Consigli Fantacalcio 20a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente al Fantacalcio nella 20a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della ventesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli Fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 20a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 20a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

TORINO – FIORENTINA

BELOTTI: Di base in questo Torino non ci sarebbe nessuno da consigliare. Non perché non segni o non abbia chance di far punti, ma perché finché non ci sarà una precisa identità con Nicola, l’eroe di giornata può essere il più inaspettato come stato con Zaza. Tuttavia un nome va pur fatto e ci torniamo ad affidare al nostro capitano. Certo il digiuno inizia ad essere lungo e la tentazione di dargli qualche turno di stop inizia a farsi strada. Noi pensiamo però che il gallo sia prossimo al ritorno al canto, e gli daremmo nuovamente fiducia.

VLAHOVIĆ: Salgono a sei le reti realizzate nelle ultime otto partite dal nostro Dušan, che ha raggiunto quota sette gol in campionato, uno in più dello scorso anno ma con ancora un girone intero da giocare. Contro il Crotone ha fornito una prestazione generosa, mancando la doppietta solo per un grande intervento di Cordaz. In evidente crescendo di partita in partita, ogni tanto commette ancora qualche errore banale cercando di strafare, ma tutto questo rientra nel suo percorso di crescita. Dimostra inoltre di tenerci moltissimo, come si è potuto vedere dalla reazione che ha avuto al momento della sostituzione al 70′. È il rigorista della squadra, è affamato di gol come pochi ed affronta l’attuale seconda peggior difesa della Serie A.. avete veramente tre opzioni migliori di lui questa giornata?

BOLOGNA – MILAN

ORSOLINI: Indubbiamente il migliore dei nostri da un mese a questa parte, non è imprescindibile ma se non avete alternative potete rischiarlo in avanti cercando di sfruttare qualche spazio di troppo che un terzino di spinta come Theo Hernandez inevitabilmente concede.

IBRAHIMOVIC: Espulso nel derby di coppa, le pagelle sui vari quotidiani sono state tutte negative, eppure ha (come al solito) sbloccato il match con una perla delle sue. Contro il Bologna sarà più carico che mai, inoltre dovrà riscattare le due sconfitte consecutive e se c’è un giocatore in grado di trascinare questa squadra a qualcosa di importante è senza dubbio il gigante svedese. Attenzione alla questione rigori: dovrebbe batterli sempre Kessie, ma l’ivoriano ha dichiarato che se Ibra chiederà di tirarli allora glieli lascerà. Un aspetto da non sottovalutare. In ogni caso non dovrebbe avere problemi a crearsi le occasioni da solo…la grinta non gli manca di certo!

SAMPDORIA – JUVENTUS

KEITA: In una gara dove la Samp potrebbe chiudersi per poi ripartire, ci aspettiamo che lui possa essere la nostra arma in più. L’avversario è ostico ma se c’è qualcuno tra le nostre fila in grado di mettere in difficoltà i bianconeri quello è proprio il nostro Keita Balde! Attenzione però, Ranieri potrebbe anche decidere di utilizzarlo a partita in corso quindi mi raccomando, copritevi di conseguenza

RONALDO: Marassi è un campo che gli porta bene, un anno fa salì in cielo per siglare con un gran colpo di testa la rete della vittoria. A secco da due partite (Inter e Bologna) deve ritrovare la rete ed Audero è avvisato.

MCKENNIE: Il texano oramai è diventato imprescindibile per Pirlo, ha una capacità incredibile di trovarsi sempre al posto giusto al momento giusto anche in area di rigore.

INTER – BENEVENTO

LUKAKU : BigRom per la prima volta da quando lo conosciamo ha dimostrato di non essere solo un gigante buono. Ha reagito (ingenuamente) al trash talking del suo avversario e perso le staffe, riuscendo poi però a trasformare la rabbia in energia positiva da utilizzare per il prosieguo della partita. Secondo noi, i difensori del Benevento che dovranno marcarlo passeranno una serata molto molto difficile

CAPRARI: All’andata siglò i due gol beneventani, cominciando alla grande il suo campionato. Sarà difficile ripetersi, perché la partita sarà ostica, ma mai dire mai. Ha dalla sua l’agilità e le capacità per sfruttare il lavoro sporco di Lapadula, magari con qualche incursione.

SPEZIA – UDINESE

GALABINOV: In assenza di GorgonZola (se recupera giocherà lui), VinoGalabinov sarà il consigliato di giornata. Se lo avete ancora in rosa potete pensare di metterlo come terzo in formazione, approfittate di questa giornata insomma.

NUYTINCK: PELATONE IS BACK. La tenuta difensiva della squadra nelle ultime partite è migliorata, e il suo ritorno non può che giovare a tutto il reparto. Ampiamente schierabile nonostante un avversario complesso come Nzola. Può portare il solito votone.

DE PAUL: altro giro, altra corsa, e solita storia. Solite voci su Rodrigo, come in ogni sessione di mercato, ma ha dimostrato più volte di tenere alla maglia e di dare sempre il 100% per i bianconeri. Inutile dirvi che va schierato.

CAGLIARI – SASSUOLO

JOAO PEDRO: Non da mettere a tutti i costi, affatto, anche se è uno dei pochi schierabili al momento. Il Cagliari prima o poi dovrà tornare a fare punti, e in particolare a segnare: quando questo succederà, è probabile che ad andare a bonus sarà proprio lui. Impossibile dire se succederà in questo turno o ci sarà da aspettare ancora, nel dubbio lo potete provare nel caso ci credeste.

DJURICIC: Dopo un periodo, anche lungo in effetti, dove è parso decisamente sottotono, è tornato a giocare con la qualità che lo contraddistingue. Bene da subentrante contro il Parma, anche meglio contro la Lazio, dove però solo a tratti ha mostrato spunti di pregevole fattura. La nostra sensazione è che può fare bene in questa partita in ottica bonus. Da schierare.

CROTONE – GENOA

MESSIAS: Lo sappiamo, siamo ripetitivi. Mettetelo! Questa volta, con una sicura copertura, perché ha svolto lavoro in palestra fino a Giovedì. Anche se dovesse giocare a centrocampo il discorso non cambia: sempre nel mezzo della partita, se non segna provoca ammonizioni!

DESTRO: ormai è abbonato a questa sezione, e finché sarà in questo stato di forma non potrà essere altrimenti. Contro il Cagliari gli è bastato un solo pallone per colpire, e all’andata contro il Crotone – dopo il gol in avvio – soltanto la traversa prima e un grande Cordaz poi gli avevano negato la doppietta. Aggiungiamoci che il Crotone è la peggiore difesa del campionato, e l’equazione è semplice: Mattia Destro va schierato, senza se e senza ma.

ATALANTA – LAZIO

ZAPATA :Rigore a parte sbagliato ieri, quando è entrato si è fatto sentire. Si era procurato il rigore e per quanto possibile cercava di far uscire i compagni dall’assedio. Ma più che per il match di coppa, continua a rimanere qui per la partita di settimana scorsa contro la capolista. Battagliero fino alla fine e finalizzatore principe della manovra offensiva di una squadra che segna più gol di tutta la serie A. Mancheranno probabilmente gli esterni titolari, quindi a chi tocca togliere le castagne dal fuoco?

ILICIC :Uomo in più della manovra nerazzurra è lui il funambolo che solitamente toglie la magia dal cilindro e adesso che è tornato il vero ilicic lasciato a Valencia lo scorso anno, non si può non mettere. Sicuramente capiterà ancora che finita la giornata fantacalcistica se ne uscirà con un 5 e magari un ammonizione di accompagnamento. Ma ora non si può proprio lasciare fuori dal vostro 11. Batterà eventuali rigori e punizioni a ridosso dell’area e ultimamente i voti sembrano essere abbastanza “arrotondati” per eccesso a lui, quindi meglio per i suoi possessori

MURIEL :Poco da dire su di lui, se siete coperti mettetelo. Sappiamo cosa può dare anche partendo dalla panchina quindi va messo con un voto certo in panchina in caso di Sv visto il cospicuo minutaggio avuto in coppa o perché la partita non necessiterà del suo aiuto. Ma secondo noi non avrete un altro SV come la scorsa giornata.

MILINKOVIC-SAVIC: Anche in una scialba prestazione come quella vista a in Coppa Italia, il Sergente si è distinto per spirito di battaglia e lampi di classe, in particolar modo nel lanciare in profondità i compagni.

NAPOLI – PARMA

LOZANO: 4 gol e 1 assist nel mese di gennaio, i numeri parlano per noi. Il Napoli si affida nelle mani del messicano che con la sua velocità e un’inaspettata freddezza sotto porta sarà la principale spina nel fianco della difesa gialloblu. Poco da aggiungere, se lo avete in squadra schieratelo.

KUCKA: Nonostante il momento difficile della squadra, sta giocando bene da vero gladiatore adattandosi a ricoprire più ruoli all’interno della stessa partita. In gol contro il Sassuolo, traversa e salvataggio sulla linea contro la Sampdoria, sicuramente Kuko è caldo ed è il rigorista della squadra, inoltre si sta rivelando prezioso in tante piccole cose all’interno delle gare. Non possiamo mettergli il 4/5 vista la partita proibitiva ma in base alle alternative si può mettere

ROMA – VERONA

BORJA MAYORAL: 5 gol in 13 partite, di cui 4 da titolare. Ha segnato ogni volta che ha giocato titolare. Questo giovane spagnolo ex Real Madrid sta dimostrando di essere più che un vice. Perché la media gol dice esattamente che l’attaccante titolare dovrebbe essere lui. Giocatore tecnico e intelligente, ama giocare coi compagni, sarà titolare anche questa volta. Vamos Borja.

ZACCAGNI: La maturazione di Mattia lo ha reso quest’anno il reale trascinatore della squadra. Le sue prestazioni, al di là dei bonus, sono irrinunciabili alla squadra. E’ in grado di creare problemi a qualsiasi avversario, visto che spazia sulla trequarti avversaria e non da punti di riferimento. Ed ha affinato la fase realizzativa, compensando la sua lacuna nella finalizzazione con uno sviluppo tattico, cercando benissimo gli spazi che gli avversari lasciano tra le loro file. Insomma, finchè va così forte non ci sono dubbi che va schierato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy