Consigli fantacalcio 20a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Consigli fantacalcio 20a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Ecco tutte le possibili sorprese per la ventesima giornata di campionato per il fantacalcio

di Titty Cerquetti, @tittyna

La redazione di Fantamagazine, per ogni turno di campionato, vi proporrà uno speciale per analizzare tutte le possibili sorprese delle nostre schede squadra (che potete trovare QUI). Inoltre date uno sguardo ai consigliati e agli sconsigliati della ventesima giornata. Gustatevi i nostri consigli fantacalcio per la 20a giornata della serie A.
Seguici nel nostro canale Telegram! Scarica l’app gratuita dallo store e iscriviti al nostro canale (questo il link, cliccate direttamente da cellulare -> https://telegram.me/fantamagazine). Riceverai gli indisponibili, le ultime news, i voti, i consigli direttamente sul tuo smartphone. Gratis! È un’esclusiva Fantamagazine per te

Atalanta-Inter

Tra le fila orobiche le nostre segnalazioni sono per German Denis, che nonostante la morsa di Murillo e Miranda potrebbe esaltarsi e andare a segno. Inoltre appare in netta ripresa De Roon, che potrebbe offrire una buona prestazione. Non ultimo Sportiello, che non avrà un pomeriggio semplice ma non di rado queste partite esaltano i portieri. Tra i nerazzurri interisti invece mettiamo un giocatore al quale ultimamente basta un pallone per andare a segno. Chissà cosa potrebbe succedere se a Maurito Icardi ne dovessero pervenire almeno un paio?

Torino-Frosinone

Potrebbe non partire dal primo minuto ma se lo avete in rosa mettetelo: Ciro Immobile è tornato a casa. Anche Avelar, che questa settimana si è allenato regolarmente in gruppo potrebbe, anche se non al massimo della forma, fornire una buona prestazione. Se lo avete mettetelo, magari con un occhio alla copertura in panchina. Tra i ciociari segnalazione per il bulgaro Tonev, che pare aver riconquistato l’allenatore, e dal quale ci si aspetta qualche buon colpo; Sammarco, che in termini di goal sta sorprendendo un po’ tutti e Dionisi, che resta di gran lunga il migliore della squadra.

Napoli-Sassuolo

Partita ostica ma da vincere per i partenopei, ed ecco allora che a stupire, questa volta, potrebbe essere Allan, che sta giocando un po’ sottotono rispetto ai primi periodi, ma in un qualsiasi momento può scapparci l’inserimento vincente ed il buon voto resta comunque assicurato. Anche i difensori centrali, Albiol e Koulibaly, rappresentano questa volta un autentico dilemma, vista la bravura e imprevedibilità degli attaccanti sassolesi. Potrebbe andar male, ma anche molto bene. Trai neroverdi potrebbe ben figurare Politano, ragazzo che quando è stato chiamato in causa ha dimostrato di non aver paura di provare la giocata sempre e comunque, anche contro le grandi del campionato. In questo Sassuolo che sta sorprendendo settimana dopo settimana c’è gloria per tutti, basterebbe afferrarla. Anche Missiroli merita una menzione. In certi momenti della partita dimostra doti atletiche invidiabili, lo si vede in tutte le zone del campo e gli avversari sembra facciano fatica a stargli dietro. Prima o poi arriverà un bonus anche per lui.

Genoa-Palermo

La sorpresa maggiore, in questa delicata sfida per il grifone, potrebbe arrivare da Perotti. Perchè il dubbio è: vedremo un Perotti distratto dal mercato e svogliato, o vedremo un giocatore con una motivazione in più per fare bene e lasciare con un buon ricordo Genova prima di approdare su altre sponde (qualora ciò avvenisse)? Sorpresa come l’uovo di Pasqua: non sai mai cosa aspettarti. E poi aggiungiamo Luca Rigoni. Lui per il Palermo era un punto fisso, con Iachini lo scorso anno era quasi arrivato in doppia cifra, e nessuno a settembre avrebbe mai ipotizzato un siluramento così improvviso. Chiaro che avrà il dente avvelenato, non contro i suo compagni o contro i tifosi, ma sicuramente contro quel Zamparini capace di stravolgimenti insensati. Vendetta in arrivo? Per quanto riguarda i rosanero citazione d’obbligo per Sorrentino, ad oggi l’unico della squadra in grado di vincere una partita “da solo”, e l’ha fatto più volte quest’anno. Non è detto che rimanga imbattuto, ma se dovesse giocare come a Verona può essere veramente ottimo per il modificatore. E poi Gilardino. Come al solito, se può segnare qualcuno del Palermo il maggiore indiziato è lui, basta che gli si presenti almeno un’occasione per farlo e non si farà pregare.

Bologna-Lazio

La sosta potrebbe avergli giovato, ed anche se appare in ombra da parecchio tempo pensiamo che Mounier vorrà dimostrare tutto il suo valore, visto che dai nuovi arrivi sul mercato e da eventuali cambi di modulo il principale a rimetterci potrebbe essere proprio lui. La difesa laziale è tutto tranne che imperforabile, dunque il francese può tornare a timbrare. Tra i biancocelesti la sorpresa potrebbe arrivare da Milinkovic-Savic, che si è appena sbloccato in campionato e vorrà subito ripetersi, anche se non sarà facile.

Carpi-Sampdoria

Ma l’avete visto in coppa Italia contro il Milan? L’avete visto che progressione? L’avete vista la partita che ha fatto? Ecco lui è questo, e la partita di Coppa è stata la sintesi di quanto di buono abbia nelle corde Kevin Lasagna. In grande forma, potrebbe essere proprio lui la scommessa di giornata per questo turno. Tra le sorprese doriane mettiamo invece Carbonero. Ormai si è guadagnato il posto a suon di buone prestazioni e dopo l’assist contro la Juve chissà che non arrivi il primo bonus pesante.

Chievo-Empoli

Zitto zitto Simone Pepe si sta togliendo diverse soddisfazioni. I gol segnati ora sono 3 ma soprattutto a convincerci a metterlo qua è la condizione fisica che sembra tornata a buoni livelli. Insieme a lui aggiungiamo Paloschi. State tranquilli che se in area di rigore gravita qualche palla sporca lui si avventerà, la metterà dentro e voi vincerete la partita. Tra gli empolesi potrebbe stupire il portiere Skorupski, che sarebbe andato nei consigliati se solo non avessimo notato che il Chievo ha segnato 6 gol nelle ultime 3 partite interne. È solo per questo motivo che lo mettiamo nelle sorprese. Anche Paredes, dopo l’ottimo 7 in pagella senza bonus nella trasferta di Torino, può entrare in questa categoria, soprattutto perché questa sembra proprio la classica partita “maschia” che si sblocca su un piazzato. Infine ci mettiamo Saponara. Sappiamo benissimo che chi lo ha in rosa al 99% lo metterà titolare, ma per ora non ci sentiamo di consigliarlo in senso assoluto, soprattutto a causa degli ormai famosi problemi agli adduttori che lo affliggono.

Roma-Verona

Per questa delicata partita post esonero di Garcia la sorpresa potrebbe arrivare da Pjanic. Per lui è la prova del nove: Roma o morte! (vale a dire o si consacra o rimane nella sua mediocrità altalenante). Conosciamo Pjanic, sappiamo cosa può regalare e in che strapiombi calcistici può cadere, certo contro questo Verona, in casa, nella posizione di trequartista potrebbe essere veramente decisivo. Anche Dzeko, scontata la squalifica potrebbe giovarsi del cambio modulo e ricevere quelle assistenze che finora sono mancate. Rientra, carico, con il nuovo allenatore e con un margine di miglioramento impressionante. Aggiungiamoci che gioca contro una delle difese più battute di Serie A. In netta ripresa anche Pazzini. E’ l’unico in grado di poter fare male a una retroguardia non sempre impeccabile. E visto che Spalletti non potrà aver fatto miracoli in così poco tempo ecco che, semmai ci fosse un gol della bandiera, la % che il gol sia di Pazzini potrebbe essere alta. Non è così un azzardo schierarlo.

Udinese-Juventus

Le sorprese in casa friulana potrebbero essere Felipe e Zapata. Il primo, in casa mai insufficiente, sarà in grado di fare lo stesso pure contro la Juventus? La partita è proibitiva, ma l’italo-brasiliano è da inizio anno che continua a stupirci. Il panterone potrebbe tornare titolare dopo quasi quattro mesi, l’avversario non è però dei più semplici. In casa juventina le sorprese potrebbero invece arrivare da Mandzukic, che è tornato a disposizione e questa sembra una di quelle partite adatte a lui: squadra avversaria che si chiude, difensori di buona stazza che raddoppiano e che si fanno “sentire”.Sono le sue partite, si prospetta un bel duello con Danilo, specie nelle palle aeree. Occhio però, vista la sua grinta e quella di un giocatore come Danilo, al rischio cartellino. Anche Khedira potrrebbe sorprendere. Giocatore che per caratteristiche e compiti tattici, come già detto, è sempre a “rischio” +3. Staziona spesso all’altezza della prima punta della Juve, sempre molto alto per attaccare la porta e concludere.

Milan-Fiorentina

Partita fondamentale per il Milan e per Mihajlovic, e tra le sorprese potremmo trovare Honda, che nonostante i fischi sembra aver alzato l’asticella delle prestazioni. Largo a destra può ritagliarsi un suo spazio nel vuoto di potere del centrocampo rossonero. Con lui mettiamo Kucka, un goal fatto e uno mangiato a Roma, inserimenti costanti contro il Carpi. El Kuco è in grande forma, difficile che stia fuori contro la Fiorentina. Occasione da sfruttare. E che dire di Antonelli? Riuscirà il Bale di Lissone City a tornare titolare? Contro il Carpi ha arato la fascia sinistra, facendosi vedere anche in avanti e Sinisa potrebbe ridagli una chance. In casa viola la sorpresa potrebbe avere il nome di Giuseppe Rossi. Contro la Lazio è entrato in campo con una verve agonistica che non si vedeva da mesi, sfiorando il gol due volte in poco più di un quarto d’ora. Che tale verve derivasse dalla voglia di conquistarsi più spazio in viola o di mettersi in mostra con potenziali acquirenti, questo per voi è irrilevante. Casomai, vi dovreste porre la stessa domanda che ci ponemmo la settimana scorsa a proposito di Kuba: ok lo spezzone, ma quanto reggerà, partendo dall’inizio?
Se questo articolo vi è piaciuto, vi forniamo altri articoli sui consigli fantacalcio 20a giornata:
Vedi anche -> Consigliati 20a giornata
Vedi anche -> Sconsigliati 20a giornata
Vedi anche -> Indici schierabilità 20a giornata

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy