Consigli Fantacalcio 13a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 13a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da evitare per la 13a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Tredicesimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A, e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 13a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 13a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

ATALANTA – JUVENTUS

La sostanza non cambia: Djmsiti non è al livello degli altri, e va spesso in sofferenza. Ha sulla coscienza parecchi gol subiti l’anno scorso in scontri importanti, e non abbiamo motivo di pronosticare una sua prestazione tanto buona da dovervi invogliare a schierarlo.

Complice l’infortunio di Alex Sandro, l’ex Milan dovrebbe partire dal primo minuto nel ruolo di terzino sinistro. Il gioco dell’Atalanta spesso si concentra sulle fasce, e questo fattore potrebbe mettere in seria difficoltà De Sciglio. Per questa gara evitate di quindi schierarlo. Le prestazioni di Bernardeschi con la maglia della Juventus continuano ad essere deludenti, e purtroppo in questa gara rischia di finire anche in panchina. Inutile dirvi di non schierarlo, almeno finché non inizierà a dare segnali di ripresa.

MILAN – NAPOLI

Il croato Rebic, per il quale l’atteso esordio dal primo minuto potrebbe essere in forte dubbio, rischia di diventare un cliente fisso di questa sezione in quanto i segnali di fiducia sono tutt’altro che confortanti: in rossonero si è rivelato essere un vero mistero e nonostante le alte aspettative non ha mai avuto un rendimento all’altezza. Per questo motivo, considerando anche la caratura dell’avversario, vogliamo continuare ad andarci cauti, poiché l’ex Fiorentina ha ancora tutto da dimostrare e la fiducia incondizionata nei suoi confronti è terminata ormai da un pezzo. L’ivoriano Kessié è risultato essere una delle delusioni del Milan 2019/2020 e anche con Pioli il tanto atteso cambio di marcia non è arrivato. Il rendimento è risultato essere fin qui deludente, poi spostato sulla sinistra ha meno licenze di inserimento. Senza dimenticare che non è più titolare indiscusso a centrocampo. Insomma, in attesa di segnali di risveglio si può panchinare se le alternativa lo permettono.

Sulla sinistra della difesa azzurra ci sono i maggiori problemi, con Ghoulam disperso e Mario Rui non al meglio. Il posto se lo giocano questa giornata Hysaj e Luperto. L’italiano dà un rendimento circoscritto, ma perlomeno non sta combinando guai quest’anno; l’albanese è limitato, offensivamente e difensivamente, niente di nuovo. Si mettono tutti solo per non andare a vuoto.

TORINO – INTER

Presenza costante della sezione, questa volta il motivo è presto detto: Meité di fronte avrà un reparto tra i più vivaci della serie A, soprattutto in termini di km percorsi. Per un gigante lento come lui potrebbe essere un problema, considerando che anche questa volta dovrebbe ricoprire il ruolo più difensivo di Baselli, quindi lasciando i compiti più offensivi al compagno di reparto Lukic.

Poco da dire, Godin sta faticando più del previsto ed anche stavolta, essendo in ballottaggio, potrebbe riposare (per la gioia di tutti coloro che ci han puntato quest’estate

BOLOGNA – PARMA

Non è sicuro del posto, il ballottaggio è vivo, ma nell’11 tipo all’allenamento di giovedì Mihajlovic ha provato Dzemaili e non Poli. Lontano parente del Blerim ammirato qualche anno fa qui a Bologna, la posizione arretrata lo rende ancora meno appetibile. La sua utilità al fantacalcio? Dovrebbe portare voto, e magari chissà che non si ricordi di avere un lanciagranate nei piedi, troppo poco per noi per renderlo appetibile. Rientra da un infortunio dopo quasi 1 mese e mezzo e Tomiyasu sarà chiamato ad esordire nel ruolo di centrale di difesa al fianco di Denswil. Non disperiamo totalmente perché in Belgio e in nazionale lo ha sempre fatto e vista l’assenza di un vero nove avversario potrebbe comunque arrivare un buon voto. Se potete concedetegli un turno di pausa, in ogni caso sappiate che tornerà portare voto.

Cuore e corsa sono componenti che non mancano mai nelle prestazioni di Barillà. Ultimamente però è apparso un po’ sottotono, inoltre è sempre più facile che prenda un cartellino giallo piuttosto che porti un bonus

SASSUOLO – LAZIO

Una buona partita contro il Bologna non basta per poterlo ritenere affidabile, visto che nelle partite precedenti Romagna si è reso colpevole di qualche errore individuale non consono per questi livelli. Contro una squadra molto forte offensivamente come la Lazio, rischia di subire pesantemente.

E’ un dispiacere metterlo qui, perché nonostante l’età Lulic sta tirando il carro praticamente in tutte le occasioni, i compagni di squadra o non sono all’altezza (Jony) o ancora indietro nello stato di forma (Lukaku), e quindi il sindaco è costretto a fare gli straordinari ed anche di più. Sulla sua fascia agiranno Boga e Toljan, due giocatori che fanno della velocità una loro virtù, per Senad ci sarà da correre ma soprattutto rincorrere, e non sarà affatto semplice.

ROMA – BRESCIA

Sinceramente non ci pare un gara difficile e fatichiamo a sconsigliare qualcuno nei titolari, soprattutto i giocatori offensivi. Se proprio dobbiamo trovarne uno, diciamo Perotti, che forse potrebbe non giocare proprio. Anche lui però è schierabile se siete coperti.

Ruba il posto al suo compagno di reparto questa volta. Questo perché Martella è in grado di dare il “meglio” di se quando può accompagnare l’azione e non in fase difensiva, come pensiamo sarà occupato per lo più in questa partita. Da maneggiare con cura.

VERONA – FIORENTINA

Sarà dispiaciuto Gunter a sapere che oggi non c’è lui qui. Empereur è un classico difensore, non ha pregi particolari ne difetti conclamati. Gioca e basta. Con Chiesa potrebbe ballare un po’ la samba.

La difesa non è propriamente sconsigliata anche perché l’intenzione generale è di riprendersi dalla batosta subita dal Cagliari. Il problema è che Montella dovrà affrontare il Verona senza 2/3 di centrocampo titolare, ovvero dovrà sopperire alla mancanza di Pugar e Castrovilli, e dovrà contare su delle riserve che non sono sicuramente all’altezza dei titolari, ovvero i vari Benassi,Cristoforo e Zurkowski. Per questo motivo la difesa viola potrebbe subire più del dovuto a causa degli spazi lasciati da un centrocampo quasi nullo.

SAMPDORIA – UDINESE

Non è che ci si aspetti chissà quali disastri ma è facile che in una partita come quella che si prevede Murru debba giocare bloccato dietro con scarsa appetibilità fantacalcistica. Se si aggiunge che l’ammonizione è sempre dietro l’angolo.

Difficilmente qualcuno di voi avrà in rosa Opoku, ma nel caso lo aveste, non prendetelo in considerazione: con lui il rischio svarione è sempre dietro l’angolo.

LECCE – CAGLIARI

A rischio forfait, e se in campo Meccariello non sarà comunque al meglio. Contro gente in formissima come i giocatori del Cagliari meglio evitarlo per questa giornata.

Non sono completamente sconsigliati, ma i terzini sono i giocatori meno schierabili del Cagliari, tenendo conto che il Lecce offensivamente è pericoloso e che non sono in ogni caso molto propensi al bonus. Poi se vinciamo di nuovo una sufficienza (o più) arriverà, in caso contrario sono tra i primi indiziati per non arrivarci.

SPAL – GENOA

Seppur sia un manifesto nello spogliatoio estense, Felipe non offre più da tempo quelle garanzie che lo avevano portato a dirigere con eleganza ed esperienza la retroguardia. In caso di diversi gol subiti, potrebbe essere il capro espiatorio dei pagellisti, virate oltre.

Finisce quasi sempre tra gli sconsigliati il povero Zapata, autore di lunghi pezzi di partita magistrali per come interpreta il ruolo e per come comanda la difesa, ma improvvisamente commette un errore clamoroso che rischia di rovinare una partita. Purtroppo il giocatore è questo, prendere o lasciare, nel caso di noi fantacalcisti, meglio lasciare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy