Carpi, il ritorno di Castori: cosa cambia al Fantacalcio?

Carpi, il ritorno di Castori: cosa cambia al Fantacalcio?

Esonerato Sannino, il Carpi riparte dall’eroe Castori: occhio a Letizia

di Nicolò Premoli, @NicoloPremoli

«Castori immortale». Recitava esattamente così uno striscione dei tifosi del Carpi approdati a Frosinone per la fondamentale sfida salvezza terminata con la vittoria dei ciociari. L’esonero di Sannino arriva dopo il pareggio a reti bianche contro l’Hellas Verona, altra compagine in crisi di identità e con l’infermeria piuttosto affollata. In sella torna quindi mister Castori che era saltato dopo il pesante 5-1 subito dalla Roma. Ma come cambia il Carpi al Fantacalcio dopo questo ribaltone?

Occhio al modulo, torna in auge Benussi

Parliamo anzitutto di moduli. Durante la scorsa stagione Castori ha utilizzato 4-3-3 e 4-5-1 come moduli base tuttavia, all’esordio nella massima serie, il mister marchigiano, ha optato per il 3-5-2, modulo che sarà ancora utilizzato. Come alternativa tattica a gara in corso papabile il 4-3-3. La situazione dei portieri in casa Carpi, divenuta piuttosto confusa con l’avvento di Sannino, non è ancora del tutto chiara. Sensazione è che Benussi, fatto esordire proprio da Castori, possa riprendersi il posto da titolare con Brkic pronto a subentrare in caso di svarioni e Belec terzo portiere. Gerarchie completamente ribaltate quindi ma è ancora presto per parlare di certezze granitiche.

Difesa: vecchia guardia titolare

In difesa certamente intoccabile Zaccardo: è proprio Castori ad aver affidato all’ex rossonero la fascia da capitano. Al fianco del campione del mondo 2006 dovrebbe giocare Bubnjic mentre sul centro sinistra si apre un ballottaggio serrato tra Romagnoli e Gagliolo. Non è però da escludere che entrambi i giocatori possano giocare contemporaneamente viste le prestazioni non all’altezza di Bubnjic. Si va dunque verso l’utilizzo della vecchia guardia, una scelta che già in passato aveva causato attriti tra il mister marchigiano e la dirigenza (Sogliano in primis): Spolli perde decisamente appeal. Con l’utilizzo del 3-5-2 da tenere d’occhio ovviamente Letizia che agirà come esterno destro e Gabriel Silva titolare sull’altra fascia del centrocampo biancorosso.

Centrocampo: se vi serve un tappabuchi

Esclusi Letizia e Gabriel Silva che, come detto pocanzi, guadagnano in appetibilità e chance di bonus con il ritorno di Castori, il resto del centrocampo carpigiano non è certo composto da piedi raffinati ed animi tranquilli. La certezza è la titolarità di Marrone mentre gli altri due posti dovrebbero andare a Bianco e Lollo, quest’ultimo grande idolo della tifoseria. Attenzione però anche a Cofie che potrebbe macinare presenze e minuti come già fatto in passato. Se siete alla ricerca di bonus comunque meglio guardare altrove: non si tratta di giocatori che possono fare la differenza al fantacalcio ma di onesti mestieranti più bravi a spezzare il gioco che a costruirlo.

Borriello e Matos titolari, e Mbakogu?

Due slot da occupare, la coppia Borriello-Matos praticamente certa della titolarità. Di Gaudio con il 3-5-2 perde i galloni da titolare ma non diventerà certo un panchinaro fisso: nella scorsa stagione è stato infatti il giocatore più sostituito in assoluto (ben 24 volte); la situazione potrebbe replicarsi ma in modo del tutto opposto con l’utilizzo a gara in corso dell’attaccante. Discorso piuttosto simile per Lasagna che ne andrà spesso a voto partendo dalla panchina. L’analisi si chiude con il capitolo Mbakogu: il giocatore è un pupillo di Castori, avrà certamente qualche opportunità una volta recuperato dall’infortunio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy