Consigli Fantacalcio 13a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente al Fantacalcio nella 13a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della tredicesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 13a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 13a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

FIORENTINA – VERONA

NESSUNO DEI VIOLA: Una rondine non fa primavera. Si riparte dall’ultima gara, ma da qui a dire che ci sono dei consigliati di strada c’è ne ancora molta da fare.

ZACCAGNI: Chi se non lui? Certamente il più in forma dei nostri, viene da prestazioni di alto livello, sta trovando un discreto feeling con la rete e, nell’ultima, ha anche tirato dal dischetto. La Fiorentina dietro non sembra ancora irresistibile, quindi voi fatecelo un pensierino

SAMPDORIA – CROTONE

QUAGLIARELLA: Se non ora quando? Ha riposato (come logico) contro il Verona e Sabato sara’ bello carico per riprendersi il suo posto al centro dell’attacco. Non sta attraversando un momento di forma particolarmente brillante ma si sa, i campioni possono sempre tirare fuori un colpo a sorpresa (o un rigorino) anche in momenti non particolarmente propizi

MOLINA: Finisce nuovamente qui. A Udine prestazione passata sottotraccia, anche a causa di una sopraggiunta stanchezza nel secondo tempo, d’altronde le ha giocate tutte, e dopo aver avuto il covid per diversi giorni, ha dovuto rientrare in condizione. Ora, visto che si gioca ogni 4 giorni, è normale che stia accusando un po’ di stanchezza. Rimane l’uomo fulcro del centrocampo rossoblù, specie con le defezioni di due uomini cardine come Cigarini e Benali. Ultimo baluardo, giocatore eccezionale, qualità e quantità. In questo stadio, a inizio stagione ha già portato in dote un +1. Noi speriamo possa ripetersi e regalarci un altro assist. Un bonus leggero è possibile.

PARMA – JUVENTUS

NESSUNO DEI DUCALI: La Juventus è nettamente favorita ed il Parma nonostante la crescita non ha dimostrato fin’ora quella forza offensiva in grado di poter far male sempre e comunque, tutt’altro. Non c’è un giocatore consigliato a prescindere per questa giornata

DE LIGT : Impressiona per la sicurezza di come gioca. Sempre concentrato e sempre pronto a mettere pezze in difesa. Cornelius è il classico attaccante che non soffre. E prima o poi può colpire su calcio d’angolo.

BUFFON : Dovrebbe rilevare Sczeszny e se manterrà la concentrazione di Barcellona, un clean sheet è alla sua porta.

TORINO – BOLOGNA

BREMER: Al netto di qualche sfortunato episodio, il migliore della retroguardia granata nella scorsa giornata, vogliamo premiarlo e inserirlo qui perchè può fare bene e prendere un bel voto in questo turno; ricordatevi inoltre che è sempre pericoloso su piazzato

NESSUNO DEI FELSINEI: sappiamo bene che la scelta di non consigliare nessuno farà storcere il naso a molti lettori. Il Torino non è certamente un avversario irresistibile, ed è sino ad ora la squadra che ha subito più gol in campionato. Tuttavia il Bologna sta attraversando un pessimo momento, che dura ormai da molte partite e che fino ad ora non ha dato segnali di poter cambiare. Se a questo aggiungiamo anche gli infortuni, che coinvolgono tante pedine fondamentali della squadra, il quadro è completo. Schierare giocatori del Bologna in questa partita non è proibitivo (se non si tratta del pacchetto arretrato), e la possibilità che a segnare siano i soliti noti è alta, ma allo stato dell’arte nessuno fra i giocatori bolognesi sta dimostrando di poter essere schierato ad occhi chiusi (basti pensare che nelle ultime partite abbiamo avuto un gol fortunoso di Soriano contro il Crotone; uno difficilmente pronosticabile di Vignato contro l’Inter; un’autogol di Cristante contro la Roma; un gol abbastanza casuale, per quanto molto bello, di Barrow da quasi 40 metri e uno di Dominguez, entrambi nell’ultima partita). In soldoni quindi: tutti i giocatori offensivi e i centrocampisti rimangono schierabili, ma nessuno di loro è al momento “irrinunciabile”

CAGLIARI – UDINESE

NANDEZ: C’erano dubbi su di lui al rientro, dato che Di Francesco ha annunciato che i reduci dal covid non erano al 100% della forma: lui nonostante questo ha portato a casa una buona prova e l’ennesimo 6,5. Sempre affidabile, il buon voto è praticamente garantito con lui; i bonus sono più rari ma non impossibili, in ogni caso è il giocatore su cui maggiormente si può fare affidamento tra i rossoblu. Come al solito, non imprescindibile ma sapete quello che può darvi.

L’ASSE ARGENTINO: PEREYRA – DE PAUL – PUSSETTO ON FIRE! Come contro il Parma riconfermiamo i maestri di tango.

BENEVENTO – GENOA

LETIZIA: Giornata dopo giornata Letizia sta diventando una sicurezza. Nelle ultime partite oltre una fase difensiva impeccabile sta aiutando molto anche in fase offensiva, nella costruzione del gioco. La presenza a sinistra di Barba gli permette di spingere di più ed essere un centrocampista aggiunto in fase offensiva.

STURARO: In una partita che può valere una prima finale di tanti scontri diretti, in un momento in cui al Genoa serve un gladiatore che guidi la truppa a mantenere alta la concentrazione, non possiamo che eleggere il pimpante Sturaro a prescelto per questo ruolo così delicato. La sua prestanza fisica sarà elemento determinante, e se cercate un 4° di centrocampo da gettare nella mischia, l’ex Juve può fare al caso vostro.

SASSUOLO – MILAN

BERARDI: In questo periodo è il termometro del gioco offensivo neroverde, appena cala lui ne risentono tutti. Un primo tempo veramente ad alto livello contro la Fiorentina, dove dalle sue giocate sono nati tutti i pericoli alla porta viola. Bello nella ripresa vederlo di nuovo dialogare con Caputo, con giocate di un livello a cui non eravamo più abituati. Non gli mettiamo 4/5 per la difficoltà della gara, e perché probabilmente avrebbe bisogno un minimo di rifiatare, infatti mercoledì scorso si è visto come sia calato nella ripresa.

CALHANOGLU: L’appuntamento col gol continua a essere rimandato, ma non possiamo non tenere in considerazione le sue ultime buone prestazioni. Il bonus pesante è vicino, in qualità di centrocampista può essere una buona pedina su cui puntare. È vero che ancora non ha segnato, ma proviamo a crederci ancora.

INTER – SPEZIA

LUKAKU : Segna sempre lui, segna sempre e solo lui. Noi vorremmo anche consigliarvi qualcun altro, anche solo per rompere la monotonia, ma è davvero impossibile.

NZOLA: Altra splendida prova contro il Bologna, addirittura arriva una doppietta e per giunta per la prima volta alla stadio Picco in casa! Incredibile quello che sta facendo questo ragazzo. Ad oggi sia mister che squadra non ne possono davvero fare a meno ne tanto meno noi che lo inseriamo per la quinta volta consecutiva nei consigliati. Anche se contro l’Inter sarà una partita di sacrificio e di attesa per lui, mai dire mai, perchè Mbala è spesso abbonato alla zona Cesarini come ci ha dimostrato più volte e magari lo scherzetto ad Handanovic riesce a farlo.

ATALANTA – ROMA

GOSENS: Può fare la differenza: Karsdorp dovrà pensare a difendere, e lui ha sulle spalle il compito di alleggerire la pressione sui centrocampisti, facilitando il giro-palla, offrendo con costanza la possibilità di scarico. Difensore ormai indiscusso e indiscutibile, impossibile da lasciare fuori.

MKHITARYAN & SPINAZZOLA : Anche nella partita contro il Torino si sono confermati i più in forma e in palla della squadra. Vanno assolutamente messi.

LAZIO – NAPOLI

MILINKOVIC-SAVIC: Come anticipato in analisi partita, questi sono i match del Sergente. Si presenta a Lazio-Napoli con un biglietto da visita di tutto rispetto: fantamedia 7.39, 3 gol e 2 assist all’attivo. In un avvio di campionato dove Luis Alberto è sottotono, Sergej ha spesso preso in mano il centrocampo laziale, dimostrandosi a tutti gli effetti un ottimo centrocampista box-to-box che, con la sua dirompente fisicità, può mettere in difficoltà il ben assortito centrocampo partenopeo, oltre alla solita attitudine a portare fisicità in area di rigore con le solite sortite offensive. Sergio quest’anno ha anche alzato il suo raggio d’azione, difatti lo vediamo molto più spesso inseririrsi alle spalle dei difensori avversari. I suggerimenti di Luis Alberto e Correa e il tempismo del Sergente potrebbe essere una delle poche arme nelle mani di Inzaghi per impensierire la difesa avversaria. Consigliato con un 3/5? Ebbene sì, consigliato ma non consigliatissimo. Il punto in meno rispetto al 4/5 è dovuto fondamentalmente a due fattori: uno di squadra, come detto la Lazio non sta attraversando un momento positivo e nulla esclude che domenica sera potrebbe soccombere, l’altro è endogeno a Milinkovic. Per quanto abbia leggermente diminuito questa sua attitudine, il rischio di una partita anonima è sempre dietro l’angolo. Sergej è una fede, se la si sposa, si schiera.

LOZANO: Semplicemente un treno, contro la Sampdoria in 45 minuti cambia le sorti della partita e contro l’Inter è a mani basse il migliore in campo seminando il panico fra Young e Bastoni. Giocherà a sinistra, ruolo nel quale si è consacrato in nazionale ed in Olanda. Troverà contro un motorino come Lazzari che in difesa qualcosa può concedere ma soprattutto affronterà la difesa laziale orfana del suo miglior centrale, potendo così sfruttare meglio anche i tagli al centro dell’area. Se c’è qualcuno che in questo momento può e deve caricarsi la squadra sulle spalle, quel qualcuno è il Chucky.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy