Consigli Fantacalcio 13a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

State lontani da questi giocatori e non schierateli per nessun motivo nella tredicesima giornata del Fantacalcio.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della tredicesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 13a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 13a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

FIORENTINA – VERONA

TUTTI I VIOLA: Difficile sconsigliare qualcuno in particolare, gli unici più schierabili sono quelli citati nelle possibili sorprese. Se dobbiamo proprio sbilanciarci, i maggiori indiziati a fare peggio degli altri sono gli esterni e Castrovilli. Nel primo caso il Verona ha ottimi giocatori sulle fasce con i viola che solitamente faticano in fase difensiva, quindi ci aspettiamo una partita in sofferenza sull’aspetto difensivo e poco incisiva in quello offensivo. Castrovilli è in un periodo no, non sappiamo se per colpa sua o altro ma resta il fatto che ad ora non è consigliabile schierarlo. A seguire Pulgar e Caceres, con il cileno spesso a svolgere il compitino e l’uruguagio con l’errore dietro l’angolo. Il resto del gruppo bene o male vive di bassi e alti, più bassi che alti, difficile quindi trovare qualche nome che possa uscire dalla mediocrità vista fino ad ora e sarà più facile vedere qualche 5,5 o 6 striminzito in più piuttosto che bonus e voti oltre la sufficienza.

LAZOVIC: Spiace davvero tanto inserirlo qui, ma l’inizio di stagione del serbo è stato davvero insoddisfacente: certo tanta sfortuna fra infortuni e covid, che ha finito per minarne la maggiore qualità che è la brillantezza. In attesa di tempi migliori, è il caso di guardarsi intorno e preferirgli altri prospetti

SAMPDORIA – CROTONE

ALL-IN BLUCERCHIATO: Ormai dovreste averlo capito, questa è una squadra estremamente bizzosa che puoò vincere contro Atalanta, Lazio e Verona e poi perdere (male) contro Benevento Cagliari e Bologna. In particolare, siamo una squadra che fatica ancora a fare gioco quando ha la palla tra i piedi (cosa che ci aspettiamo succeda spesso Sabato contro un avversario sulla carta inferiore) e che quando non può giocare di ripartenze si trova spesso senza soluzioni. Evitate quindi all-in di giocatori blucerchiati nella speranza di ottenere un secco 3-0 (ovviamente speriamo di sbagliarci

PETRICCIONE : Un corpo avulso dalla squadra, Petriccione martedì scorso. Lento, fuori dagli schemi e non ha mai tentato una giocata degna di nota. Difficile capire se questa filosofia di gioco non sia nelle sue corde, o se deve semplicemente entrare ancora al 100% nella parte. La cosa che preoccupa è una certa facilità a farsi superare, la lentezza nelle giocate, e forse un po’ di condizione arretrata. Finora poche giocate e diversi malus, causa cartellini. Per ora da evitare.

PARMA – JUVENTUS

BUSI: Arriva da due panchine consecutive, il ragazzo non sembra male ma in fase difensiva contro gente come Chiesa potrebbe apparire come un cerbiatto in tangenziale.

KARAMOH: Liverani gli sta dando fiducia ma lui non sta riuscendo ad esprimersi in maniera convincente. La sua abnegazione e maturazione in fase di aiuto alla squadra e copertura è ammirevole ma servono anche i suoi guizzi e che possa far male in fase offensiva aspetto che fin’ora sta mancando

RABIOT : Molle e poco propenso alla lotta, la partita contro l’Atalanta ha riproposto il francese pre-lockdown.

TORINO – BOLOGNA

VOJVODA: Abbiamo deciso di mettere il terzino destro in questa sezione in quanto, con tutta probabilità, si troverà ad affrontare Barrow, che è tornato al gol proprio la scorsa giornata; per questo turno, quindi, meglio evitare e guardare altrove.

I CENTRALI DIFENSIVI (DANILO, MEDEL E TOMIYASU): E chi se non loro? L’abbiamo ripetuto ormai fino allo sfinimento, e probabilmente, a meno di un’inversione netta di rendimento, i difensori rossoblù saranno spesso in questa sezione. A dire la verità tutto il reparto ha sofferto ancora una volta contro lo Spezia, ma i peggiori (e anche quelli più penalizzati dai pagellisti) sono inevitabilmente i centrali di difesa. Danilo oramai è irriconoscibile e l’età inizia a farsi sentire, mentre per Tomiyasu lo spostamento a centrale di difesa non ha prodotto i risultati sperati. Il giapponese dovrebbe tornare al fianco di Danilo dopo aver giocato (male) sulla fascia sinistra per via delle assenze nel reparto arretrato, ma in ogni caso evitatelo. Entrambi da non schierare, perchè se il Toro non è certo una delle migliori difese è in dubbio che davanti sta segnando e un Belotti cosi in forma sarà difficile da arginare. Utili soltanto per il voto, potete (e dovete a meno di necessità) panchinarli senza rimorsi.

CAGLIARI – UDINESE

I CENTRALI DIFENSIVI DEI SARDI: Godin il meno sconsigliato, ma al rientro da uno stop lunghetto non ci sentiremmo di schierarlo a cuor leggero. Klavan e Ceppitelli meglio evitarli a prescindere, se l’Udinese dovesse ingranare sarebbero i primi indiziati per un’insufficienza.

SAMIR: gira e rigira dei tre è sempre quello che viene fuori col malus o col mezzo voto in meno. Da quella parte agisce pure Joao Pedro e si inserisce Nandez o Zappa. Non lo vediamo particolarmente affidabile.

ZEEGELAAR: il Cagliari spinge sulle fasce, specialmente in quella di sua competenza. Possibile partita di affanno fisico e mentale, un recupero forzato da dietro, un giro di testa o più semplicemente lo sfinimento ed il 5 è servito.

BENEVENTO – GENOA

INSIGNE: Ormai appuntamento quasi fisso per Insigne in questa rubrica. Le occasioni ne ha avute e tante. Adesso è rientrato pure Iago e per lui le possibilità di mettersi in mostra sono sempre meno.

CRISCITO: Spiace metterlo qui, ma il nostro capitano è al rientro dopo un lunghissimo stop causato da mille motivi (covid, ginocchio ecc…) ed essendo la prima gara diventa difficile aspettarsi molto. Nonostante lo status di rigorista, che sicuramente ne fa oggetto del desiderio come schierabilità, a livello calcistico non è consigliabile. Poi tutto è possibile, a voi il rischio: seguite il vostro istinto..

SASSUOLO – MILAN

AYHAN – TOLJAN – BOURABIA – OBIANG: Dal centrocampo in giù la maggior parte dei giocatori è sconsigliata, per via della gara difficile, e che probabilmente sarà da over, un po’ in controtendenza con le ultime gare del Sassuolo, questi giocatori in particolar modo, oltre alla mediocre appetibilità, hanno alte percentuali di portare insufficienze.

KALULU: Molto bene col Parma, davvero male contro il Genoa, con ampie responsabilità sui gol subiti. Se con i rossoblù la rete segnata ha di fatto salvato la sua prestazione, in vista del Sassuolo le prospettive non sono delle migliori, perché quella neroverde è una compagine che sa interpretare molto pericolosamente la fase offensiva. Diciamocelo chiaramente, il rischio insufficienza c’è. È un profilo di cui si potrebbe tranquillamente fare a meno, a meno di emergenza.

LEAO: Insolito frequentatore di questa sezione, ma le ultime prestazioni sottotono ci spingono ad andarci cauti. Quando è in forma sa come spaccare la partita, ma quando non lo è, come nelle recenti uscite, non riesce minimamente a incidere. Ovviamente un giocatore come lui può smentirci in qualunque momento, ma in questo momento bisogna considerare che non è al top e che non potrebbe rendere al massimo del suo talento.

INTER – SPEZIA

NESSUNO DEI NERAZZURRI (CON RISERVA): Come già detto, sulla carta non ci sarebbe storia; peccato che poi questo campionato sia stato pieno di risultati a sorpresa. Inoltre, come dicevamo già prima, l’Inter non attraversa un buon momento di forma psico-fisica, e gli ultimi risultati, seppur positivi, sono arrivati buttando il cuore oltre l’ostacolo, senza grandissimi meriti sul campo. Insomma, schierate pure i vostri giocatori, ma evitate gli all-in e valutate comunque sempre bene le alternative.

TERZI: Ritorna il nostro buon capitano dopo essersi riposato contro i Bolognesi. Nonostante serva la sua esperienza da veternao, lo inseriamo negli sconsigliati di giornata poichè non ci stà dando le garanzie dovute, lo svarione è dietro l’angolo purtroppo, non regge più tutti i 90′ e lo si vede benissimo, speriamo se ne accorga presto anche il mister, lasciando spazio e largo ai giovani!

ATALANTA – ROMA

DJIMSITI & PALOMINO: La Roma offre un gioco offensivo spumeggiante e propositivo: se non sono strettamente necessari, potete farne a meno

MIRANTE: Contro le big la Roma ha dimostrato di non essere molto affidabile in difesa. Tra Juve, Milan, Napoli ha preso 9 gol. Dimostrazione che forse quando il livello si alza c’è qualche problema. Quindi occhio a schierare Mirante o in generale i centrali Roma. Occhio pure al duello Karsdorp -Gosens.

LAZIO – NAPOLI

RADU: Qui siamo davanti al secondo dei 3 centrali con indice negativo. Già questo dovrebbe far sorgere qualche dubbio.

9 presenze
5.39 media voto
5.39 fantamedia
Sufficienze: 2


Radu teoricamente è un difensore solido soffre, però, le prestazioni tutt’altro che confortanti del reparto difensivo laziale. Se a ciò aggiungiamo la scarsa stima dei pagellisti e le numerose partite ravvicinate che lo portano ad avere cali fisici e di attenzione ‘la frittata è fatta’. Il romeno ne è uscito con le ossa rotte con il Verona dopo un banale errore che non si addice alla sua esperienza. Sfortunatamente l’età avanzate e le numerose partite consecutive lo rendono un giocatore tutt’altro che affidabile in termini di voto tantè che il 5.5 contro il Benevento gli ha addirittura alzato la media voto.Con il Napoli – e Politano dalla sua parte – ci aspettiamo un mezzo suicidio. Soprattutto se, come probabile, l’esterno italiano dovesse alternarsi e scambiarsi di posizione con Lozano. Il messicano è fenomenale negli 1vs1 e Radu sarà quasi sicuramente ammonito e avrà enormi problemi a contenere la velocità e le capacità di dribbling dell’esterno del Napoli. Anche le caratteristiche di funambolo di Politano lo metteranno in seria difficoltà, motivo per cui ci aspettiamo una partita di enorme sofferenza con un 5 -0.5 dietro l’angolo.

DI LORENZO: Dobbiamo essere onesti, qualche segnala di ripresa c’è stato anche contro l’Inter ma poi viene meno quando si tratta di concretizzare. A partita ormai finita ha la palla per il pareggio che spreca malamente con un debole tiraccio, occasione che avrebbe dovuto sfruttare meglio con l’area di rigore piena di compagni pronti a calciare a rete (soprattutto Petagna, collegandoci a quanto detto sopra). Vero, avrà contro un avversario tutt’altro che impossibile come Marusic ma anche Correa e Luis Alberto che potrebbero creargli più di un problema. Non il 2/5 delle ultime partite, schierabile se siete proprio a corto di alternative ma occhio, il votaccio è sempre dietro l’angolo,

I MEDIANI: Che sia Bakayoko, Demme o Fabian sono ovviamente da evitare. Se Gattuso come detto in precedenza deciderà di chiudersi avranno l’unico compito di fronteggiare l’avanzata biancoceleste. Contro gli interni laziali poi, soprattutto Milinkovic-Savic in ottima forma, il malus è pressoché assicurato, c’è poco altro da dire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy