Centrocampo: top player o low cost?

Analisi sui possibili centrocampisti low cost / alta qualità

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Tutti gli anni ogni allenatore fantacalcista sogna un centrocampo di top player per vincere il campionato, ma sistematicamente è impossibile da formare per i prezzi troppo elevati dei centrocampisti top. Ci sono, invece, centrocampisti che possono essere pagati poco, ma che rendono meglio di un top player.

I low cost delle big

Le squadre di alta classifica sfornano ogni stagione una quantità elevata di top player, ma tra di loro si nascondono anche giocatori che sono poco ricercati durante l’asta, ma che spesso si dimostrano ottimi acquisti sia per i voti sia per i bonus. Uno di questi sicuramente è Pereyra nella Juventus, coperto nel suo ruolo durante l’ultima stagione da Vidal, Pogba, Pirlo e Marchisio, ma che ha portato a casa il voto in 32 partite, con una media voto di 6,17 e una fantamedia di 6,52. Ottimo per un giocatore non di prima fascia. Anche nella Lazio è presente un giocatore che nell’ultima stagione è stato coperto dai top Candreva e Felipe Anderson: è Lulic, 24 partite per lui con media voto di 6,13 e fantamedia di 6,31. Il caso comunque più notevole è Bonaventura, da molti snobbato all’asta per puntare su un top come Menez, ma capace di portare a casa una media di 6,1 con una fantamedia di 6,65 grazie ai 7 goal segnati.

I low cost delle altre squadre

Uno dei giocatori che ha dimostrato maggiormente il suo valore senza essere considerato un top è stato Saponara, capace di portare una media voto di 6,44 con una fantamedia di 7,5. Per chi ha puntato su di lui un’ottimo acquisto. Altro giocatore snobbato alle aste ma di assoluto affidamento è Rigoni, centrocampista del Palermo, media voto di 6,16, ma fanta media di 6,85. Sempre nel Palermo sono presenti altri due centrocampisti low cost ma di sicuro affidamento: Chochev, media voto di 5,94 e fanta media di 6,38, e Quaison, media voto di 6,15 e fantamedia di 6,54. Altro giocatore degno di rientrare in questa categoria è Sala del Verona, autore di un buon campionato con una media voto di 6,23 e una fantamedia di 6,43.

E le neopromosse?

  Anche le squadre neopromosse possono offrire giocatori a centrocampo low cost, ma di sicuro affidamento. Tra di loro possiamo trovare nel Bologna, Franco Brienza, appena arrivato dal Cesena, dove, nonostante la retrocessione, è stato in grado di portare una media voto di 6,1 ma una fantamedia di 6,87. Il Carpi, prima stagione in A, offre un altro giocatore interessante: Lorenzo Lollo, nell’ultima stagione in B media voto di 6,22 e fantamedia di 6,32. Due, invece, i giocatori del Frosinone possibili low cost: Luca Paganini, media voto di 6,16 e fantamedia di 6,44, e Robert Gucher, media voto di 6,44 e fantamedia di 6,50.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy