Consigli Fantacalcio 1a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente nella prima giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Primo turno del campionato di Serie A 2019-20, è tempo di concentrarsi per le nuove formazioni e con esse giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 1a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 1a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibili negli store iOS e Android.

PARMA – JUVENTUS

Forse non avrà i 90 minuti nelle gambe, ma l’ivoriano può già garantire 70′ di qualità. Reduce dalla doppietta in Coppa Italia appena una settimana fa, Gervinho potrebbe essere in grado di creare grandi pericoli alla nuova Juventus targata Sarri. I bianconeri potrebbero concedere qualcosa a livello di spazi visto che non hanno ancora dimostrato di avere gli automatismi collaudati e Gervinho è un maestro nello sfruttare il campo concesso con le sue proverbiali sgroppate. Sappiamo bene che se si accende Douglas Costa sa essere devastante. E a vederlo in campo nelle ultime partite sembra avere tanta voglia di riscattarsi e spaccare tutto. Ci riuscirà? Solo il campo potrà dircelo, noi intanto per questa prima partita vogliamo provare a fidarci.

FIORENTINA – NAPOLI

La partita è complessa ma se c’è qualcuno che ha i colpi per trovare la giocata è Chiesa, al momento è quindi l’unico viola schierabile senza se e senza ma. Passano gli anni ma Josè Callejon resta sempre lo stesso. Corsa, sacrificio, assist e i classici tagli a bucare la linea difensiva restano i suoi marchi di fabbrica e anche quest’anno si è dimostrato sin da subito uno degli uomini più affidabili della squadra. Quest’anno poi le più note testate giornalistiche ci hanno fatto la cortesia di listarlo centrocampista ed ecco allora che uno con i suoi compiti, le sue occasioni da goal e soprattutto in forma come lui non può che finire tra i consigliati per questo inizio di campionato, a maggior ragione se chi dovrà fermarlo non è un difensore così esperto e navigato rispetto alla vecchia volpe spagnola. Per questo, tra le tante incognite che ci riserva la prima partita di campionato, la certezza azzurra porta sempre il nome di Callejon. Anno calcistico nuovo, ritorno alle origini per Lorenzo Insigne, tornato su sua richiesta a giocare su quella fascia sinistra che lui sente come habitat naturale. E se può averci perso in termini di occasioni nitide per calciare in porta rispetto al ruolo di seconda punta, sicuramente da queste prime uscite sembra averci guadagnato in termini di prestazioni. Il neo-capitano azzurro infatti è risultato sempre tra i migliori in campo, sia contro avversari poco stimolanti che contro team ben più quotati. A Firenze ci aspettiamo una partita tosta, dove probabilmente la squadra di casa proverà prima di tutto a contenere gli azzurri.

UDINESE – MILAN

Se resterà a Udine, De Paul anche quest’anno sarà uno degli abitudinari di questa sezione. Faro della squadra, rigorista, il gioco e i risultati dell’Udinese dipenderanno quasi sempre dall’argentino. In questo match dovrebbe partire avanzato, accanto a Lasagna. Anche da mezzala, comunque, la sua appetibilità non cambierebbe molto. Resta uno degli imprescindibili delle vostre squadre quando gioca in casa: se lo avete in rosa, il consiglio è di schierarlo, nonostante il match sulla carta sia complicato. Strano vederlo qui dopo che lo scorso anno Suso era spesso ospite della sezione sconsigliati. Ebbene questa stagione potrebbe essere quella del ribaltone: Suso al centro del progetto tecnico, spostato da esterno a giocare dietro le punte a mettere tanti bei palloni per i due attaccanti. La nuova posizione in campo potrebbe dargli l’occasione di allargare il suo repertorio di giocate e di mettersi in luce in questa prima giornata, magari subito con un e un bel voto. Vista la partita bloccata che ci aspettiamo diventa interessante anche in chiave piazzati, chissà che non arrivi addirittura un gol dalla sua “mattonella”. Se all’asta ci avete puntato e lo avete arruolato…buttatelo subito nella mischia per il battesimo del fuoco!

CAGLIARI – BRESCIA

Listato attaccante Joao Pedro perde molto di appetibilità, è vero. Per contro però è il rossoblu più in forma del precampionato, è andato a segno nelle ultime due amichevoli (Fenerbahce e Catania, entrambe in trasferta) e con il Chievo in Coppa Italia, e sembra in ottima condizione. Se ce l’avete, potete dargli una chance fin da subito. Dopo aver fatto benissimo in serie B, il buon Alfredo Donnarumma viene per la seconda volta messo da parte una volta arrivato nella serie A che lui stesso ha contribuito a conquistare a suon di gol. In queste prime quattro partite però sarà il Rapace di Torre Annunziata a guidare l’attacco delle Rondinelle: noi siamo certi che vorrà fare bene per dimostrare di non essere solo una comparsa in questo campionato. Orfano del suo gemello d’attacco Torregrossa, dovrà caricarsi il peso dell’attacco interamente sulle spalle. Non è consigliato in toto, però molto probabilmente se il Brescia dovesse segnare, il +3 sarebbe del buon Alfredo. Se lo avete in rosa, questa potrebbe essere una delle migliori occasioni per schierarlo.

SPAL – ATALANTA

Subito partenza contro il suo passato per bomber Petagna che dopo l’exploit della scorsa stagione, è pronto a condurre la Spal verso una tranquilla (si spera) salvezza. Fondamentale nella manovra offensiva spallina, non più solo regista d’attacco, ma anche goleador. Si prospetta una domenica a far spallate contro il muro orobico, ma è colui che ha più possibilità di segnare. Anche Kurtic è un ex e sembra aver trovato la sua dimensione qui a Ferrara. Senza Lazzari, può diventare il catalizzatore del gioco spallino, verosimilmente giocherà molti più palloni rispetto l’anno scorso, e può sempre trovare la gioia del gol o con una botta da fuori come ci ha abituato piuttosto bene durante la passata stagione. Faro indiscusso della squadra, Gomez già da attaccante facevamo fatica a non consigliarvelo: listato cc dovete schierarlo senza se e senza ma.

ROMA – GENOA

Nuovo anno, solito Dzeko. Giurata fedeltà alla Roma, respinti i corteggiamenti dell’Inter, Edin è pronto per ricominciare una nuova stagione da protagonista, si spera. Fresco di rinnovo, siamo sicuri che non avrà più l’atteggiamento pingue e scazzato di un anno fa. Dentro Edin Dzeko perciò, se segna la Roma, segna lui. Senza El Shaarawy, diventa ufficialmente Under il migliore esterno della Roma. Ha fatto un buon precampionato e pensiamo che avrà tante occasioni per rendersi pericolosa, come gol e assist. Ecco l’uomo che ha riacceso l’entusiasmo della tifoseria rossoblu. Giocatore di carisma era quello che mancava nel centrocampo genoano dalla partenza di Rincon. Il giocatore in grado di farsi dare la palla, dettare i ritmi del gioco e porsi al servizio della squadra anche in fase difensiva. Noto per la qualità dei suoi calci di punizione, non ha aspettato molto, già in Coppa Italia ha fatto vedere di cosa è capace in questo fondamentale. Ribadiamo quanto scritto in scheda, non è un fenomeno ma un giocatore vero, uno di quelli dei quali ci si può fidare: K-Lasse Schöne!

VERONA – BOLOGNA

Abbiamo osato. Abbiamo deciso di consigliarvene uno. Abbiamo scelto Veloso, lui che ha più esperienza di tutti e che sembra diventare sempre più leader. Forse la condizione della squadra e l’attuale situazione, sembra averlo fatto rinascere. La responsabilità di dover dirigere tutti. Al Genoa sembrava aver perso questa virtù, ma qui attualmente sta dimostrando tanta dedizione. Vogliamo premiarlo. Inoltre in assenza di altri compagni, oltre essere l’incaricato di ogni punizione/angolo, dovrebbe pure calciare i rigori. L’attaccante marchigiano Orsolini è stato riscattato quest’estate e ora è chiamato a confermarsi ai livelli della seconda parte di stagione giocata con Mihajlovic al comando. Nelle amichevoli che hanno preceduto la stagione è apparso un po’ egoista e nervoso in certi frangenti, Orsolini ci tiene a fare bene e a dimostrare di essere un leader tecnico della squadra. E’ il principale indiziato ad andare a bonus, avrà a disposizione qualche punizione e angolo in più e per questa partita con un avversario non irresistibile di fronte è da schierare senza pensarci troppo. Stagione abbastanza deludente per l’ex-Villareal Soriano, ma solo dal punto di vista fantacalcistico: solo 2 gol e 2 assist e tante ammonizioni. Noi che guardiamo le partite però sappiamo quanto sia un giocatore fondamentale per la squadra, che funge da raccordo fra i reparti e arriva spesso alla conclusione, essendo il centrocampista più avanzato del nostro reparto e fungendo quasi da seconda punta. Ha iniziato bene la stagione con ben 2 assist in Coppa contro il Pisa, può confermarsi subito, già da questa domenica.

SAMPDORIA – LAZIO

L’attaccante blucerchiato Quagliarella non e’ ancora al meglio ma anche in questa stagione sara’ il principale terminale offensivo di una squadra che cercherà la via della rete con ancora maggior insistenza rispetto al passato. Rigorista designato, se siete riusciti ad aggiudicarvelo nelle vostre aste non potete esimervi dallo schierarlo in una gara come questa anche perché la difesa della Lazio al momento non pare proprio un fortino impenetrabile! La grande delusione dello scorso anno, quest’anno è obbligato a confermare di essere un attaccante da primo slot, senza se e senza ma. In settimana Immobile è diventato papà finalmente di un maschietto, la voglia di partire col piede giusto e festeggiare con il ciuccio è forte.

TORINO – SASSUOLO

Giocatore mai domo, va sempre a cercarsi palloni ed è grazie alla sua caparbietà che si è guadagnato ed ha trasformato il rigore che tiene a galla le speranze europee del Toro. In questo pre-campionato non ha steccato una partita, andando ripetutamente a segno sia nelle amichevoli che in EL. Qualche piccolo acciacco per Belotti, ma non dovrebbe destare preoccupazione, meglio schierarlo coperto che mangiarsi le mani. Sapete cosa ci dice la cabala delle ultime stagioni di Torino-Sassuolo? Nonostante i recenti piccoli infortuni, Armando Izzo è apparso ancora una volta tra i migliori della difesa. Deciso nelle chiusure, strappa applausi quando conquista palla e fa ripartire la squadra. Già 2 gol nei preliminari e anche ieri si è inserito in area sfiorando il pareggio. Dalle sue parti potrebbe passare il pimpante Boga, ma voi schieratelo senza pensarci due volte. Deve ancora entrare nei meccanismi tattici del mister, ma quella sua anarchia che lo conduce a procurarsi occasioni da gol con iniziative personali, gli consentono di accrescere la sua appetibilità, tanto che gli ultimi due gol neroverdi portano la firma di Traoré. Senza Berardi ci sarà bisogno di un maggiore apporto offensivo dei centrocampisti, può essere una buona idea schierarlo.

INTER – LECCE

Sensi con tutta probabilità il migliore e più in forma nella pre-season nerazzurra. Tira anche da fuori e batte le punizioni, che volete di più? Il Lecce dopo sette anni tornerà nel massimo palcoscenico calcistico italiano, affrontando una squadra ben messa in campo, che con tutta la probabilità sarà una delle pretendenti al titolo di Campione d’Italia. Con ciò visto la portata della gara, visto che il Lecce non ha quel tasso tecnico e tattico tale da potersi permettere di dominare la gara Difficilmente voi che siete appena usciti dalle aste avrete problemi di schieramento noi vi sconsigliamo di schierare calciatori del Lecce in questo turno. Poi se siete amanti del rischio, potete fare il vostro gioco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy