato giocano Darmian, Kucka e Kulusevski, forse i tre migliori del Parma di D’Aversa e se deciderete di non schierarlo, è assolutamente comprensibile.

Per contro, nel Parma, è proprio Darmian lo sconsigliato. Il Parma, anche a causa di alcune coincidenze – Gervinho fuori rosa, Caprari con difficoltà d’inserimento negli schemi di D’Aversa e i problemi di Kulusevski – non riesce a dare costanza alle sue prestazioni, ma resta una delle squadre più ostiche da affrontare. Per l’ex Manchester si prospetta un weekend difficile perché dal suo lato ci sarà Boga, insieme a Berardi, il più in forma dei neroverdi. Non schierarlo oggi, con valide alternative, potrebbe non essere un crimine.

CAGLIARI – NAPOLI

La più grande sorpresa del girone di andata è oggi forse la più grande delusione di quello di ritorno. Il Cagliari non vince dalla sfida di Coppa Italia con la Sampdoria del 5 Dicembre, in campionato addirittura dal 2 Dicembre, sempre con la Sampdoria. La squadra sta faticando, ma pesano tanto anche gli errori individuali, figli di una stanchezza psico-fisica generale. Klavan, più di altri, si è dimostrato particolarmente in calo e, con un Napoli in ripresa, potrebbe essere meglio lasciarlo fuori.

Il Napoli è in ripresa. Poco brillante, ma sicuramente più efficace di qualche mese fa e le ultime uscite, eccezion fatta per la sconfitta con il Lecce, lo dimostrano. Chi però sembra più indietro rispetto agli altri, soprattuto dal punto di vista atletico, è Lobotka. Il rischio che il neo acquisto soffra la fisicità del centrocampo rossoblu, seppur privo di Nainggolan, è alto e non schierarlo potrebbe essere una buona scelta.

LAZIO – INTER

La sfida al vertice che si giocherà Domenica fra Lazio e Inter ha il sapore di ultima sfida a chi contenderà il titolo fino alla fine della stagione. Si tratta quindi, ad oggi, della partita più importante della stagione per le due squadre e sbagliarla potrebbe costare caro. Per i biancocelesti, padroni di casa, il giocatore da evitare è Luiz Felipe. Il difensore laziale, migliore in campo nella sfida contro il Parma, resta un giocatore su cui è difficile fare affidamento, proprio per la sua imprevedibilità e contro Lautaro Martinez e Lukaku, potrebbe essere meglio lasciarlo in panchina.

Nell’Inter, invece, in questo momento il meno affidabile è il portiere Padelli. Da quando è stato costretto a scendere in campo per l’infortunio di Handanovic, non ha particolarmente brillato, soprattutto nel derby dove, su due sue imprecisioni, sono nati i gol del Milan. Preferirgli qualcun altro in un momento così delicato, se si ha la possibilità, potrebbe essere la vostra salvezza.

MILAN – TORINO

A chiudere la giornata, Lunedì sera a San Siro, ci saranno Milan e Torino. Un Milan che, nonostante i risultati, nelle ultime uscite ha dimostrato di aver cambiato passo e di poter mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Eppure ancora qualche giocatore sottotono c’è e uno di questi è Calabria. Il terzino non sembra ancora affidabile e potrebbe facilmente soffrire la rapidità di un giocatore come Ansaldi.

Però il Torino non è certo una squadra in salute. Gli effetti del cambio in panchina non si sono ancora visti e sarà difficile che si vedano dopo appena 2 settimane di lavoro. Resta per ciò una squadra a cui è difficile affidarsi fantacalcisticamente parlando e si potrebbe sconsigliare più di uno o due giocatori, ma per quelli che sarebbe bene evitare assolutamente sono Ola Aina e Rincon. L’esterno, che questa volta potrebbe giocare al posto di De Silvestri, è stato forse il peggiore delle ultime uscite con tanti, troppi errori che hanno portato la squadra a soffrire le ripartenze avversarie. Rincon, invece, un po’ come De Roon, è un giocatore antitetico nei confronti del fantacalcio, senza però mettere in discussione mai la sua utilità calcistica, soprattutto in un Torino così in sofferenza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy