Consigli Fantacalcio 15a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente al Fantacalcio nella 15a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della quindicesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 15a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 15a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

INTER – CROTONE

LUKAKU – LAUTARO: Beh la coppia offensiva dell’Inter va schierata, l’abbiamo inserito solo per ribadire il concetto, non occorre aggiungere molto. Ci attendiamo che entrambi timbrino il cartellino  .

HAKIMI: il laterale destro sembra essere entrato in piena sintonia con Conte, come precisato nell’analisi si troverà dinanzi un giocatore come Reca che lascia ampi spazi da attaccate.

MESSIAS: La consacrazione è avvenuta. Il Messias, con la seconda doppietta stagionale è diventato il miglior marcatore rossoblù in stagione. La partita è assolutamente proibitiva, l’Inter è troppo più forte e viene da 7 vittorie di fila, oltre ad avere giocatori in grado di controllare facilmente la partita. C’è un ma, il rientro dalla sosta. Solitamente queste partite sono partite trappola, in cui non si ha mai la certezza di cosa sia avvenuto durante le feste, e se c’è un giocatore che può sfruttare anche solo un minimo errore, Messias è l’uomo che fa per voi. Se avete pessime alternative, può valere una puntatina. Ovviamente il goal è difficile, ma il buon voto è alla portata. Vediamo come si comporterà, è una prova del nove anche per lui. Consacrarsi anche alla scala del calcio, sarebbe da apoteosi totale. Consigliato per i cuori forti.

FIORENTINA – BOLOGNA

PEZZELLA: Anima e cuore della squadra, capitan Pezzella è tornato ad offrire prestazioni di altissimo livello, risultando impeccabile, se non addirittura perfetto, nelle ultime uscite. Contro la Juventus è riuscito ad annullare Morata nel primo tempo ed a contenere Ronaldo nel secondo, contribuendo all’ottenimento del clean sheet e di un’impronosticabile vittoria. Nelle ultime tre uscite, contro Sassuolo, Verona e Juventus, con i voti di Fantacalcio ha sempre preso 6.5, mentre con i voti della Gazzetta ha preso due 6 e un 6.5, non scendendo comunque mai al di sotto della sufficienza. Ricordo inoltre che, al pari del compagno di reparto Milenković, è molto pericoloso sui calci piazzati. Dunque, contro il Bologna vi suggeriamo di trovargli un posto nelle vostre difese.

VLAHOVIĆ: Nella scheda partita di Juventus-Fiorentina, nelle Possibili Sorprese scrivevamo: “Vlahović è in crescendo, ma magari prima di inserirlo qua preferiamo aspettare di vederlo segnare su azione e non solo su rigore”. Dictum factum, ma anziché inserirlo tra le Sorprese, lo inseriamo direttamente tra i Consigliati. Dušan è cresciuto a vista d’occhio dall’arrivo di Prandelli, arrivando a segnare per tre partite consecutive, di cui l’ultimo gol realizzato su azione marcato da un certo De Ligt. Questo perché Prandelli oltre ad essere un allenatore è anche un maestro di calcio: se compariamo il Vlahović visto con Iachini e il Vlahović visto con Prandelli, non sembrano neanche lo stesso giocatore, eppure il modulo è sempre lo stesso. Dušan è esploso contro la Juventus, aprendo le marcature contro quella che era la migliore difesa della Serie A. Il Bologna ha subito tredici gol nelle ultime cinque partite, una media di 2.6 gol subiti a partita. Inoltre, vista la probabile partenza dalla panchina di Pulgar, Vlahović dovrebbe essere il rigorista designato in campo. La società ha deciso di puntare sul giovane serbo come punta titolare per il resto della stagione, evidentemente convinta dalle sue ultime prestazioni e della sua fame di gol. Al netto di questo, Dušan si candida prepotentemente per andare ad occupare il vostro terzo slot d’attacco questa giornata.

SORIANO: L’unico a cui ci sembra difficile rinunciare. Ago della bilancia della squadra e anche delle vostre fantarose, nelle ultime partite è tornato su standard più “normali” dopo lo sprint iniziale. Da mettere sperando possa essere protagonista anche senza bonus pesante

PARMA – TORINO

KUCKA: Giocatore fondamentale nell’economia della squadra che può risultare determinante anche in giornate in cui la squadra perde e fa male battendo un eventuale rigore oppure tramite un inserimento dei suoi

BREMER: Bremerito sta continuando una stagione ottima a dispetto di quella della squadra. Talvolta rovina la prestazione con un errore decisivo, altrimenti sarebbe ogni giornata da 6.5/7 mostrandosi solido contro ogni avversario. Certo vorrà scacciare il ricordo della sua unica presenza al Tardini, dove la sua espulsione, con conseguente rigore parato da Sirigu, portò i granata alla sconfitta.

ROMA – SAMPDORIA

MKHITARYAN: Il centrocampista più forte del fantacalcio si mette e basta.

QUAGLIARELLA: Non facile consigliare qualcuno in una gara ostica come questa ma vogliamo comunque provarci con il nostro Fabio. E’ innegabile che in questa stagione il nostro centravanti stia faticando piu’ di quanto dicono i numeri ma i colpi li ha e contro una squadra che difensivamente non e’ proprio solidissima (appena un gol subito in meno della Samp) noi pensiamo che il buon Quaglia le sue occasioni possa averle

ATALANTA – SASSUOLO

ILICIC: Dopo la prestazione stellare contro la Roma, arriva un’altra grandissima gara di Josip sotto le torri. Gara che, non a caso, dalla sua uscita dal campo ha cambiato totalmente volto. In una macchina ben funzionante come questa Atalanta è difficile, se non impossibile, trovare un uomo decisivo, ma lui ha tutto per esserlo, e ci sta mettendo del suo.

MURIEL: La sua rapidità ed imprevedibilità può diventare un incubo completo per la retroguardia leggermente statica del Sassuolo. E, soprattutto, Luis c’è, è presente, e non solo per la doppietta la Bologna. Cattivo, determinato, in vena, regge sulle spalle il peso di capocannoniere dei bergamaschi con disinvoltura. Potrebbe toccargli la panchina, almeno all’inizio, ma questo non deve scoraggiarvi: può affondare anche in una manciata di minuti

BERARDI: Ricominciamo il nuovo anno da dove avevamo finito quello vecchio, consigliando il nostro uomo migliore del momento. La sosta gli avrà certamente giovato, visto che ultimamente si è dovuto sobbarcare gran parte del lavoro offensivo della squadra, inoltre in questi giorni è diventato padre, e questo non può che avergli fatto bene nello spirito e nella testa. Sempre a bonus nelle ultime 4 gare, può ripetersi anche a Bergamo, considerato che l’Atalanta qualcosa concede in difesa.

GENOA – LAZIO

CRISCITO: La “cura-Ballardini” è iniziata proprio riconfermando i gradi al Capitano, il quale si è subito caricato la squadra sulle spalle e con il rigore decisivo l’ha portata alla insperata vittoria in quel di La Spezia. Ora contro la Lazio non sarà per nulla facile, ma il nostro Mimmo vorrà proseguire questo trend: il vero campionato, dopo tanta e snervante attesa, per lui sta iniziando ora.

MILINKOVIC-SAVIC: Un 2020 da incorniciare per il Sergente che in questo inizio di stagione ha preso per mano la squadra e la nazionale a suon di grandi prestazioni. Troppo spesso però, in entrambi i casi è apparso un predicatore nel deserto. Milinkovic si presenta al 2021 con un biglietto da visita di tutto rispetto: fantamedia 7.69, 3 gol e 4 assist all’attivo. In un avvio di campionato dove la Lazio ha mostrato tutte le proprie difficoltà Sergej è rimasto una costante, diventando un vero pilastro di questa squadra, l’assist per Immobile con cui ha chiuso il 2020 è una perla d’altri tempi. Quest’anno, oltre ad aver alzato il suo raggio d’azione, ha raccolto due sole insufficienze, segno di grande costanza, unico suo difetto in questo suo inizio di carriera. Vediamo un Sergej assai maturato, consapevole sulle sue qualità e sempre più leader dei bianco-celesti, pur in una stagione in cui la Lazio finora non ha brillato è stato sempre uno dei più propositivi e positivi. Vorrà continuare il 2021 come ha concluso il 2029 e anche contro il Genoa ci aspettiamo una bella prestazione. In una partita sporca, la sua prepotenza e il suo dominio tecnico – fisico potrebbero rivelarsi fondamentali per una partita che ci mostrerà cosa vorrà fare la Lazio da grande.

LUIS ALBERTO: Al Vigorito aveva illuminato la scena, un palo, un paio di occasioni nitide; all’Olimpico contro il Napoli si è lasciato a casa i numeri da circo e ha mostrato una concretezza che tanto ha ricordato il mago dell’anno scorso, con il Milan ha segnato il suo terzo gol in campionato mostrando numeri d’alta scuola. Dicembre 2020 è stato un mese in crescendo per il Mago che ha lasciato da parte i malumori di inizio stagione e ha portato a casa due 7 con gol. La partita con il Genoa si presenta ostica in virtù della marcatura asfissiante che gli riserveranno Badelj e Berhami, ciononostante i segnali mostrati con Milan e Napoli lasciano ben sperare. Non può segnare in tutte le partite, d’altronde ci aspettiamo da lui 5-6 gol, ma vogliamo dargli fiducia nella speranza che continui sul trend di dicembre.

CAGLIARI – NAPOLI

NANDEZ: Nome per andare sul sicuro per eccellenza. Consigliare gli attaccanti è difficile dato che giochiamo contro la squadra meno battuta del campionato, e anche la difesa potrebbe soffrire contro i giocatori di una squadra forte. In una circostanza come questa, il nome migliore è quello che dà le maggiori garanzie: in questo caso, l’uruguaiano, sulla cui sufficienza si può contare abbastanza tranquillamente.

INSIGNE: In assenza di Mertens ed Osimhen, è lui l’ago della bilancia della fase offensiva azzurra. Tiratore di tutti i piazzati, dagli angoli ad un possibile rigore, tutte le azioni d’attacco passeranno per i suoi piedi ed è inutile aggiungere che nelle eventuali reti azzurre difficilmente non ci sarà il suo zampino.

MANOLAS: Uno dei pochi che stava facendo bene prima della pausa, in assenza di Koulibaly toccherà a lui tenere le redini difensive di una squadra che subisce poco, ma che – per paradosso – concede ancora troppo. Pericoloso anche in zona offensiva sui piazzati, ci aspettiamo una grande prestazione.

SPEZIA – VERONA

NZOLA: Lui a differenza del GorgoNZola che conosciamo è dolce, ha un profumo che lascia una scia densa di emozioni, una traiettoria affascinante verso le porte avversarie. Si fa sempre trovare al posto giusto, non lo vedi ma colpisce.

DIMARCO: Iniziamo questo 2021 come abbiamo concluso il 2020, ovvero consigliando DiMarco. Prestazioni sempre più importanti da parte sua, sta diventando sempre più un pezzo importante di questa squadra, inoltre batte tutti i piazzati e il piede buono lo ha sempre avuto sin dai tempi delle giovanili: chissà che non inizi a portare qualche bonus

BENEVENTO – MILAN

CAPRARI: Un goal, quel che ci voleva per passare un Buon Natale e felice Anno Nuovo. beh, deve pur essere continuo no?! Se c’è uno che può dare un ritmo all’attacco, è proprio lui.

CALHANOGLU: Ci eravamo lasciati col turco che aveva chiuso il 2020 in crescendo: a buone prestazioni ha fatto seguito un buon bottino di assist, per poi regalare il primo gol in campionato nell’ultima gara contro la Lazio. Contro il Benevento vorrà riprendere il discorso da dove lo aveva lasciato e ripartire a mille nel 2021. Per questo turno un giocatore come lui non lo si può lasciar fuori per alcun motivo. Ripartiamo da Hakan, chiamato a essere il fulcro del gioco di questo Milan.

REBIC: Anche il croato si è sbloccato contro la Lazio e se non fosse stato per Reina nel finale il bottino di gol sarebbe potuto essere maggiore. Non importa se gioca davanti o sulla fascia, le sue occasioni le ha sempre e il potenziale per segnare c’è, motivo per il quale vi consigliamo di battere il ferro finché è caldo. Ante è un giocatore in grado di poter impensierire chiunque, a maggior ragione contro il Benevento. Da schierare senza se e senza ma.

JUVENTUS – UDINESE

RONALDO: Sì sempre Cristiano, le speranze di una epica rimonta passano sempre dai suoi piedi e siamo sicuri che ripartirà anche nel nuovo anno come ha finito lo scorso

DE PAUL: l’unico giocatore schierabile dell’Udinese per questa giornata. Le motivazioni sono sempre le solite: è il giocatore più importante della squadra, rigorista, battitore di punizioni. Se ci sarà un bonus bianconero, sicuramente partirà da una sua giocata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy