Consigli Fantacalcio 19a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

State lontani da questi giocatori e non schierateli per nessun motivo nella diciannovesima giornata del Fantacalcio.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della diciannovesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 19a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 19a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

BENEVENTO – TORINO

LAPADULA: Avevamo una buona impressione su di lui, si sperava un bonus nella partita precedente e invece è tornato, ancora una volta, a casa senza una gioia e con un’insufficienza pesante.. una delle tante, un classico. Da 12 partite non porta un bonus e molte di queste volte è difficile trovare un voto superiore al 5,5.

LINETTY: Il nuovo Meitè, ora che il franco-ivoriano ci ha lasciati per la Milano sponda rossonera. Ospite fisso della sezione da 1-2 mesi a questa parte, il polacco non ha mai trovato la discreta continuità che lo caratterizzava a Genova, diventando ormai vero simbolo dell’ennesima stagione semi-fallimentare dei granata. La pagella toronews lo descrive nell’ultima come “Remissività allo stato puro, grandissima delusione”, ed ora il centrocampista perde pure il suo mentore Giampaolo, cosa che potrebbe forse riservare delle sorprese in sede titolarità. Occhio.

RODRIGUEZ: Anche lui spesso ospite di questa sezione, dato che a molti viene la tentazione di schierarlo per il ruolo e le punizioni. In realtà ci sforziamo di ribadire come la sua interpretazione del ruolo di esterno a 5 sia molto difensiva, e tutto sommato i trequartisti brevilinei del Benevento potrebbero dargli qualche problemino vista la sua mobilità, diciamo, non esagerata. Non è sconsigliato in toto, la sua presenza qui serve più a dare un warning a chi vorrebbe schierarlo a cuor leggero visto che l’avversario è una neopromossa.

ROMA – SPEZIA

KUMBULLA: Disastroso in Coppa Italia, nelle poche partite giocate ha dimostrato di non essere ancora molto affidabile. Evitate di metterlo se volete un voto sicuramente positivo.

LO PSICODRAMMA ROMA: Per chi scrive è difficile esprimere bene quello che sta succedendo a Roma. Per chi non vive questa squadra e questa città, questo ambiente, potrà sembrare tutto paradossale. E in effetti lo è. Perché in sole due partite la Roma si è praticamente autodistrutta, soprattutto psicologicamente. La figuraccia al livello mondiale è solo una spietata ciliegina sulla torta di una situazione molto brutta. In pochi giorni Fonseca è passato da rivelazione dell’anno ad allenatore in bilico. Questa infatti, se dovesse perdere, potrebbe essere la sua ultima partita da allenatore, a quanto dicono i giornali. I senatori Roma hanno preso le difese del collaboratore che ha sbagliato a fare i cambi. Invece di chiedere scusa ai tifosi per la figuraccia (non solo quella dei cambi, ma anche quella sul risultato contro lo Spezia) i giocatori si sono schierati contro la scelta della nuova società di far pagare i responsabili. Ci sono tutti i presupposti come potete vedere per una implosione, le cui cause vanno trovate nei germi suicidi di questo ambiente marcio. Può succedere di tutto d’ora in avanti. Anche sul campo. Se poi Miky e Pedro non dovessero farcela (fastidio muscolare, sono in dubbio) la partita potrebbe essere più difficile del previsto. Insomma, voi mettete pure i giocatori da bonus. Come fantacalcisti, vi diciamo di stare comunque attenti. Perché si rischia di assistere nuovamente a quel teatro dell’assurdo che puntualmente ogni anno deve andare in atto in questa squadra.

MAGGIORE: La difesa tutta sarà messa a durissima prova, non sappiamo ancora chi prenderà il posto di terzino destro ma alla fine dovrebbe spuntarla proprio lo spezzino doc. Inutile ribadire che è fuori posizione e non bisogna farsi ingannare dalla buona prestazione contro il Torino complice per lo più della brutta prestazione dei granata. Questa volta l’avversario sarà di tutt’altra caratura e giulio dovrà fare del suo meglio considerando che da quel lato potrebbero agire Spinazzola e l’armeno, non esattamente due clienti facili, insomma augurategli buona fortuna ma statene alla larga

UDINESE – INTER

ZEEGLAAR: “Marvin, sabato devi marcare Hakimi”……..Secondo noi venerdì manda il certificato medico e prenotazione per la visita fiscale.

BECAO: Lautaro è apparso molto pimpante contro la Juve. Ha sbagliato alcune conclusioni ma è sempre dentro il gioco interista. Becao ha già sofferto Muriel, il giallo con il 5 ha già girato l’angolo.

GLI ALL-IN NERAZZURRI: L’Inter ammirata contro la Juventus potrebbe essere una molla per indurvi a schierare quanti più interisti avete in rosa. Occhio, l’Udinese è comunque una squadra ostica da affrontare, quindi schierate gli interisti ma con moderazione.

MILAN – ATALANTA

KALULU: Dispiace dover fare il suo nome in questa sezione, perchè quando chiamato in causa non ha affatto demeritato al netto di qualche errore di inesperienza. Ma contro una squadra che fa della fase offensiva la sua forza non ci sentiamo di invogliarvi a schierarlo, perché con i vari Ilicic, Muriel e Zapata non si scherza. Per lui comunque sarà un bel test per capire di che pasta è fatto, ma per il Fantacalcio il rischio insufficienza è elevato. Utile solo per il voto.

ROMERO: Attenzione non è un mero e proprio sconsigliato. Abbiamo visto la sua gara di mercoledì scorso e ad onor del vero è sembrato Dottor Jekyll e mister Hyde. Se da una parte con fermezza ha retto l’intero reparto difensivo da grande campione il quale è, dall’altra parte ha commesso qualche errore di qualche disimpegno difensivo e chi gioca con il mod, in parte lo sta anche maledicendo (ma non troppo). E’ vero, lui è un giovane, crescerà e va perdonato. Sicuramente saprà mantenere alto il livello difensivo della sua squadra contro i rossoneri. Ma ricordatevi che a San Siro vige un detto: “Dio perdona, Ibra no”.

HATEBOER: In molti “salteranno dalla sedia” quando leggeranno la sua descrizione. Sia chiaro è un titolare e dalle sue parti si aggirerà un certo Theo Hernandez (e non solo), che impegneranno e non poco il suo lavoro. Ma l’elemento che dovrebbe farvi preoccupare è anche Maehle sta inalando prestazioni positive su prestazioni positive. E’ ora che si inizi a dare una svegliata o un domani (non troppo lontano) lo vedremo tra le riserve della squadra. E’ un 3/5 tendente al 2/5.

FIORENTINA – CROTONE

CÁCERES: Annoveriamo Martín tra gli Sconsigliati perché: in primo luogo, nonostante abbia riposato contro il Napoli, la sua titolarità non è sicura, dato che Prandelli potrebbe nuovamente optare per Venuti dal primo minuto; in secondo luogo, dal suo lato si ritroverà ad affrontare Arkadiuz Reca, giocatore di proprietà dell’Atalanta che spicca per la propria fase offensiva e la propria velocità. Il polacco, infatti, ara la fascia come pochi ed in passato ha fatto soffrire terzini ben più affidabili del nostro Martín. Inoltre, Cáceres ha una Media Voto di 5.65 con FG e 5.53 con la Gazzetta. Al netto di questo, vi consigliamo di guardare altrove, nonostante la gara possa sembrare semplice sulla carta. Se vorrete comunque decidere di schierarlo, fatelo a vostro rischio e pericolo.

I DIFENSORI DEI CALABRESI : Sezioni che potrebbero essere copiate e incollate. Se avete visto l’ultima partita, avrete visto anche il forcing a cui siamo stati sottoposti, e ai pericoli che i campani hanno creato. La difesa ne è uscita male ancora una volta, e pensiamo che con giocatori del calibro di Ribery, le cose possano essere complicate. Non è un reparto su cui fare affidamento.

JUVENTUS – BOLOGNA

FRABOTTA : Non dovrebbe giocare ma nel caso possibile che lo faccia, evitatelo come la peste. Giocatore inadatto ancora a certi palcoscenici.

BARROW: Periodaccio che si sta prolungando più del dovuto per il talento gambiano. In primis anche noi abbiamo sbagliato a consigliarlo e a creare aspettative eccessive su un giocatore che ha colpi da campione ma è pur sempre alla prima stagione da titolare in Serie A. Non è in forma e sta faticando, dovrebbe tornare alla sua posizione naturale (esterno sinistro), ma contro un avversario che spinge tanto come Cuadrado spesso sarà costretto ad aiutare Dijks su quella fascia. Per questo e altri motivi potete panchinarlo, a maggior ragione in questa partita, dove un exploit ci sembra davvero impronosticabile!

VERONA – NAPOLI

FARAONI: Decisione forte, quella di sconsigliare uno dei pezzi pregiati della squadra, di cui ci assumiamo la responsabilità: contro il Napoli visto domenica scorsa un po’ tutta la difesa la vediamo in difficoltà, ma in particolare gli esterni potrebbero pagare amaramente dazio contro Insigne e Lozano. Mentre però Dimarco, che affronterà il messicano, mantiene comunque alta la sua appetibilità per via del buon momento di forma e dei piazzati, Faraoni contro Insigne rischia di naufragare malamente. Un turno di riposo per il nostro Davide nelle vostre rose stavolta potrebbe fare al caso vostro

BAKAYOKO: Discorso praticamente opposto a quello di Lozano, dato che il francese è da tempo tra i peggiori in campo, anche nelle vittorie e finanche quando realizzò il goal della vittoria ad Udine. A meno che non siate in emergenza crediamo sia meglio evitare di schierarlo, a maggior ragione in una gara dove a centrocampo ci sarà tanto da battagliare.

ELMAS: Preoccupante involuzione quella del giovane macedone, che sta sentendo forse poca fiducia da parte del tecnico negli ultimi mesi ma che a dirla tutta sta facendo veramente poco per meritarsi maggiore minutaggio. Non crediamo che ci siano tanti fanta-allenatori disposti a fare un pensierino su di lui, ma in caso contrario è meglio guardare nuovamente altrove perché non abbiamo avuto alcun segnale positivo dalle sue ultime prestazioni.

GENOA – CAGLIARI

STURARO: abbastanza a sorpresa, la sua avventura rossoblù sembra giunta al capolinea, di punto in bianco. Ballardini non sembra tenerlo in grande considerazione nel suo progetto tecnico, e l’arrivo di Strootman dovrebbe implicare il suo addio. Non è escluso che giochi qualche minuto domenica, ma non è nemmeno scontato, e – anche se dovesse giocare – il morale non sarà dei migliori. Meglio evitare.

CEPPITELLI: La realtà è che tutta la difesa è mediamente sconsigliata, e in particolare i centrali, visto quanto stiamo subendo; tuttavia, sia lui che Walukiewicz vengono da prestazioni tutt’altro che buone, e il difensore centrale che affiancherà Godin è il primo indiziato per un’insufficienza.

LAZIO – SASSUOLO

PATRIC: Se Patric fosse un animale, quale animale sarebbe? Lo sciacallo. Inferiore ai compagni di reparto sia dal punto di vista tecnico che fisico, resta appostato lì in attesa del primo infortunio per prendersi il posto da titolare. Luiz Felipe gliene ha date tante di occasioni, lui è stato bravo a sfruttarle malissimo. Su quel lato Boga può metterlo seriamente in difficoltà, magari ci scappa un altro doppio fallo del nostro buon Patric.

MARLON, AYHAN, ROGERIO: in difesa, Muldur può combinare qualcosa dal punto di vista offensivo, mentre Ferrari sta crescendo molto per continuità di rendimento e solidità. Quindi questi possono essere schierabili anche in partite complicate come questa. Tutti gli altri elementi difensivi non trovano validi motivi per essere schierati. Marlon rischia di soffrire le punte avversarie e, tendenzialmente, non si rende pericoloso in avanti. Ayhan non si sa nemmeno se giocherà. Infine, Rogerio, oltre a essere comunque in ballottaggio, di solito ha meno licenza di spingere rispetto a Muldur e, soprattutto, avrà a che fare con Lazzari, che potrebbe metterlo in seria difficoltà.

LOPEZ, MAGNANELLI, OBIANG, BOURABIA: chiunque giochi in mediana del Sassuolo, fantacalcisticamente parlando, è praticamente da lasciare perdere. Locatelli a parte, che ha dalla sua la titolarità fissa e una media voto decisamente buona (considerando la quasi totale assenza di pericolosità offensiva), gli altri centrocampisti centrali non garantiscono la titolarità e, soprattutto, rischiano di andare in sofferenza. Le possibilità di bonus sono quasi nulle, o comunque estemporanee, mentre sono più alti i rischi di un cartellino. In totale hanno portato 43 presenze da inizio stagione tutti assieme, con 8 ammonizioni e appena due goal; in più nessuno ha una media voto che raggiunge la sufficienza. Inutile rischiare, soprattutto in partite così complicate e di sofferenza.

PARMA – SAMPDORIA

CONTI: Il neo acquisto arrivato dal Milan è sicuramente un tassello importante per cercare di raggiungere la salvezza a fine stagione. Il buon Conti però arriva da mesi praticamente di inattività perchè rimasto chiuso dall’esplosione di Calabria e il buon apporto di Dalot, tanto che ha totalizzato appena 25 minuti divisi in tre scampoli di gara. E’ lecito aspettarsi quindi un giocatore volenteroso ma un po’ arrugginito e con appena una manciata di allenamenti svolti con la squadra

ALL-IN BLUCERCHIATO: Come detto guai a credere ad un Parma allo sbando. La squadra di D’Aversa attraversa sicuramente un periodo molto complicato ma riempire le proprie fantaformazioni di giocatori blucerchiati potrebbe non rivelarsi la migliore delle idee soprattutto perchè la Sampdoria ha dimostrato ampiamente di saper vincere e perdere con chiunque.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy