Consigli Fantacalcio 19a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente al Fantacalcio nella 19a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della diciannovesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli Fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 19a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 19a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

BENEVENTO – TORINO

NESSUNO DEI CAMPANI: Nessuno in particolare risulta consigliato per questo match, siamo quasi sullo stesso livello per tutti. Occhio alle possibili sorprese.

IZZO & BREMER: Entrambi di nuovo qui e le motivazioni sono molteplici. La prima è che vogliamo essere ottimisti in una sfida chiave con un nuovo allenatore, e non ci sentiamo di non consigliare nessuno. La seconda è che loro non hanno mai demeritato, portando a casa due +3 a testa e diversi buoni voti anche quando non si conquistavano punti. La terza è che ci aspettiamo una gara chiusa almeno inizialmente, perché solitamente un nuovo allenatore in cerca di punti salvezza, prova a disputare una gara con più attenzione alla fase difensiva che offensiva. Infine il Benevento negli scontri con le piccole si è sempre un po’ perso, realizzando un solo gol tra Crotone, Spezia e Parma. In definitiva non saranno due da mettere a tutti i costi, ma riponiamo in loro buone speranze e sono quindi da considerare per un posto nelle vostre difese.

ROMA – SPEZIA

VERETOUT: Mettiamo lui perché con Miky in dubbio per un fastidio muscolare è uno dei pochi che lotta e inoltre rigorista.

RICCI: Per questa volta non ci sentiamo di mettere Nzola quì (ovviamente voi schieratelo come buon terzo se volete), poiché non sappiamo se giocherà dall’inizio o farà uno spezzone a partita in corso. Difficile comunque consigliare qualcuno in questa partita ma, il nostro Matteo dovrebbe rientrare di nuovo in cabina di regia, per questa partita così difficile abbiamo scelto lui per due motivi essenzialmente, il primo sono i rigori (o in mancanza di Nzola o con lo stesso in campo, magari si decide di farli calciarli ugualmente a Ricci per non rischiare una ricaduta) ed il secondo è che alla fine potrebbe essere considerato quasi un ex per via della passata esperienza nelle giovanili capitoline, ecco perché a nostro avviso vorrà farsi vedere e vorrà fare bene. Quindi diciamo che come quarto centrocampista in mancanza di alternative migliori sulla carta può essere preso in considerazione volendo.

UDINESE – INTER

DE PAUL: Si mette verde solo perché si vuole dare un po’ di speranza e la speranza è l’ultima a morire. Magari l’Inter fa un falletto di mano su un angolo, rigore per fallo di distrazione.

LUKAKU : contro la Juve non è stato precisissimo e, tuttavia, ha sfiorato il gol in un paio di occasioni. Queste sono le sue partite e vorrà lasciare il segno per trascinare l’Inter nell’ultima partita del girone di andata. Big rom ci attendiamo il tuo (e perché non anche i tuoi) gol

HAKIMI: l’Inter affronterà l’Udinese che si schiererà a specchio: i duelli individuali saranno decisivi, soprattutto sulle fasce. Noi ci fidiamo dell’ottimo periodo di forma di Hakimi, quindi possessori schieratelo perchè contro Zeegelar potrà fare molto bene

MILAN – ATALANTA

IBRAHIMOVIC: Il gigante svedese è tornato da titolare lunedì scorso in quel di Cagliari e ha ripreso a segnare, e infatti arrivata la quarta doppietta della stagione. Contro un’Atalanta molto forte sarà davvero complicato uscirne indenni, ma il Milan sa che potrà affidarsi al suo condottiero, la cui importanza si sta rivelando fondamentale non soltanto per i gol messi a segno fin qui. Da schierare a meno di super alternative.

ZAPATA & MURIEL : Sicuramente direte ma sempre loro?? Si sempre loro. Dell’Atalanta è difficile privarsene di loro due e vanno messi sempre e comunque. Anzi contro una difesa d’emergenza del Milan inserirli diventa quasi d’obbligo! Non abbiamo inserito il 5/5 per un semplice fatto che si gioca contro la capolista fuori casa, altrimenti l’indice era quello.

TOLOI: Sembra strano voi direte, ma per chi ha visto bene la gara dell’Atalanta non lo è affatto, anzi, dovevamo inserirlo nella gara contro l’Udinese, ma volevamo avere delle conferme che puntualmente sono arrivate. Toloi sta continuando a macinare prestazioni da modificatore. In più si sta sempre facendo vedere in area di rigore avversaria, il ché significa che la sua rete è nell’aria. Si sa il Milan nei piazzati senza i suoi due centrali non avrà molti saltatori a difendere, il che rende molto ma molto appetibile un suo inserimento.

FIORENTINA – CROTONE

VLAHOVIĆ: Dušan ha realizzato 5 gol nelle ultime 7 partite, affronta l’attuale peggior difesa della Serie A (il Crotone ha subito 41 gol in 18 giornate, in media più di 2 gol a partita), ed è il principale finalizzatore, nonché primo rigorista, della Fiorentina. Al netto di questo, Vlahović si candida prepotentemente per andare ad occupare il vostro terzo slot in attacco. Sia chiaro, non è da preferire in alcun modo ai vari CR7, Lukaku e Immobile, ma il serbo rappresenta sicuramente uno degli attaccanti più interessanti questa giornata. Ricordo comunque che la squadra di Prandelli ha non pochi problemi in fase offensiva, come denota il fatto che la Fiorentina possieda il secondo peggior attacco della Serie A, motivo per cui ci siamo limitati ad assegnargli un indice di 3/5.

MESSIAS: Non c’è neanche bisogno di chiedere chi sarà presente in questa sezione. Ormai è una rubrica settimanale. Giustamente vi starete chiedendo perché consigliato, nonostante sia rimasto a secco col Benevento e nonostante i quattro goal. Semplicemente perché è poesia in movimento. vederlo giocare è gioia per gli occhi, anche da mezzala. Ovviamente perde di appetibilità al fantacalcio, perché si allontana dalla porta, ma vi assicuriamo che i pericoli nascono sempre dalle sue partenze palla al piede. Da mettere assolutamente, se poi Stroppa lo mettesse più vicino alla porta, tanto di guadagnato. Non può andare sempre a bonus, ma il buon voto è alla portata.

JUVENTUS – BOLOGNA

CUADRADO: La differenza con lui in campo si è subito vista contro il Napoli, quasi tutto il gioco bianconero passa dalla verve del colombiano che sulla fascia destra fa il bello ed il cattivo tempo. La sua intesa con Morata è ai massimi livelli e ci aspettiamo che anche questa volta ci porti almeno un assist

MORATA : Non in un grandissimo periodo di forma, male con l’Inter e di certo non era entrato bene contro il Napoli ma all’ultimo secondo ha trovato la rete del definitvo 2-0. Questo potrebbe averlo ‘sbloccato’ psicologicamente e con la possibilità che Ronaldo parta inizialmente dalla panca, lo porta ad essere anche il primo rigorista designato in caso di penalty.

NESSUNO DEI FELSINEI: La partita è proibitiva e nonostante qualche passo falso di troppo, la Juventus è strafavorita, e galvanizzata per la recente vittoria della Supercoppa. Per questo nessuno è schierabile a priori, ma bisogna valutare attentamente le alternative soprattutto per quanto riguarda i giocatori offensivi.

VERONA – NAPOLI

ZACCAGNI: Una partita davvero difficile quella all’orizzonte, vuoi per l’emergenza infermeria, vuoi per il valore dell’avversario. Eppure se c’è qualcuno da consigliare quello è Zaccagni: è il miglior giocatore della rosa, e si sa quando il gioco si fa duro sono i duri a dover prendere in mano le redini e giocare al meglio le proprie carte. Inoltre i rumors di mercato danno proprio gli avversari come una delle squadre più agguerrite per accaparrarsi il calciatore, quindi un altro stimolo in più per mettersi in mostra.

KOULIBALY: Più che positivo il ritorno da titolare contro la Fiorentina dove non ha praticamente sbagliato nulla, meno convincente nel complesso invece la gara di Supercoppa dove in diverse occasioni ha fatto qualche uscita a vuoto per seguire i velocisti avversari che tuttavia non lo hanno impensierito eccessivamente. Kalinic è un cliente che almeno sulla carta può controllare senza troppi patemi, a patto che la concentrazione resti massima per tutti i novanta minuti. In una gara del genere comunque ci sembra una valida scelta, anche in ottica modificatore.

GENOA – CAGLIARI

DESTRO: battete il ferro finche è caldo: il buon Mattia è in forma strepitosa, non è questo il momento di tenerlo fuori. 5 gol nelle ultime da titolare ed uno stato psico-fisico ideale, fra la stima del mister, la fiducia dell’ambiente e la voglia di riscatto. Non fatevi ingannare dal lieve affaticamento muscolare della settimana scorsa: salvo sorprese dell’ultim’ora, Destro sarà al centro dell’attacco del Grifone domenica, e contro un Cagliari che concede molto (15 gol subiti nelle ultime 6 partite) l’ex Bologna va schierato senza se e senza ma.

JOAO PEDRO: Il Cagliari arriva da cinque sconfitte di fila, e fare risultato è obbligatorio. Per questo motivo, in questa sezione ci finisce il maggiore indiziato a segnare: ancora una volta, Joao Pedro. Tenete in considerazione che il Genoa è in buona forma, e probabilmente non concederà molto agli ospiti, quindi non è così consigliato; rimane comunque schierabile, sperando magari in un rigore o in un’occasione delle sue.

LAZIO – SASSUOLO

LAZZARI: Manuel “Saetta McQueen” Lazzari. Quando lo abbiamo consigliato ha deluso, quando lo abbiamo sconsigliato ha arato la fascia. Caro Lazzari, facciamo la pace? Periodo di forma straordinario e prestazioni sontuose. Le probabili formazioni lo danno in campo dal 1′ contro il Parma, alternative non ce ne sono quindi è chiamato agli straordinari e fortunatamente ha una struttura fisica che glielo consente. L’assist per Luis Alberto è arrivato con un passaggio all’indietro per il centrocampista a rimorchio, se l’avesse capito prima che non bisogna sempre provare il cross avrebbe qualche bonus leggero in più in sacca.

TRAORÈ: non è un giocatore prettamente da bonus, quindi il suo indice rimane 3/5, però in questo momento di difficoltà del Sassuolo è tra i migliori dal punto di vista offensivo. Inoltre, giocherà dal lato di Patric e, con la sua dinamicità, il suo pressing e i suoi movimenti senza palla, potrebbe mettere in difficoltà il difensore bianco-celeste.

PARMA – SAMPDORIA

KUCKA: Il panzer è stato il protagonista dell’ultima gara, andando a segno ma anche rendendosi come al solito prezioso in tante piccole cose all’interno della partita. In una sfida tosta come questa ci aspettiamo un’altra prestazione da combattente

KEITA: Potremmo vederlo in versione seconda punta a dividersi le attenzioni dei difensori con il buon Quagliarella. Sgravato dal peso esclusivo dell’attacco crediamo possa tornare a far vedere le sue accelerazioni contro una difesa che non fa della velocità il suo elemento distintivo.

CANDREVA: Antonio è on-fire e ancora una volta si troverà ad attaccare il lato probabilmente meno forte della difesa della squadra avversaria. Attenzione però con Quagliarella in campo potrebbe nuovamente cedere lo scettro da rigorista.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy